Stazione di Bagni di Tivoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bagni di Tivoli
stazione ferroviaria
Stazione di Bagni di Tivoli.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàTivoli
Coordinate41°56′58.49″N 12°43′20.29″E / 41.949581°N 12.722303°E41.949581; 12.722303Coordinate: 41°56′58.49″N 12°43′20.29″E / 41.949581°N 12.722303°E41.949581; 12.722303
LineeRoma-Pescara
Caratteristiche
TipoStazione in superficie
Stato attualeIn uso
Binari3 + 2 dismessi + 1 tronco
InterscambiAutobus urbani ed extraurbani
DintorniTerme di Tivoli
Ferrovie Laziali
Linea FL 2 
Metropolitana di Roma B.svg  White dot.svg  Roma Tiburtina Ferrovia regionale laziale FL1.svg Ferrovia regionale laziale FL3.svg
White dot.svg  Roma Prenestina
White dot.svg  Serenissima
White dot.svg  Palmiro Togliatti
White dot.svg  Tor Sapienza
White dot.svg  La Rustica Città
White dot.svg  La Rustica U.I.R.
White dot.svg  Salone
White dot.svg  Ponte di Nona
White dot.svg  Lunghezza
 limite tariffa urbana
White dot.svg  Bagni di Tivoli
White dot.svg  Guidonia-Montecelio-Sant'Angelo
White dot.svg  Marcellina-Palombara
White dot.svg  Tivoli

La stazione di Bagni di Tivoli[1] è una delle stazioni ferroviarie a servizio del comune di Tivoli, sita nella frazione di Tivoli Terme denominata fino al 2000 Bagni di Tivoli. La stazione è ubicata lungo la ferrovia FR2 ed è servita dalla linea regionale. Il finale del film I due marescialli diretto da Sergio Corbucci ed interpretato da Totò e Vittorio De Sica è stato girato nella stazione di Bagni di Tivoli FR2 (ferrovia regionale del Lazio).

Struttura e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Il fabbricato viaggiatori si compone di tre livelli ma soltanto il piano terra è aperto al pubblico. L'edificio è in muratura ed è tinteggiato di rosa.

La stazione disponeva di uno scalo merci con annesso magazzino: oggi (2010) lo scalo viene usato come deposito di materiale per la manutenzione della linea e per il ricovero dei macchinari mentre il magazzino è stato convertito a deposito. L'architettura del magazzino è molto simile a quella delle altre stazioni ferroviarie italiane.

La pianta dei fabbricati è rettangolare.

Il piazzale è composto da quattro binari di cui solo il primo e il secondo vengono utilizzati per il servizio viaggiatori in quanto sono gli unici serviti da banchina.

Ad oggi (marzo 2011) è prevista la ricollocazione della stazione in una nuova sede ma, mentre i progetti della nuova stazione [2] sono già disponibili, l'ubicazione della nuova struttura non è ancora stata resa pubblica.

Il nuovo edificio sorgerà su un'area di circa 2.000 metri quadrati; avrà un ampio atrio e un locale bar con servizi. Le banchine saranno coperte con moderne pensiline, un sottopasso permetterà di raggiungere i binari. Anche qui, l'informazione ai viaggiatori verrà garantita da monitor di ultima generazione. Per facilitare l'entrata e l'uscita dai treni saranno realizzati due nuovi marciapiedi con misure standard. Nel piazzale esterno ci saranno due parcheggi di interscambio per 312 posti auto, 28 stalli per i motocicli, una zona dedicata al capolinea degli autobus con 5 banchine e un'area di fermata per mezzi privati e taxi. Prevista infine una viabilità di raccordo con la rete stradale esistente; l'intera zona verrà video-sorvegliata.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio passeggeri è svolto in esclusiva da parte di Trenitalia (controllata del gruppo Ferrovie dello Stato) per conto della Regione Lazio.

I treni sono esclusivamente di tipo regionale.

In totale sono circa 67[3] i treni che effettuano servizio in questa stazione e le loro principali destinazioni sono Roma Tiburtina, Avezzano e Tivoli.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione offre i seguenti servizi:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Sala d'attesa Sala d'attesa
  • Bar Bar

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]