Solfato ferroso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Solfato ferroso
Cristalli di solfato ferroso
Nome IUPAC
Tetraossosolfato(VI) di ferro
Nomi alternativi
vetriolo verde
melanterite
copperas
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareFeSO4
Massa molecolare (u)151,908 (anidro)
169,92 (monoidrato)
278,05 (eptaidrato)
Aspettosolido blu-verde
Numero CAS7720-78-7
Numero EINECS231-753-5
PubChem24393
SMILES
[O-]S(=O)(=O)[O-].[Fe+2]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)2,84 (anidro)
1,898 (eptaidrato)
Solubilità in acqua256 g/L (20 °C)
486 g/L (eptaidrato) (50 °C)
Temperatura di fusione110 °C (>383 K)
(perdita di acqua di crist.)
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg)(ratto) 1,520
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante
attenzione
Frasi H302 - 319 - 315
Consigli P305+351+338 - 302+352 [1]

Il solfato ferroso (o vetriolo verde) è il sale di ferro (II) dell'acido solforico.

A temperatura ambiente si presenta come un solido blu-verde inodore. È un composto nocivo.

È usato in fotografia analogica per la preparazione del rivelatore all'ossalato per il procedimento al collodio umido e per lo sviluppo delle emulsioni fotografiche al bromuro.

Inoltre lo si adopera assieme a tannini, gallotannini o acido gallico per la preparazione degli inchiostri ferrogallici, di color nero assai puro e insolubili in acqua e indelebili una volta essiccati sulla carta.

Il solfato ferroso monoidrato viene anche utilizzato come additivo nell'alimentazione degli animali (composto di oligoelementi[non chiaro]) per la formulazione di determinati mangimi. Gli additivi per mangimi, per essere autorizzati come tali, devono essere inseriti nell'apposito registro degli additivi per mangimi della Comunità Europea. Il solfato ferroso monoidrato è codificato in questo registro tra gli additivi nutrizionali (Categoria 3, gruppo b) in relazione a quanto stabilito dalla normativa del settore della Comunità Europea, Reg. CEE 1831/2003 e successive modifiche e integrazioni.

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

In laboratorio, il solfato ferroso viene prodotto facendo reagire ferro metallico con acido solforico diluito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ scheda del solfato di ferro(II) su IFA-GESTIS

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia