Tre stelle (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tre stelle
PaeseItalia
Anno1999
Formatominiserie TV
Generecommedia
Puntate2
Durata200 minuti (totale)
Lingua originaleitaliano
Rapporto4:3
Crediti
RegiaPier Francesco Pingitore
SceneggiaturaPier Francesco Pingitore
Interpreti e personaggi
Voci e personaggi
FotografiaLuigi Verga
MontaggioAlberto Moriani
MusichePiero Pintucci
ScenografiaMassimo Marafante
CostumiMaurizio Tognalini
TruccoMartina Cossu
ProduttoreAlberto Mariani
Produttore esecutivoAlberto Tarallo
Casa di produzioneVideo 3
Prima visione
Dal12 gennaio 1999
Al14 gennaio 1999
Rete televisivaCanale 5

Tre stelle è una miniserie televisiva italiana del 1999. È scritta e diretta da Pier Francesco Pingitore e prodotta per Mediaset, che l'ha trasmessa in prima visione su Canale 5, il 12 ed il 14 gennaio 1999[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1943. Durante le riprese a Cinecittà di Oasi di fuoco, si manifesta la rivalità tra Paola e Iris: tre anni prima era stata la stessa Paola a far esordire Iris nel cinema. Anche il fidanzato di Iris, l'attore Massimo Del Monte, prima frequentava Paola. Anna, invece, che è invece amica di Paola è fidanzata con il comandante Giunti, personaggio poco gradito al regima fascista. Dopo i tumulti seguiti all'arresto di Mussolini, l'attività cinematografica a Cinecittà viene interrotta e le tre attrici si separano prendendo strade diverse.

Anna, traumatizzata dall'uccisione di Giunti da parte della polizia, fugge a Napoli con l'amico Pepè. I due per vivere recitano in spettacoli per incitare le truppe americane: il colonnello Marchall si innamora di Anna finché la donna scopre che l'uomo è sposato. Paola rischia invece di essere linciata dal popolo perché vicina al fascismo e scappa in Abruzzo assieme all'aiuto regista Felicetto: qui per vivere i due amici vivono con la borsa nera finché non vengono scoperti dal colonnello nazista Muller con cui Paola intreccia una relazione.

Felicetto però decide di ospitare di nascosto il partigiano Michele con cui Paola si bacia. Quando Michele scopre che Paola frequentava un nazista, la lascia, ma poco dopo la salva dal tentato linciaggio operato dai partigiani. Iris invece assieme a Massimo si reca a Venezia dove viene fondato il Cinevillaggio in cui i due attori recitano in un film storico su Cola di Rienzo. Per fini propagandistici, Massimo si arruola nella Xª Mas, ma quando difende Iris dal tentato stupro del gerarca Arrigo per ripicca Del Monte viene mandato in guerra in Algeria interrompendo le riprese del film in cui stava recitando.

Dopo molto tempo, Iris fugge via con Massimo ritornata dalla guerra riuscendo ad arrivare nel Sud rischiando di morire e assistendo alla fucilazione di Arrigo che aveva tentato di scappare via travestito venendo però riconosciuto. Quando però Massimo scopre che la donna ha perso il figlio che aveva in grembo, la lascia. Dopo la fine della guerra e la morte di Mussolini, le tre donne si ritrovano assieme ritornando a Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Umberto Piancatelli, Martedì nuova fiction in due episodi su Canale 5 Alba, Eva e Tayde «Tre stelle» per la tv, La Nuova Sardegna, 9 gennaio 1999. URL consultato il 25 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]