Tesla Model S

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tesla Model S
2013 Tesla Model S (11322176214) cropped.jpg
Descrizione generale
Costruttore Stati Uniti  Tesla Motors
Tipo principale Berlina
Produzione dal 2012
Euro NCAP (2014[1]) 5 stelle
NHTSA (2013[2]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4970 mm
Larghezza da 1964 a 2187 mm
Altezza 1445 mm
Passo 2960 mm
Massa da 1961 a 2239 kg
Altro
Assemblaggio Fremont (California)
Tilburg, Paesi Bassi
Stile Franz von Holzhausen
Stessa famiglia Tesla Model X
15 Tesla Model S.jpg

La Tesla Model S è un'automobile interamente elettrica a 5 porte, prodotta da Tesla Motors a partire dal 2012. Un prototipo è stato esposto per la prima volta al Salone dell'automobile di Francoforte nel 2009.

Secondo gli standard del Nuovo ciclo di guida europeo (NEDC) la Model S con la batteria da 60 kWh ha un'autonomia di circa 390 km, mentre per la versione da 85 kWh (e la rispettiva versione Performance) la stima si aggira intorno a 502 km di autonomia. Gli interni sono composti da materiali ecocompatibili, quali per esempio plastica PET riciclabile al 100% e pelle italiana senza piombo. L'apparato propulsore utilizza un motore da 9 pollici, con batterie agli ioni di litio collocate sotto il pavimento.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Il prototipo della Tesla Model S al Salone di Francoforte nel 2009
Interni di una Tesla Model S; notare la console centrale e il cruscotto completamente digitali

La Tesla Model S è stata disegnata da Franz von Holzhausen, che in precedenza aveva lavorato per Mazda[3]. Il progetto aveva il nome di Whitestar. La Model S è stata annunciata in un comunicato stampa del 30 giugno 2008[4]. Il prototipo è stato mostrato per la prima volta il 26 marzo 2009[5].

La produzione iniziò nel luglio 2012 a Fremont, in California con le prime consegne negli Stati Uniti d'America[6], mentre in Europa è arrivata più di un anno dopo, nell'agosto 2013, a cominciare da Norvegia, Svizzera e Paesi Bassi. Nel giugno 2015 Elon Musk spiegò che tutte le Model S in circolazione avevano percorso oltre 1 miliardo di miglia (1,6 miliardi di chilometri), evitando l'emissione di più di mezzo milione di tonnellate di anidride carbonica. Nell'ottobre 2014 la General Motors aveva dichiarato che la Chevrolet Volt aveva percorso 1,6 miliardi di chilometri, mentre la Nissan nel mese di dicembre 2014 aveva dichiarato che la Nissan Leaf ne aveva percorsi 1 miliardo[7]. Tesla ha anche comunicato che il 68% delle Model S sono destinate al Nordamerica, il 25% all'Europa e il 7% in Asia.[7].

Un esemplare di Tesla Model S dopo il restyling del 2016

Le vendite globali sorpassarono quota 100.000 nel dicembre 2015; la Model S aveva dunque eguagliato la Chevrolet Volt, che era anche più economica, e ciò fu motivo di vanto da parte di Elon Musk[7]. Dalla fine del 2014, con consegne in Europa dal 2015, è commercializzata una nuova versione denominata D (Dual Drive), con due motori elettrici indipendenti e trazione a quattro ruote motrici, con potenziata autonomia, velocità, accelerazione e nuove opzioni tra le quali il "Pacchetto Tech con pilota automatico".

Nel'aprile 2016, la Tesla Model S è stata sottoposta ad un restyling che ha introdotto un nuovo paraurti anteriore più simile a quella della Tesla Model X, con la sparizione della finta calandra anteriore e dei nuovi fari anteriori full LED adattivi. Internamente non ci sono state modifiche estetiche, ma debuttano nuovi rivestimenti e nuove finiture. Altre modifiche riguardano il caricabatterie, il quale è stato potenziato, per rendere la carica più veloce. Infine, è stato reso disponibile come optional il filtro HEPA potenziato. Non ci sono, invece, state modifiche sul piano tecnico della vettura. Pochi mesi dopo la Model S ha subito modifiche al powertrain, con la reintroduzione del motore elettrico con batteria da 60 kWh e 320 CV di potenza (Tesla Model S 60), con 400 km di autonomia. Inoltre è stato reintrodotta anche la Model S 60D da 322 CV, versione con due motori elettrici, uno al retrotreno e uno al avantreno trasformando la vettura a trazione integrale con un'autonomia di 408 km. Entrambe queste versioni sono aggiornabili alla batteria da 75 kWh.[8]

Nel 2016 l'idea di una serie di gare denominata "Electric World Series" è stata promossa in vista di una prima stagione nel 2017, con alcune Tesla Model S P85D che parteciperanno. Si prevedono 20 auto che saranno parte di 10 squadre.[9]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Vengono commercializzate 7 versioni della Model S: 2 standard (60 e 75 kWh), 3 a trazione integrale (60D, 75D, 90D, 100D) e 2 sportive (P90D, P100D).

Standard Dual Motor Performance
60 kWh 75 kWh 60D 75D 90D P90D P100D
Autonomia 375 km (NEDC) 401 km (NEDC) 408 km (NEDC) 417 km (NEDC) 528 km (NEDC) 509 km (NEDC) 613 km (NEDC)
Potenza
massima
285 kW (387 CV) 285 kW (387 CV) 237 kW (322 CV) 237 kW (322 CV) 310 kW (422 CV) 396 kW (539 CV) 451 kW (613 CV)
Coppia
massima
440 N m @da 0 a 5900 rpm 1 074 N m
0-100 km/h 5,8 s 5,8 s 5,4 s 5,4 s 4,4 s 3,2 s 2,7 s
Velocità
massima
210 km/h 225 km/h 210 km/h 225 km/h 250 km/h 250 km/h 250 km/h

(autolimitato)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Test Euro NCAP del 2014, euroncap.com. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  2. ^ Test NHTSA del 2013, safercar.gov. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  3. ^ (EN) Ray Wert, Darryl Siry responds to rumor on Jalopnik forum, Jalopnik.com, 20 febbraio 2007. URL consultato il 16 giugno 2016.
  4. ^ (EN) Michael Graham Richard, Tesla's Next Electric Car to be Called "Model S", New Factory to Open in North California, su TreeHugger.com, 30 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2016.
  5. ^ (EN) Tesla debuts electric car for the masses, CBC News, 27 marzo 2009. URL consultato il 16 giugno 2016.
  6. ^ Tesla Motors inizia le consegne della Model S, la berlina elettrica Premium, teslamotors.com, 31 luglio 2012. URL consultato il 16 giugno 2016.
  7. ^ a b c (EN) Jeff Cobb, Happy 3rd Birthday Tesla Model S: Fleet Is First To Travel One Billion Miles, su HybridCars.com, 23 giugno 2015. URL consultato il 16 giugno 2016.
  8. ^ Tesla Model S: ecco il restyling, autoblog.it, 12 aprile 2016. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  9. ^ (EN) Andrew van Leeuwen, World-first electric GT series launched, su Motorsport.com, 10 marzo 2016. URL consultato il 16 giugno 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili