Torna, piccola Sheba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Torna, piccola Sheba
Torna, piccоla Sheba.png
una scena del film
Titolo originaleCome Back, Little Sheba
Paese di produzioneUSA
Anno1952
Durata99 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico
RegiaDaniel Mann
SoggettoWilliam Inge
SceneggiaturaKetti Frings
FotografiaJames Wong Howe
MusicheFranz Waxman
ScenografiaHenry Bumstead, Hal Pereira, Sam Comer e Ross Dowd
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Torna, piccola Sheba è un film del 1952 diretto da Daniel Mann.

Presentato in concorso al 6º Festival di Cannes, ha vinto il Prix International du film dramatique e ricevuto una menzione speciale per l'interpretazione di Shirley Booth.[1]

Tra le poche pellicole dedicate al grave ma poco discusso problema dell'alcolismo e della conseguente violenza tra le pareti domestiche.

Il protagonista è interpretato da Burt Lancaster, affiancato da Terry Moore e Richard Jaeckel. Shirley Booth compare sullo schermo per la prima volta in questo film, guadagnandosi l'Oscar come Migliore Attice.

Il titolo si riferisce al nome del cane della moglie (Booth), sparito mesi prima che abbia luogo la storia e per la cui mancanza ella soffre ancora.

Il film è adattato al cinema da Ketti Frings da una pièce omonima del 1950 di William Inge ed è stato diretto da Daniel Mann, di cui rappresenta il film di debutto alla regia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

"Doc" Delaney (Burt Lancaster) è un ex alcolizzato, marito di Lola (Shirley Booth). La coppia ha avuto dei trascorsi difficili dovuti alla perdita di un figlio. Marie (Terry Moore) è una giovane studentessa che affitta una stanza in casa dei Delaney, complicando le loro già instabili vite.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1953, festival-cannes.fr. URL consultato il 26 maggio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema