Tuenno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tuenno
ex comune
Tuenno – Stemma
Tuenno – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
Provincia Trentino CoA.svg Trento
Amministrazione
Data di soppressione 1º gennaio 2016
Territorio
Coordinate 46°20′N 11°01′E / 46.333333°N 11.016667°E46.333333; 11.016667 (Tuenno)Coordinate: 46°20′N 11°01′E / 46.333333°N 11.016667°E46.333333; 11.016667 (Tuenno)
Altitudine 629 m s.l.m.
Superficie 71,29 km²
Abitanti 2 425[1] (31-12-2015)
Densità 34,02 ab./km²
Comuni confinanti Campodenno, Cles, Cunevo, Denno, Dimaro, Flavon, Molveno, Nanno, Ragoli, Spormaggiore, Tassullo, Terres
Altre informazioni
Cod. postale 38019
Prefisso 0463
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 022207
Cod. catastale L457
Targa TN
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti tuennesi, sçiandolari (i tuèni)
Patrono sant'Orsola
Giorno festivo 21 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Tuenno
Tuenno
Sito istituzionale

Tuenno (Tuèn in nones,[2] pronunciato /tu'ɛn/[3]) è stato un comune italiano di 2 425 abitanti della provincia autonoma di Trento. Dal 1º gennaio 2016 con i comuni di Nanno e Tassullo forma il nuovo comune di Ville d'Anaunia.

Nel territorio dell'ex comune si trova il lago di Tovel.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Emerenziana[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Santa Emerenziana è situata all'imbocco della valle di Tovel, lungo la strada che porta al lago di Tovel. La costruzione risale all'XI-XII secolo e si pensa fosse stata casa dei frati di Campiglio. Le facciate sono a capanna e sul lato sud si trova una specie di fienile-stalla. La pala è originale, del 1620 e costruita dal maestro Martino Teofilo Polacco e rappresenta lo Spirito Santo sulla Madonna, su Gesù e su Sant'Anna. Nella chiesa sono presenti affreschi che raffigurano Sant'Emerenziana sul letto di morte e uno stemma della famiglia Cazzuffo.

Chiesa di Sant'Orsola[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Sant'Orsola, sede di parrocchia dal 1920, è stata eretta nel 1914 ed è un corpo unico con la struttura del vecchio edificio. Al suo interno si trovano un altare ligneo decorato in oro e intarsiato, con una statua dell'Addolorata, un altro altare in legno della Madonna del Rosario e similari strutture anche nella parte nuova. Il campanile, del 1853, poggia su fondamenta rette da palafitte.

Chiesa di San Nicolò[modifica | modifica wikitesto]

Questa chiesa è stata costruita in ricordo a San Nicolò ed è di stile classico ed è stata ristrutturata nel 2005.

Chiesa di Tovel[modifica | modifica wikitesto]

È una chiesetta, situata in Val di Tovel sopra al lago, più precisamente sopra il centro visitatori. Per raggiungerla bisogna percorrere una stradina posta dietro all'Albergo Lago Rosso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica wikitesto]

Nel censimento del 2001 il 18,84% della popolazione (418 persone) si è dichiarato "ladino"[5].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Le manifestazioni più importanti, che coinvolgono il maggior numero di persone e che richiamano turisti sono:

  • Piazzarolada - appuntamento annuale iniziato nel 2010, si tiene ogni terzo weekend di luglio, prevede concerti e stand gastronomici presso il centro storico del paese.
  • GoldenFest - appuntamento annuale che si tiene ogni terzo sabato di ottobre. Festa nata per festeggiare la fine della raccolta della mele in Val di Non.
  • Festa della mela - appuntamento iniziato nel 1985, che si tiene durante la settimana di ferragosto, nei pressi del lago di Tovel.
  • Cioci, Stéle, Stéce e Bosìe - Settimana dedicata alle tradizioni culinarie ed al legno, iniziato nel 2011.
  • Capodanno @ Tuenno.

Persone legate a Tuenno[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
9 maggio 2005 16 maggio 2010 Pietro Leonardi Lista civica Sindaco
17 maggio 2010 31 dicembre 2015 Pietro Leonardi Lista civica Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Personalità sportive legate a Tuenno[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Quaresima, Enrico (1964; rist. 1991). Vocabolario anaunico e solandro. Firenze: Leo S. Olschki. ISBN 88-222-0754-8
  3. ^ Teresa Cappello, Carlo Tagliavini, Dizionario degli Etnici e dei Toponimi Italiani, Bologna, ed. Pàtron, 1981.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Nel 2001 erano il 17,54% dei residenti | Trentino

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN152507597 · GND: (DE4515090-4
Trentino-Alto Adige Portale Trentino-Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trentino-Alto Adige