Tesla Model 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tesla Model 3
Tesla Model 3 parked, front driver side.jpg
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  Tesla
Tipo principale Berlina
Produzione dal 2017
Euro NCAP (2019[1]) 5 stelle
NHTSA (2018[2]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4694 mm
Larghezza 1933 mm
Altezza 1443 mm
Passo 2875 mm
Massa 1611-1847 kg
Altro
Assemblaggio Fremont (California), Shanghai (Cina)
Stile Franz von Holzhausen
Stessa famiglia Tesla Model Y
Auto simili Chevrolet Volt
Nissan Leaf
Polestar 2
Tesla Model 3 parked, rear driver side.jpg

La Tesla Model 3 è una berlina a 4 porte di segmento D a propulsione elettrica dotata di batteria agli ioni di litio ricaricabile, prodotta dall'azienda californiana Tesla da luglio 2017.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tesla pianificò la Model 3 come il terzo passo del Tesla Master Plan: un'auto relativamente economica prodotta in grandi quantità grazie agli introiti derivati dalla vendita di un'auto più cara.[3]

Model 3 era conosciuta con il nome in codice Blue Star nel piano aziendale del 2007.[4] Elon Musk, CEO dell'azienda, avrebbe voluto chiamarla Model E così che i tre modelli fino ad allora presentati (Model S, X e 3) formassero la parola SEX, ma si accontentò di S3X[5][6], dato che Model E è un marchio registrato dalla Ford.[7]

Design[modifica | modifica wikitesto]

Esemplare di pre-serie

Come per gli altri modelli della Casa americana, anche Model 3 è stata concepita dal designer Franz von Holzhausen.

Il progetto di sviluppo parte da una piattaforma skateboard in cui la batteria è parte integrante del pianale stesso, compresa tra i due assi. Il motore elettrico si trova posizionato sull'asse posteriore. Nella variante a trazione integrale c'è invece un motore per ogni asse. Queste caratteristiche conferiscono all'auto un'ottima stabilità in quanto il baricentro è molto basso.

Il design della Model 3 è studiato per avere un coefficiente aerodinamico adatto ad una vettura elettrica, privilegiando quindi l'attenzione ai consumi di energia. Per lo stesso motivo le maniglie delle porte sono a filo della carrozzeria, per consentire all'aria di creare meno vortici possibili durante la marcia. Tesla dichiara un coefficiente aerodinamico pari a 0,23 mentre l'obiettivo progettuale era 0,21. [8]

Il concept della vettura è stato presentato da Elon Musk il 31 marzo 2016 nel corso di un evento tenutosi presso i Tesla design studio di Hawthorne, in California, alla presenza di 800 invitati e trasmesso in diretta streaming sul sito ufficiale dell'azienda. Nei giorni precedenti l'evento 115.000 persone avevano già riservato l'auto negli showroom Tesla, versando un acconto di 1.000 dollari.[9]

Gli interni della Model 3 sono al limite del minimalismo, infatti il cruscotto presenta come unico elemento un display da 15 pollici posto al centro, orizzontalmente. Da questo elemento si controllano tutti i comandi e le funzioni dell'auto.[10]

Nella Model 3, Tesla ha deciso di rivestire i pannelli delle porte, i sedili ed il volante di uno speciale tessuto che sembra pelle naturale, pur essendo completamente sintetico.[11]

Come per le precedenti Tesla, anche nella Model 3 sono presenti due bagagliai, quello classico posteriore ed uno sotto il cofano anteriore.[12]

Produzione e vendite[modifica | modifica wikitesto]

Il primo esemplare è stato prodotto l'8 luglio 2017 ed appartiene al fondatore dell'azienda Elon Musk.[13]

Una settimana dopo la presentazione del marzo 2016 Tesla dichiarò di aver ricevuto più di 325.000 prenotazioni.[14]

Nonostante ci fossero stati alcuni rallentamenti durante i primi mesi di produzione,[15][16] a luglio 2018 è stato raggiunto il traguardo di 5.000 unità prodotte a settimana.[17]

Nell'ottobre del 2016 la Tesla Gigafactory 1 di Reno, in Nevada, aveva già iniziato a produrre anche i motori elettrici della Model 3, oltre alle batterie.[18]

È prodotta nella Tesla Factory di Fremont, in California e nella Tesla Gigafactory 3 di Shanghai, in Cina.[19]

Le consegne in Europa e in Cina sono iniziate a febbraio 2019.[20][21] Nei mercati con guida a sinistra (volante a destra) è arrivata a giugno 2019.[22]

Nel maggio 2018 Consumer Report dopo aver testato l'auto segnalò un eccessivo spazio di frenata. Tesla rispose rilasciando in pochi giorni un aggiornamento over the air che risolse il problema modificando l'algoritmo del sistema ABS. Consumer Report verificò che l'aggiornamento aveva risolto il problema.[23][24]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gli interni della Tesla Model 3

Nella Model 3 è presente di serie, su tutte le varianti, l'Autopilot.[25] Un sistema software di guida assistita di livello 3 che, con l'ausilio di 1 radar, 8 telecamere e 12 sensori ad ultrasuoni, è in grado di svolgere alcune funzioni fondamentali della guida, come accelerare, frenare e mantenere la distanza di sicurezza in base al traffico rilevato; inoltre mantiene il veicolo al centro della propria corsia. Durante il suo utilizzo il guidatore è chiamato solo a tenere le mani sul volante, ma risulta comunque obbligato a restare vigile per riprendere la guida in caso di necessità o pericolo. Relativamente all'Autopilot, Tesla sta sviluppando un sistema di intelligenza artificiale chiamato Full Self Driving in grado di portare il livello di guida autonoma a 5.[26]

L'insieme di telecamere e sensori della Model 3 è utilizzato anche dal sistema Sentry Mode, che consente di registrare su pen drive tutto ciò che si svolge in prossimità dell'auto; questo sistema si è rivelato utile in alcuni casi di incidente o vandalismo, potendo risalire all'autore e alla dinamica dell'atto.[27]

La Model 3 è il primo modello della casa ad utilizzare pacchi batterie composti dalle celle 2170, le medesime usate nei Powerpack e nel Powerwall 2, dotate di una nuova composizione chimica rispetto alle 18650 utilizzate su Model S e Model X. Inoltre, all'asse posteriore è dotata di un motore a magneti permanenti, migliore in efficienza e prestazioni. La Model 3 è dotata di connettività 4G e Wi-Fi, il che le permette di ricevere over the air gli aggiornamenti software che Tesla rilascia per risolvere alcuni problemi o implementare nuove funzioni. A settembre 2019 è stato rilasciato l'aggiornamento V10.0.[28] Inoltre è la prima auto Tesla a poter sfruttare a pieno la potenza massima di ricarica nei Supercharger V3, che erogano fino a 250 kW.

Modelli in produzione da ottobre 2020[modifica | modifica wikitesto]

Denominazione Standard Range Plus Long Range Performance
Versione Single Motor Dual Motor Dual Motor
Batteria 50 kWh 75 kWh 75 kWh
Autonomia (ciclo WLTP) 430 km 580 km 567 km
Ricarica DC fino a 170 kW fino a 250 kW
Accelerazione 0-100 km/h 5,6 s 4,4 s 3,3 s
Velocità massima 225 km/h 233 km/h 261 km/h

Modelli in produzione fino a ottobre 2020[modifica | modifica wikitesto]

Denominazione Standard Range Plus Long Range Performance
Versione Single Motor Dual Motor Dual Motor
Batteria 50 kWh 75 kWh 75 kWh
Autonomia (ciclo WLTP) 409 km 560 km 530 km
Ricarica DC fino a 170 kW fino a 250 kW
Accelerazione 0-100 km/h 5,6 s 4,6 s 3,4 s
Velocità massima 225 km/h 233 km/h 261 km/h

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 è stata nominata Car of the Year dalla rivista statunitense Popular Mechanics.[29]

Nello stesso anno Model 3 ha ricevuto dalla rivista americana Automobile il premio Design of the Year.[30]

Nel 2019 ha ricevuto il premio Car of the Year dalla rivista inglese Auto Express.[31]

Di nuovo nel 2019, la società californiana Kelley Blue Book ha annunciato che Tesla Model 3 è la vincitrice del Best Resale Value Award tra tutte le auto presenti nel mercato statunitense.[32]

Ad ottobre 2019 il sito inglese Parkers conferisce alla Model 3 i premi Car of the year, Electric car of the year, Best company car of the year e Safety Award.[33]

Il 12 novembre 2019 riceve il premio Volante d'oro nella categoria delle auto medie di livello premium, da parte della rivista tedesca Autobild.[34]

A marzo 2020 si è aggiudicata il secondo posto al concorso di Auto dell'anno tenutosi a Ginevra.[35]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 2019, su euroncap.com. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Test NHTSA del 2018, su nhtsa.gov. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  3. ^ Master Plan, Part Deux, su www.tesla.com, 20 luglio 2016. URL consultato il 16 novembre 2019.
  4. ^ (EN) Martin LaMonica, Tesla's 'Bluestar' to be all-electric family car, su CNET. URL consultato il 16 novembre 2019.
  5. ^ (EN) Transportation, Elon Musk wanted to name his Model 3 Model E so Tesla’s brands would spell SEX. This and other secrets about his newest car | Financial Post, su financialpost.com, 30 marzo 2016. URL consultato il 30 luglio 2019.
  6. ^ (EN) Fred Lambert, Tesla Model 3: Elon Musk confirms the branding will be numeric - resulting in 'S3X' vehicle lineup, su Electrek, 5 febbraio 2017. URL consultato il 30 luglio 2019.
  7. ^ (EN) Tesla drops Model E trademark, but Ford hangs on, su Fortune. URL consultato il 10 novembre 2019.
  8. ^ Model 3 Mega Tweetstorm: Tons of new info on production ramp, dashboard, trunk and more - Electrek
  9. ^ Tesla Model 3, svelata da Elon Musk in California l'elettrica del "popolo" - FOTO e VIDEO, su Il Fatto Quotidiano, 1º aprile 2016. URL consultato il 16 novembre 2019.
  10. ^ Redazione Motorbox, Spyshot: Tesla Model 3 non ha il quadro strumenti: che effetto fa?, su MotorBox. URL consultato il 16 novembre 2019.
  11. ^ Adriano Tosi, Le auto "vegane", quelle che hanno detto no alla pelle vera, su Motor1.com. URL consultato il 16 novembre 2019.
  12. ^ Model 3 in Europa in mostra a Ginevra, ma non grazie a Tesla, su dmove.it.
  13. ^ Tesla Model 3: prodotto il primo esemplare, su www.alvolante.it. URL consultato il 16 novembre 2019.
  14. ^ Tesla Model 3, Tesla Model 3, sono 325.000 le prenotazioni, su Motor1.com. URL consultato il 16 novembre 2019.
  15. ^ Tesla in ritardo con la produzione dell’elettrica Model 3: colpa dei “colli di bottiglia” - La Stampa, su lastampa.it, 3 ottobre 2017. URL consultato il 15 novembre 2019.
  16. ^ Tesla ha un grosso problema, su Il Post, 30 marzo 2018. URL consultato il 15 novembre 2019.
  17. ^ Tesla Model 3, la produzione raggiunge l’obiettivo delle 5.000 unità settimanali - La Stampa, su lastampa.it, 3 luglio 2018. URL consultato il 15 novembre 2019.
  18. ^ (EN) Fred Lambert, Tesla is building new 'drive unit production lines' at the Gigafactory, will not only manufacture battery packs, su Electrek, 15 ottobre 2016. URL consultato il 5 agosto 2019.
  19. ^ Tesla, al via la produzione di Model 3 a Shanghai, su www.auto.it. URL consultato il 16 novembre 2019.
  20. ^ (EN) Tesla Model 3, More And More Tesla Model 3 Reach Norway: Sales Imminent, su InsideEVs. URL consultato il 19 agosto 2019.
  21. ^ (EN) Tesla Model 3, Tesla Model 3s Arrive In Chinese Port Ready For Deliveries, su InsideEVs. URL consultato il 19 agosto 2019.
  22. ^ Tesla Model 3: first UK buyers take delivery of cars | Autocar, su www.autocar.co.uk. URL consultato il 19 agosto 2019.
  23. ^ Patrick Olsen, Tesla Model 3 Gets CR Recommendation After Braking Update, su Consumer Reports. URL consultato il 19 agosto 2019.
  24. ^ Aarian Marshall, Tesla’s Quick Fix for Its Braking System Came From the Ether, in Wired, 30 maggio 2018. URL consultato il 19 agosto 2019.
  25. ^ Tesla Model 3: la Standard Range Plus in Italia da 48.500 euro, su Motorionline.com. URL consultato il 16 novembre 2019.
  26. ^ Tesla, La nuova guida autonoma di Tesla con l’intelligenza artificiale, su Motor1.com. URL consultato il 16 novembre 2019.
  27. ^ (EN) Tesla Model 3, This Tesla Sentry Mode Video Tells A Whole Hit And Run Story, su InsideEVs. URL consultato il 16 novembre 2019.
  28. ^ Tesla ha finalmente il suo V10: ecco tutte le novità dell'aggiornamento, su Hardware Upgrade. URL consultato il 16 novembre 2019.
  29. ^ (EN) Ezra Dyer, Best Cars 2018 | The 2018 Popular Mechanics Automotive Excellence Awards, su www.popularmechanics.com. URL consultato il 28 luglio 2019.
  30. ^ (EN) Barry J. Holmes, 2018 Design of the Year: Tesla Model 3, su Automobile Magazine, 17 gennaio 2018. URL consultato il 28 luglio 2019.
  31. ^ (EN) Car of the Year 2019: Tesla Model 3, su Auto Express. URL consultato il 28 luglio 2019.
  32. ^ (EN) Dacia J. Ferris, Tesla Model 3, Model X take top spots for EV with highest resale value by KBB, su TESLARATI, 25 gennaio 2019. URL consultato il 16 novembre 2019.
  33. ^ Car of the Year | Parkers New Car Awards 2020 | Parkers, su www.parkers.co.uk. URL consultato il 16 novembre 2019.
  34. ^ Das Goldene Lenkrad 2019: Die Preisverleihung im Live-Stream!, su autobild.de. URL consultato il 16 novembre 2019.
  35. ^ Auto dell’anno 2020, vince la Peugeot 208, su lastampa.it, 2 marzo 2020. URL consultato il 15 aprile 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili