Dimetilsolfato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dimetilsolfato
Struttura del dimetilsolfato
Struttura del dimetilsolfato
Struttura 3D del dimetilsolfato
Struttura 3D del dimetilsolfato
Nomi alternativi
solfato dimetilico
DMS
dimetil monosolfato
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC2H6O4S
Massa molecolare (u)126,13
Aspettoliquido oleoso incolore
Numero CAS77-78-1
Numero EINECS201-058-1
PubChem6497
SMILES
COS(=O)(=O)OC
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,33
Solubilità in acqua28 g/L (18 °C)
Temperatura di fusione−31,8 °C (241,35 K)
Temperatura di ebollizione188,5 °C (461,65 K)
Tensione di vapore (Pa) a 293,15 K65
Indicazioni di sicurezza
Punto di fiamma83 °C (356,15 K)
Limiti di esplosione3,6-23,2 %V
Temperatura di autoignizione470 °C (743,15 K)
Simboli di rischio chimico
tossicità acuta tossico a lungo termine corrosivo
pericolo
Frasi H301 - 314 - 317 - 330 - 341 - 350
Consigli P202 - 281 - 303+361+353 - 305+351+338 - 310 [1]

Il dimetilsolfato, chiamato anche solfato dimetilico, è un composto chimico con formula (CH3O)2SO2. Rappresenta l'estere dimetilico dell'acido solforico ed è principalmente utilizzato come agente alchilante in sintesi organica. Viene spesso indicato anche con la formula (CH3)2SO4, che mette in evidenza il gruppo solfato, e con l'abbreviazione Me2SO4.

In condizioni standard si presenta come liquido oleoso dal leggero odore di cipolla. Come tutti i forti agenti alchilanti è altamente tossico ed è anche un probabile cancerogeno.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il dimetilsolfato può essere sintetizzato in molti modi differenti,[2] il più semplice dei quali è l'esterificazione dell'acido solforico con metanolo:

Un altro metodo di sintesi sfrutta la distillazione dell'idrogenosolfato di metile:[3]

Anche il nitrito di metile e il clorosolfonato di metile producono il dimetilsolfato:[3]

Negli Stati Uniti il dimetilsolfato è stato prodotto commercialmente sin dagli anni 1920. Un processo comune è la reazione continua dell'etere dimetilico con triossido di zolfo:[4]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il dimetilsolfato è meglio conosciuto come reagente per la metilazione di fenoli, ammine e tioli. Tipicamente, un gruppo metilico è trasferito più rapidamente rispetto al secondo. Il trasferimento del metile avviene solitamente attraverso una reazione SN2. In confronto ad altri agenti metilanti, il dimetilsolfato viene preferito dall'industria a causa del suo basso costo ed elevata reattività. Uno dei principali svantaggi è però l'elevata tossicità.

Il dimetilsolfato è in grado di scindere la guanina nel DNA rompendo gli anelli di imidazolo presenti nella guanina.[5] Questo processo può essere utilizzato per il sequenziamento delle basi azotate, la rottura della catena del DNA e per altre applicazioni. Il dimetilsolfato metila anche l'adenina, caratteristica sfruttata per l'analisi delle interazioni proteine-DNA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda IFA-GESTIS Archiviato il 16 ottobre 2019 in Internet Archive.
  2. ^ Shirley, D. A. Organic Chemistry. Holt, Rinehart and Winston. 1966. p. 253
  3. ^ a b Suter, C. M. The Organic Chemistry of Sulfur Tetracovalent Sulfur Compounds John Wiley & Sons, Inc. 1944. p 49-53
  4. ^ Substance Profiles - Dimethyl Sulfate (PDF), in 11th Report on Carcinogens, Department of Health and Human Services. URL consultato il 1º febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2009).
  5. ^ Streitwieser, A., Heathcock, C. H., Kosower, E. M. Introduction to Organic Chemistry. Prentice-Hall Inc. 1992. p.1169

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh87000374 · GND (DE4224255-1 · J9U (ENHE987007536639605171
  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia