Talmone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

« Miguel son siempre mi! »

(Presentazione di Miguel, "testimonial" del carosello del Merendero Talmone, realizzato dai Los Gildos)

La Michele Talmone fu una fabbrica di cioccolato e cacao fondata a Torino nel 1850 con sede a Torino[1][2][3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Aprì nel 1850 in via Artisti a Torino. La ditta crebbe velocemente e si trasferì in via Balbis, nel quartiere San Donato, divenendo presto una vera fabbrica di proporzioni industriali, con negozio in via Lagrange. Alla morte di Michele Talmone l'attività passò ai 5 figli.

All'epoca, il cioccolato era venduto da droghieri, confettieri e anche farmacisti in scatole di latta ermeticamente chiuse. La Talmone fu una delle prime aziende a credere nella forza dell'immagine pubblicitaria per il suo prodotto e usò un marchio pubblicitario di grande efficacia e facilmente riconoscibile per i suoi cartelloni pubblicitari e sin dal 1890 il suo cioccolato fu associato alla nota immagine dei «due vecchietti» disegnati dal cartellonista tedesco Oschner e che decorarono le scatole di latta delle produzioni Talmone.

Lo stabilimento fu ampliato nel 1895 e rinnovato nel 1904 in stile art nouveau, quindi, nel 1929, la Talmone si trasferì in corso Francia, nucleo di quella che divenne, con altre aziende, la Venchi-Unica in piazza Massaua.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edificio residenziale, già fabbrica di cioccolato Michele Talmone-, su MuseoTorino. URL consultato il 13/10/2014.
  2. ^ I vecchini di Talmone, su lastampa.it. URL consultato il 13/10/2014.
  3. ^ CIOCCOLATO TALMONE, su Città di Torino. URL consultato il 13/10/2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Talmone Torino