Thomas Coggins

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thomas Coggins
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1912 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1910-1911 Genoa 2 (0)
1911-1912 Andrea Doria 2 (0)
Carriera da allenatore
1912-1915 Genoa Giovanili
1915-1916 Genoa
1919-1925 Genoa Giovanili
1928-1929 Derthona
1937-1938 Andrea Doria
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 
Thomas Coggins
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
Campionato italiano di calcio Arbitro

Thomas Coggins (Ormskirk, 7 aprile 1879Genova, 19 gennaio 1950) è stato un calciatore, arbitro di calcio, allenatore di calcio e di hockey su prato inglese, di ruolo centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Inghilterra ma di origini irlandesi, si trasferì a Genova, dove giocò con le compagini cittadine più importanti, Genoa e l'Andrea Doria.

Ritiratosi, rimase nell'ambiente calcistico, allenando varie compagini calcistiche e distiguendosi come pioniere dell'hockey su prato femminile.

Nel 1916, durante il primo conflitto mondiale, si arruolò come volontario, combattendo con le truppe britanniche di supporto all'esercito italiane sul Piave.

Dopo il conflitto tornò a Genova, sua città di adozione, dove morì il 19 gennaio 1950.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giunto in Italia nel 1910 giocò con le due principali squadre genovesi, il Genoa e l'Andrea Doria.

Con il club rossoblu giocò nella stagione 1910-1911, mentre quella successiva la giocò con la Società Ginnastica Andrea Doria.

Arbitro[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della sua esperienza agonistica, si iscrive all'A.I.A., divenendo arbitro già a partire dalla stagione 1913-1914.[1]

Allenatore di calcio[modifica | modifica wikitesto]

Ritiratosi, passò ad occuparsi del settore giovanile rossoblu, su richiesta di Ettore Leale, giocatore della selezione giovanile.

Durante il periodo nel quale guidò le giovanili del Genoa, gli è riconosciuto il merito di aver segnalato ai dirigenti del Grifone il giovane allenatore William Garbutt,[2] il primo mister della storia del calcio italiano.

Guidò la prima squadra dei Grifoni nella Coppa Federale 1915-1916[3] prima di arruolarsi come volontario nell'esercito britannico.

Dal 1921 è anche tra i collaboratori della rivista sociale Genoa Club, pubblicazione mensile che il Genoa decise di iniziare ad imitazione di altre società calcistiche.[4]

Al termine del conflitto tornò alla guida delle giovanili rossoblu sino al 1925. In seguito diviene l'allenatore del Derthona nella stagione 1928-1929 in prima Divisione, ottenendo il quarto posto nel girone B. Nonostante la buona posizione di classifica il club piemontese venne declassato in terza serie a causa della ristrutturazione dei campionati.

Nel 1937 torna a sedersi su una panchina, quella dell'Andrea Doria in serie C, ottenendo il settimo posto.

Allenatore di Hockey su prato[modifica | modifica wikitesto]

Coggins è stato anche un pioniere dell'hockey su prato femminile. Infatti nel 1939, a Genova, riunì un gruppo di giocatrici per praticare questo sport anche in Italia. Alcune di queste ragazze furono assorbite dal GUF genovese che un paio di anni dopo fondò la propria sezione di hockey su prato femminile.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La storia, su Aiagenova.it. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  2. ^ Nel 1912 Garbutt viene assunto come allenatore del Genoa tuttomercatoweb.com
  3. ^ TABELLINI 1915/18 Akaiaoi.com
  4. ^ Nel 1921 inizia la pubblicazione della rivista sociale 'Genoa Club' tuttomercatoweb.com
  5. ^ [1] Fondazionecarige.it

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, Genova, De Ferrari, 2008, ISBN 978-88-6405-011-9.
  • Aldo Padovano, Accadde domani... un anno con il Genoa, Genova, De Ferrari, 2005, ISBN 88-7172-689-8.
  • Franco Tomati, Gianni Brera, Genoa Amore mio, Nuove Edizioni Periodiche, 1992.