Stevan Bates

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stevan Bates
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro (dal 2003)
Serbia Serbia (dal 2006)
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Rad Belgrado
Carriera
Squadre di club1
2000-2002 non conosciuta Železničar 58 (1)
2002-2005 Železnik 59 (4)
2004 Alanija Vladikavkaz 15 (1)
2005-2006 Rad Belgrado 26 (2)
2006-2009 Châteauroux 66 (3)
2009-2010 FK Baku 26 (0)
2010 Tromsø 1 (0)
2010-2012 FK Baku 18 (0)
2012 Rad Belgrado 0 (0)
2012 Xəzər-Lənkəran 6 (0)
2012-2013 Mes Kerman 27 (0)
2013-2014 OFK Belgrado 7 (0)
2014-2015 Hunan Xiangtao ? (?)
2016- Rad Belgrado 0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 gennaio 2016

Stevan Bates (Belgrado, 29 novembre 1981) è un calciatore serbo, difensore del Rad Belgrado.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Bates vestì le maglie di Železničar, Železnik, che poi lo cedettero con la formula del prestito ai russi dell'Alanija Vladikavkaz. Tornò poi in patria, per giocare nelle file del Rad Belgrado. Le successive tappe della sua carriera lo videro giocare con la maglia dei francesi dello Châteauroux e degli azeri del Baku.

Il 23 agosto 2010 fu reso noto il suo passaggio ai norvegesi del Tromsø.[1] Esordì nella Tippeligaen in data 19 settembre, quando fu titolare nel successo per 5-3 sul Sandefjord.[2] Non riuscì però ad imporsi in squadra e lasciò il club alla fine del campionato 2010[3] per tornare in Azerbaigian.

Il 15 gennaio 2016 ha firmato nuovamente per il Rad Belgrado.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

FK Baku: 2009-2010, 2011-2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (NO) Torgeir Skeie, Serber klar for Tromsø, nrk.no, 27 settembre 2011.
  2. ^ (NO) Sandefjord 3 - 5 Tromsø, altomfotball.no, 27 settembre 2011.
  3. ^ (NO) Reidar Løfaldli, Bates forlater TIL, itromso.no, 27 settembre 2011.
  4. ^ (SR) Седморица новајлија за чвршћу грађевину, fkrad.rs. URL consultato il 2 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]