VVVVVV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
VVVVVV
videogioco
VVVVVV logo.gif
Logo di VVVVVV
Piattaforma Microsoft Windows, macOS, Linux, Nintendo 3DS, Playstation 4
Data di pubblicazione Microsoft Windows, Mac OS X:
Mondo/non specificato 11 gennaio 2010

Nintendo 3DS:
Flags of Canada and the United States.svg 29 dicembre 2012
Flag of Europe.svg 10 maggio 2012
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 4 ottobre 2012

Playstation 4:
Mondo/non specificato 24 novembre 2015
Genere Piattaforme
Sviluppo Terry Cavanagh, Nicalis
Pubblicazione Nicalis
Modalità di gioco Giocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di input Tastiera
Distribuzione digitale Steam, Nintendo eShop

VVVVVV è un videogioco a piattaforme sviluppato da Terry Cavanagh.

La prima versione del gioco è stata realizzata in Adobe Flash. Nel 2011, al fine di pubblicarlo su Humble Bundle, Simon Roth ha effettuato la riscrittura del videogioco in C++, aggiungendo Linux tra i sistemi operativi supportati.[1] Nel 2014 è stata annunciata la conversione per iOS, Android, Ouya e PlayStation Vita.[2] Nel 2015 viene pubblicata ufficialmente la versione Playstation 4[3].

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

A differenza di molti giochi platform, in VVVVVV il giocatore non è in grado di saltare, ma può invertire la direzione della gravità quando è su una superficie. Questa caratteristica insolita è stata vista la prima volta nel videogioco a 8 bit del 1986, Terminus. Il giocatore utilizza questa meccanica per attraversare l'ambiente del gioco ed evitare vari pericoli, tra cui punte fisse e nemici in movimento.

VVVVVV contiene otto livelli principali, tra cui due intermissioni, e un livello finale, visto solo nella "polar dimension", situato all'interno di un mondo aperto più grande ed esplorabile. Grazie al suo elevato livello di difficoltà, il mondo di gioco contiene molti checkpoint dove il personaggio spawna ogni volta che muore.

Il triste elefante, chiamato a volte anche l'elefante nella stanza, è un grande elefante con una lacrima che cade sotto il suo occhio. L'elefante si estende per quattro stanze vicino alla Stazione Spaziale della dimensione VVVVVV e se il giocatore si trova vicino ad esso per un breve periodo di tempo, causerà la tristezza da parte del capitano Viridian. L'elefante non ha nessuna funzione per il gioco, ma è servito per suscitare molte discussioni sul suo significato o simbolismo tra i fan del gioco. Analogamente a molti dei nemici del gioco, il triste elefante ha avuto origine in alcune riviste del creatore Terry Cavanagh e non da Jet Set Willy come si è creduto per un certo periodo. Le iniziali dei membri dell'equipaggio, Viridian, Vermilion, Violet, Verdigris, Vitellary e Victoria, danno il nome al titolo del gioco.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

La particolarità del gioco è che non si può saltare, ma si può invertire la gravità di una stanza con la pressione di un tasto. Lo stile grafico e quello delle musiche, realizzate da Magnus Pålsson, sono fortemente ispirati ai titoli tipici del Commodore 64. L'atmosfera è ispirata ai videogiochi retrò. Non sono presenti power-up.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Oltre ai 4 livelli sopracitati, è presente un overworld complesso, multicolore e misterioso, in cui ci sono delle "zone irraggiungibili".
  • Nel gioco sono stati anche aggiunti degli "Shiny trinket" nascosti dappertutto nel gioco, necessari per completare lo "Ship jukebox"
  • È presente una dimensione parallela chiamata "Polar Dimension", dove verranno ambientati gli "Intermissions levels" e il "Final level", custode dello stabilizzatore universale delle dimensioni.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Kurt Kalata, VVVVVV, su Hardcore Gaming 101, 2 gennaio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi