Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Vidal Sassoon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sassoon nel 2006

Vidal Sassoon, in ebraico: וידאל ששון?, CBE (Hammersmith, 17 gennaio 1928Los Angeles, 9 maggio 2012) è stato un imprenditore e stilista britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Coiffeur innovatore, imprenditore e filantropo, Sassoon è rimasto famoso per aver creato uno stile di acconciatura semplice, geometrico ed elegante chiamato bob cut (caschetto) portato da rinomati personaggi della moda come Mary Quant e attrici cinematografiche come Mia Farrow, Goldie Hawn, Cameron Diaz, Nastassja Kinski e Helen Mirren.[1]

Di estrazione molto povera, passò sette anni di infanzia presso un orfanotrofio. Lasciò la scuola all'età di 14 anni, svolgendo svariati lavori a Londra durante la Seconda Guerra Mondiale. Nel 1948, a 20 anni, si arruolò nella Haganah (che poco dopo divenne l'IDF) e combatté nella Guerra arabo-israeliana del 1948, scoppiata dopo la fondazione dello Stato di Israele.[2] Rientrato in patria e sebbene sperasse di diventare un calciatore professionista, divenne invece un apprendista parrucchiere, seguendo i consigli di sua madre.

Dopo aver acquisito una reputazione per i suoi tagli innovativi, si spostò a Los Angeles nei primi anni 1970, dove aprì la prima catena mondiale di saloni, accompagnati da una linea di prodotti per il trattamento e la cura dei capelli.[3] Fondò inoltre la Paul Mitchell Systems insieme a Paul Mitchell (1936-1989), uno dei suoi precedenti allievi. Mitchell disse che Sassoon era "il più famoso parrucchiere nella storia del mondo".[4]

Sassoon vendette i suoi interessi commerciali nei primi anni 1980 per dedicarsi alla filantropia, finanziando attività di beneficenza, supporto alle Arti e cultura tramite la Fondazione Vidal Sassoon.[5] Per tutta la vita Sassoon di dedicò con impegno a sradicare l'antisemitismo dalla società, fondando tra l'altro il Centro Internazionale Vidal Sassoon per lo Studio dell'Antisemitismo, o SICSA, nel 1982.[4] Situato presso la Università Ebraica di Gerusalemme, il Centro si occupa della raccolta internazionale di informazioni sull'antisemitismo.

Vidal Sassoon: The Movie, un film documentario sulla sua vita, è stato prodotto nel 2010.

Libri e film[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Sorry I Kept You Waiting, Madam (1968), autobiografia.
  • (EN) Vidal Sassoon e Beverly Sassoon, A Year of Beauty and Health, New York, Simon & Schuster, 1975, ISBN 0-207-95751-7.
  • (EN) Cutting Hair the Vidal Sassoon Way (1984).[6]
  • (EN) Vidal Sassoon, Vidal: The Autobiography, Londra, Macmillan, 2010, ISBN 978-0-230-74689-3.
  • (EN) Vidal Sassoon: The Movie – How one man changed the world with a pair of scissors (2010), film documentario diretto da Craig Teper.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Helen Mirren with a chin length bob", su Hairfinder.
  2. ^ The Archive Hour, BBC Radio 4, trasmesso inizialmente il 19 aprile 2008.
  3. ^ Richard Martin, Encyclopedia of Popular Culture, St. James Press, 2000, p. 313.
  4. ^ a b "Liberator of ladies' hair Vidal Sassoon dies at 84", KSBW News, 9 maggio 2012.
  5. ^ Celebrity hairstylist Vidal Sassoon dies at home in L.A, su Telegraph. URL consultato il 20 giugno 2016.
  6. ^ Louise Boyle, Vidal Sassoon death: Legendary hair stylist dies aged 84, in Daily Mail, Londra, 9 maggio 2012. URL consultato il 20 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN226728535 · ISNI: (EN0000 0003 6252 7652 · LCCN: (ENn87817556 · GND: (DE119070324 · BNF: (FRcb122607181 (data)