Coop Alleanza 3.0

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coop Alleanza 3.0
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaCooperativa di consumatori
Fondazione1º gennaio 2016
Sede principaleVillanova (Castenaso)
Persone chiave
  • Adriano Turrini[1]
    presidente
  • Paolo Cattabiani
    amministratore delegato
Settore
  • Grande distribuzione organizzata
  • Finanza e assicurazioni
  • Turismo
  • Immobiliare
  • Editoria
  • Carburanti
  • Farmaceutica
  • Prodotti
  • Alimentari
  • Beni di largo consumo
  • Servizi
  • Telefonia mobile
  • Fatturato5,3 miliardi di [2] (2017)
    Utile netto-37,6 milioni di [2] (2017)
    Dipendenti24.732 (2017)
    Slogan«La storia continua.
    La Coop sei tu»
    Sito web

    Coop Alleanza 3.0 è la più grande fra le cooperative di consumatori del sistema Coop, e come tale aderisce all'ANCC della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue e al consorzio cooperativo Coop Italia. Nasce il 1º gennaio 2016 dalla fusione di tre società cooperative della grande distribuzione organizzata (Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nordest) del sistema Coop Italia.

    Coop Alleanza 3.0 è la prima Coop italiana per numero di punti vendita (388 negozi, di cui 62 ipermercati), soci e fatturato e la cooperativa più grande d'Europa per numero di soci.[3]

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest, Coop Estense, Coop Sicilia e Coop Eridana.
    Supermercato Coop&Coop a Mestre (Venezia)

    Nel marzo 2015 Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nordest si fondono in un'unica nuova società[4] denominata "Coop Alleanza 3.0", che diviene operativa dal 1º gennaio 2016. Nel dicembre 2015 i soci di Coop Alleanza 3.0, già provenienti dalle Cooperative Adriatica, Estense e Nordest, erano circa 2.780.000, di cui circa 462.000 soci prestatori, mentre i dipendenti ammontavano a un totale di circa 22.000 persone suddivisi in 427 negozi, con un fatturato compreso tra 4,8[5] e 5 miliardi di euro[6] e un patrimonio di 2,2 miliardi di euro.[5].

    Nel mese di marzo 2016 viene annunciato l'accordo con Unicoop Tirreno per la cessione a Coop Alleanza 3.0 di parte dei punti vendita situati all'esterno della Toscana (cioè in Umbria, Lazio e Campania).[7] Nel febbraio 2017 Coop Alleanza 3.0 sigla un accordo con il Gruppo AZ per l'apertura di 34 negozi in franchising con il marchio Coop Master - Alleanza 3.0 in Calabria, in sostituzione delle insegne Auchan e Sidis.[8] Nel maggio 2017 sono stati aperti alcuni negozi a marchio Coop specializzati per animali dove sarà offerto anche un servizio di tolettatura.

    Il bilancio del primo anno di attività si chiuse da un lato con una perdita di 94,6 milioni di euro per l'attività commerciale propria della cooperativa (vendite nei supermercati)[9], però compensata dall'altro lato dai notevoli proventi finanziari (198 milioni di euro) guadagnati principalmente dal gruppo assicurativo-bancario Unipol: tale situazione consentì alla fine di ottenere un bilancio consolidato di gruppo con un utile positivo di sei milioni di euro. La situazione si è aggravata nel 2017, anno in cui il bilancio ha regitrato una perdita di 142,1 milioni di euro nelle vendite nei supermercati, parzialmente compensata dai proventi finanziari della controllata Unipol, consentendo così di limitare la perdita d'esercizio globale a 37,6 milioni di euro.

    Per far fronte alla crisi commerciale dei supermercati, il piano industriale prevede la diminuzione dei punti vendita (soprattutto gli ipermercati), l'introduzione del franchising e del commercio elettronico.[2] Saranno dismessi entro il 2021 una trentina di supermercati.

    Il 1º gennaio 2018 Coop Eridana e Coop Sicilia entrano a far parte di Coop Alleanza 3.0. Al fine di ripianare i conti negativi, nel corso dell'anno viene annunciata la vendita delle farmacie comunali di Modena[10], della rete dei distributori di Carburanti 3.0 all'azienda veneziana VEGA Carburanti[11] e di Unipol Banca al gruppo BPER.[12]

    Il 2019 si apre con l'annuncio della messa in esubero di 752 impiegati amministrativi, che dovranno essere ricollocati all'interno della società.[13]

    Dal 18 gennaio 2019 viene annunciato il cambio di insegne tra Sigma, la rete di supermercati facenti capo alla Tatò Paride Spa e Coop Alleanza 3.0. Fra le due aziende è stato siglato un accordo di franchising che prevede l'ingresso di Coop in Sigma che attualmente conta 110 supermercati tra Puglia e Basilicata.

    Partecipazioni strategiche[modifica | modifica wikitesto]

    La sede del gruppo Unipol, principale azienda partecipata da Coop Alleanza 3.0

    L'area patrimoniale e finanziaria di Coop Alleanza 3.0 costituisce un aspetto importante della società, poiché garantisce gli "strumenti a sostegno dei valori cooperativi e mutualistici".[14] Il Gruppo Coop Alleanza 3.0 detiene partecipazioni in 48 società operanti nel settore degli immobili, del turismo, dell'energia, dell'informazione, e altri settori.

