Syzygium samarangense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Syzygium samarangense
09577jfSan Rafael Bulacan Syzygium samarangense Diliman Paddy Vegetable Fields Roadsfvf 06.JPG
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Myrtales
Famiglia Myrtaceae
Sottofamiglia Myrtoideae
Tribù Syzygieae
Genere Syzygium
Specie S. samarangense
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni basali
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi II
Ordine Myrtales
Famiglia Myrtaceae
Nomenclatura binomiale
Syzygium samarangense
(Blume) Merr. & L.M.Perry, 1938

Syzygium samarangense (Blume) Merr. & L.M.Perry, 1938 è un albero della famiglia delle Myrtaceae[1], nativo di un'area che comprende le Grandi Isole della Sonda, la penisola malese e le isole Andamane e Nicobare, ma introdotto in epoca preistorica in una zona più ampia e ora ampiamente coltivato nei tropici.

In italiano i frutti sono conosciuti come melarosa o mele chomphu.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Frutto

È un albero tropicale che cresce fino a 12 m di altezza, con foglie sempreverdi di 10-25 cm di lunghezza e 5-10 cm di larghezza.
I fiori sono bianchi, di 2,5 cm di diametro, con quattro petali e numerosi stami.
Il frutto è una bacca commestibile a forma di campana, con colori che vanno dal bianco, verde chiaro, verde o al rosso, viola o cremisi, al viola intenso o addirittura nero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Syzygium samarangense, in The Plant List. URL consultato il 6 settembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica