The Settlers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Settlers
videogioco
The Settlers.png
Schermata del gioco
Piattaforma Amiga, MS-DOS, iOS
Data di pubblicazione 1993
Genere Strategia in tempo reale
Sviluppo Blue Byte Software
Modalità di gioco Singolo giocatore, Multiplayer
Periferiche di input Mouse, Tastiera
Supporto Floppy Disk

The Settlers è un videogioco per PC e Amiga di strategia in tempo reale, ma con un ritmo di gioco più lento rispetto ai tradizionali titoli dello stesso genere[senza fonte]. È stato sviluppato dalla Blue Byte Software nel 1993.

Meccaniche di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il giocatore deve costruire e gestire un insediamento coloniale. I sentieri disegnati dal giocatore, le cui estremità sono denotate da bandiere, permettono la comunicazione e il trasporto di unità e merci. Le merci vengono trasportate da un punto all'altro tramite una catena umana, in cui le unità, che stazionano sempre fra due bandiere, prendono una merce da una bandiera e la lasciano presso la bandiera successiva. Presso una bandiera si possono accumulare fino a otto oggetti, e un sistema di priorità permette al giocatore di decidere quali tipi di merci vanno raccolte per prime. Le unità vengono create automaticamente, e inizialmente sono "disoccupate". Quando viene costruito un edificio, un'unità viene convertita nel tipo di lavoratore necessario a quell'edificio, ma solo se è disponibile il necessario attrezzo. Le unità possono anche essere convertite in combattenti, che servono a conquistare gli insediamenti nemici, se ci sono delle armi disponibili. Gli attrezzi e le armi vengono costruiti da particolari edifici utilizzando il metallo estratto dalle miniere. Il giocatore deve decidere la priorità che hanno i quattro tipi di miniere (ferro, oro, carbone e pietra) nel ricevere il cibo, la priorità che hanno i vari edifici nel ricevere i metalli estratti, e altri aspetti di questo tipo, oltre a posizionare attentamente gli edifici e i sentieri per far circolare velocemente le merci. Vista la complessità delle meccaniche di gioco, una singola partita può durare anche più di 50 ore.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4424561-0
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi