Shaykh Abdalqadir as-Sufi al-Murabit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abdalqadir as-Sufi al-Murabit (nato Ian Neil Dallas; Ayr, 1930) è il fondatore e leader di un movimento politico detto dei Murabitun, che si apparenta alla confraternita (tariqa) sufi Darqawiyya (a sua volta derivata dalla Shadhiliyya).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha scritto due romanzi, The Book of Strangers (1972, che narra, in forma di fiction, il suo accostarsi al sufismo) e The Ten Symphonies of Gorka Konig: a fictional textbook (1989), tre testi teatrali ed uno studio filosofico, New Wagnerian.

La sua attività si svolse anche in ambito televisivo:

Nel 1963 interpretò una parte secondaria in "" di Federico Fellini, col quale poi condusse un'intervista per la BBC nel 1966: Familiar Spirits: An Interview With Federico Fellini.

Sembra che, sempre negli anni '60, frequentando Eric Clapton, abbia fatto conoscere a quest'ultimo le vicende di Layla e Majnun, che gli avrebbero poi ispirato Layla, una delle sue canzoni più celebri.

A partire dalla sua conversione all'Islam nel 1963, ad opera dell'Imam della moschea Qarawwiyn di Fez, Shaykh Abdalqadir as-Sufi ha cominciato a raccogliere intorno a sé dei discepoli, creando diverse comunità prima in Gran Bretagna e poi in Europa, Asia, Africa e America. Agli inizi si trattava di comunità Darqawi, ma a partire dagli anni '80 rinominò il movimento di cui era a capo Movimento Islamico Murabitun, impegnato nella propagazione dell'Islam, nella lotta all'usura e nel ristabilimento del tradizionale sistema monetario aureo.

Il suo Idhn (autorizzazione) proviene da due shaykh: il marocchino Shaykh Muhammad ibn al-Habib, il suo primo maestro, che gli conferì il titolo di Muqaddim (rappresentante) in Occidente, e Shaykh Muhammad al-Fayturi Hamudah, diretto rappresentante della tariqa Alawiyya in Libia.

Lo Shaykh risiede attualmente in Sudafrica.

Tra i testi da lui pubblicati nel corso degli ultimi 30 anni:

  • The Way of Muhammad (traduzione italiana al sito: [1])
  • Indications From Signs
  • The Hundred Steps (traduzione italiana al sito: [2])
  • Qur'anic Tawhid
  • Letter to An African Muslim
  • Letter to An Arab Muslim
  • Kufr - An Islamic Critique
  • Root Islamic Education
  • For the Coming Man
  • The Book of Tawhid
  • The Return of the Khalifate
  • The Technique of the Coup de Banque (traduzione italiana al sito: [3])

Nel 2001 la "Science University" di Penang, Malesia gli ha conferito una laurea ad honorem in letteratura per il complesso dei suoi scritti. Nel 2005 sono stati pubblicati i suoi Collected Works. Nel 2006 ha pubblicato un libro di teoria politica intitolato The Time of the Bedouin.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ian Dallas, The Book of Strangers, London: Gollancz, 1972 (ISBN 0575014539)
  • Ian Dallas, The ten symphonies of Gorka König, Kegan Paul International, 1989 (ISBN 0710303254)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN79334938 · ISNI: (EN0000 0000 8019 6605 · LCCN: (ENn85118927 · GND: (DE110418727