    Coop Alleanza 3.0 detiene il 22,149% del gruppo assicurativo-bancario-immobiliare Unipol: il 9,614% direttamente e dal 15 dicembre 2017, attraverso la beneficiciaria Alleanza 3.0 2 S.p.A. della scissione totale non proporzionale della ex controllante Finsoe S.p.A., di un altro 12,535%.

    Il gruppo Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), detenuto per una quota del 40,92%, è una società di investimento immobiliare quotata[15], fondata nel 2008 da Coop Adriatica e Unicoop Tirreno per valorizzare e gestire gli edifici commerciali delle cooperative (23 gallerie, 1 retail park, 25 ipermercati e supermercati, oltre ad altri immobili e 14 centri commerciali in Romania). Altra azienda controllata e con finalità di valorizzazione immobiliare è la Immobiliare Nordest spa.

    Tra le altre società controllate, le più rilevanti sono:

    • Roma distribuzione srl, che gestisce i supermercati ad insegna Coop presenti nel Lazio e nel centro storico di Roma;
    • Carburanti 3.0 (che si occupa della gestione dei distributori di carburanti a marchio Enercoop del Distretto Adriatico Coop),
    • Robintur Travel Group spa, tour operator e rete di 290 agenzie di viaggi ad insegna Robintur.
    • Pharmacoop, per la gestione delle farmacie comunali di Bergamo, Desio, Modena, Padova e Sassuolo
    • Trimedia, che gestisce tre reti televisive locali in Emilia-Romagna (Tele Reggio, TRC Modena e TRC Bologna)
    • Librerie.coop spa, rete di negozi per la vendita di libri
    • Alleanza Luce&Gas spa, fondata nel 2015, si occupa della fornitura di energia elettrica e metano per uso domestico con il marchio Accendi (in origine Luce&Gas éCoop)

    Coop Alleanza 3.0 ha infine il 1,3% delle azioni di Eataly[16] e (tramite la controllata Fico.Op Srl) il 50% di Eataly World, la società a responsabilità limitata che gestisce il parco tematico FICO Eataly World[17].

    Insegne[modifica | modifica wikitesto]

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ Enrico Miele, Coop, fusione fredda tra gli scaffali rossi, su Repubblica.it, 20 aprile 2015.
    2. ^ a b c Coop Alleanza 3.0, il colosso vede rosso per 37 milioni di euro, su gazzettadimodena.gelocal.it, 5 maggio 2018. URL consultato l'8 maggio 2018.
    3. ^ Nasce Coop Alleanza 3.0, la cooperativa più grande d'Europa Archiviato il 19 febbraio 2016 in Internet Archive.
    4. ^ Coop Adriatica, Estense e Nordest: una fusione da 4,2 miliardi di fatturato, in Corriere della Sera - Corriere di Bologna, 20 marzo 2015.
    5. ^ a b A Coop Alleanza 3.0 farà capo il 20% di Unipol, in ItaliaOggi, 2 ottobre 2015.
    6. ^ Paolo Baroni, Nozze sulla via Emilia, parte la super-Coop da 5 miliardi di euro, in La Stampa, 2 ottobre 2015.
    7. ^ Silvia Pieraccini, Unicoop Tirreno si allea con il gigante Coop Alleanza 3.0, in Il Sole 24 Ore, 15 marzo 2016.
    8. ^ Roberto Pacifico, Coop Alleanza 3.0 si allea con Gruppo AZ, 3 febbraio 2017.
    9. ^ Simone Russo, Coop Alleanza 3.0: bilancio in positivo ma con criticità, 26 giugno 2017.
    10. ^ Farmacie comunali, Coop Alleanza 3.0 in crisi ora vuol vendere, in La Pressa, 12 ottobre 2018.
    11. ^ Coop Alleanza 3.0 in profondo rosso: ora vende Carburanti 3.0, in La Pressa, 17 novembre 2018.
    12. ^ Unipol Banca-Bper la mossa delle coop per creare in Emilia il polo della finanza, in Gazzetta di Reggio, 27 dicembre 2018.
    13. ^ Coop Alleanza 3.0, annunciati 752 esuberi. Sindacati: «Salvaguardare l'occupazione e le famiglie dei lavoratori», su IlPiacenza, 11 gennaio 2018.
    14. ^ Progetto di bilancio 2017, Coop Alleanza 3.0, p. 10.
    15. ^ Società di investimento immobiliare quotata, su Assonebb.
    16. ^ Cooperative, da fusione Coop Adriatica-Estense-Consumatori Nordest nasce Alleanza 3.0. Ha il 20% di Unipol, in Il Fatto Quotidiano, 2 ottobre 2015.
    17. ^ Con Eataly soci e alleati nella Disneyland del cibo, in La Repubblica. URL consultato il 23 agosto 2018.

    Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende