The Hunger (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Hunger
Titolo originaleThe Hunger
PaeseStati Uniti d'America, Canada, Regno Unito
Anno1997-2000
Formatoserie TV
Genereantologico, orrore, fantascienza, fantasy
Stagioni2
Episodi44
Lingua originaleinglese
Crediti
IdeatoreJeff Fazio
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Prima visione

The Hunger è una serie televisiva horror britannica creata da Jeff Fazio, ispirata al film di Tony Scott Miriam si sveglia a mezzanotte (il cui titolo originale in inglese è, appunto, The Hunger).

Lo stesso Tony Scott e suo fratello Ridley sono tra i produttori della serie, che ha avuto ospiti illustri come Terence Stamp, presentatore della prima stagione e David Bowie, presentatore della seconda. Tra i vari attori che hanno preso parte alla serie sono presenti alcuni piuttosto noti: Lena Headey, Daniel Craig, Giovanni Ribisi, Jennifer Beals, Jason Scott Lee, Joanna Cassidy, Eric Roberts, Brad Dourif e Anthony Michael Hall.

Prima Stagione
Titolo originale Titolo italiano
1 The Swords La spada
2 Menage a Trois Menàge a Tre
3 Necros Necros
4 The Face of Hélène Bournouw La Faccia di Hélène Bournouw
5 But at My Back I Always Hear Attento alle spalle
6 Footsteps Passi
7 Red Light Luce Rossa
8 Room 17 Stanza 17
9 The secret Shih Tan Shih-Tan Segreto
10 The other Woman L'altra donna
11 Clarimonde Clarimonde
12 Bridal Suite La Stanza Nuziale
13 The Sloan Men L'uomo Sloan
14 Plain Brown Envelope La Busta Liscia Marrone
15 A Matter of Style Una questione di stile
16 Anaïs Anaïs
17 I'm Dangerous Tonight Sono pericoloso di notte
18 Fly by Night Volare Stanotte
19 No Radio No Radio
20 The Lighthouse Il Faro
21 A River of Night's Dreaming Un fiume di sogni notturni
22 Hidebound Retrogrado

La spada[modifica | modifica wikitesto]


  • Titolo originale: The Swords

Trama[modifica | modifica wikitesto]

James, erede di una influente casata statunitense leader nel settore dei cosmetici, viene obbligato dai genitori a prendere le proprie responsabilità nelle attività familiari: per questo ha l'obbligo di seguire un seminario a Londra, nella speranza che l'esperienza lo aiuti a maturare.

In un locale underground viene avvicinato da Dean, il manager di Musidora e presentatore del suo spettacolo. James assiste alla performance, nella quale la giovane artista viene infilzata da lunghe spade, che le attraversano l'addome da parte a parte senza recarle alcun tipo di danno.

Il giorno successivo Dean e Musidora rintracciano James in un pub, dove gli offrono la possibilità di godere di uno spettacolo privato da parte dell'artista. Il ragazzo, comprendendo l'implicazione sessuale della proposta, accetta. In breve tempo, Musidora sviluppa nei confronti di James un autentico rapporto d'amore, narrandogli di come Dean (il cui vero nome è Harold) le abbia confidato che intorno a lei esiste un'aura, un elemento misterioso che chiama "incantesimo". Questo secondo le parole di Dean, è il segreto che permette a Musidora di eseguire il suo numero con le spade.

La ragazza dichiara il proprio amore a James, il quale, durante la confessione di Musidora, resta a letto fingendo di dormire. Al momento della sua partenza, James si alza dal letto e scopre che le lenzuola sono zuppe di sangue fresco. Comprendendo che il vincolo d'amore che si è sviluppato tra di loro ha finalmente infranto "l'incantesimo", si precipita al locale per interrompere lo show della ragazza, ma arriverà troppo tardi.

Menage a tre[modifica | modifica wikitesto]


Trama[modifica | modifica wikitesto]

La giovane e avvenente infermiera Steph Reynold viene inviata dalla sua agenzia ad accudire la vecchia ed inquietante signora Gati, da anni vincolata alla sua sedia a rotelle e dipendente da una lunga serie di farmaci antidolorifici. La ragazza fa presto conoscenza con Jerry Pritchard, un ex artista che ora si guadagna vitto e alloggio nella villa dell'anziana svolgendo lavori domestici. Tra i due giovani scatta presto una fortissima attrazione fisica, di cui approfitterà la vecchia signora, utilizzando Steph come strumento per sperimentare ancora i piaceri della carne, sostituendosi alla sua coscienza.

Cos'è di voi che uno sconosciuto vede dopo 3 minuti e che voi non riuscite a vedere se non quando è troppo tardi?

(frase di chiusura della puntata)

Necros[modifica | modifica wikitesto]


Trama[modifica | modifica wikitesto]

Amareggiato dalla brusca fine della sua relazione, William Cobb cerca distrazione in una piccola cittadina situata in un non precisato paese dell'America Latina. Qui, ospite nell'albergo del suo amico Dino, scorge durante una processione notturna due figure: un vecchio europeo dall'aria inquietante e la sua giovane compagna Helma. Dino mette subito in guardia William, dicendogli che in paese tutti sostengono che l'anziano sia il Diavolo, o qualcosa ad esso legato, e lo additano chiamandolo Necros. Da quando l'uomo ha fatto il suo arrivo, numerosi individui visti in sua compagnia sono scomparsi senza lasciare tracce. William tuttavia è troppo attratto da Helma, e incurante dei consigli la avvicina e cerca di sedurla in diverse occasioni. Durante un acquazzone, la donna approfitta dell'assenza dell'anziano compagno, che lei chiama "Nero", e invita William a raggiungerla in albergo: qui l'uomo incontrerà l'anziano, che gli regalerà un manuale sul Bridge, dopo avergli consigliato di studiarlo attentamente.

Helma fa un secondo invito a William, stavolta nella propria villa. Qui, durante l'amplesso, l'uomo ha numerose allucinazioni, fin quando la donna manifesta la sua vera natura, quella di un mostro infernale. Dopo avergli succhiato la giovinezza con un lungo bacio, Helma lascia il corpo rinsecchito, invecchiato e rimpicciolito di William sul letto. Necros, finalmente palesato nella sua reale identità demoniaca, prende ciò che resta dell'uomo e lo porta ad un tavolo da gioco, dove lo sta aspettando, nelle medesime condizioni, il suo amico Dino. Entrambi gli uomini sono condannati a giocare un'eterna partita di bridge con i padroni di casa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]