Selva di Fasano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Selva di Fasano
frazione
Selva di Fasano – Veduta
"Viale Toledo, il centro della Selva di Fasano"
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Brindisi-Stemma.svg Brindisi
Comune Fasano-Stemma.png Fasano
Territorio
Coordinate 40°49′41″N 17°19′19″E / 40.828056°N 17.321944°E40.828056; 17.321944 (Selva di Fasano)Coordinate: 40°49′41″N 17°19′19″E / 40.828056°N 17.321944°E40.828056; 17.321944 (Selva di Fasano)
Altitudine 414 m s.l.m.
Abitanti circa 300
Altre informazioni
Cod. postale 72015
Prefisso 080
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti fasanesi
Patrono san Donato
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Selva di Fasano
Selva di Fasano

Selva di Fasano (Sèlve de Fascióne in fasanese) è una frazione del Comune di Fasano (BR), a circa 8 km dal Comune di appartenenza e a circa 68 km dal Capoluogo di Provincia.

La quota naturale della Selva di Fasano è di circa 450 metri di altezza sul livello del mare, altitudine massima della provincia di Brindisi.

La località si trova sulle pre - Murgia, una zona di alta collina che prelude all'altopiano pugliese: il nome di Selva deriva proprio dall'aspetto ancora naturale di questi luoghi.

Dalla sua altitudine la Selva si affaccia sul territorio dei trulli, le tipiche abitazioni pugliesi, ma anche l'abitato della frazione presenta numerose di queste costruzioni, unite a eleganti ville.

Dall'alto delle sue colline, ricoperte da flora naturale, costituita, nella parte boschiva, da querce, lecci, pini, castagni, cipressi, nonché da abeti, ulivi, alberi di fico, di carrubo, e di noce, salvaguardata da un clima temperato, e da un'aria particolarmente salubre, la Selva di Fasano si affaccia sul territorio dei trulli e delle grotte, offrendo numerose vedute panoramiche e quiete a chi voglia percorrerne a piedi i viali alberati.

Nella stagione invernale, come accade in tutta la zona e/o sub regione cosiddetta della Pre - Murgia pugliese, le precipitazioni possono assumere carattere nevoso, che imbiancano la superficie dei numerosi trulli e degli alberi di alto fusto.

Offerta turistica[modifica | modifica wikitesto]

Ville e trulli costellano i viali della Selva di Fasano.

La Selva ospita anche lo zoo Safari Fasanolandia[1], uno dei più grandi zoo in Europa, che offre la particolarità di osservare gli animali fuori dalle gabbie e dalla propria automobile.

Di particolare rilievo architettonico è la chiesa a forma di grande trullo su Viale Toledo e, sullo stesso Viale, la Casina Municipale, sede di mostre, eventi culturali e incontri per la consegna di premi letterari, soprattutto durante l'estate; tra queste vi è la mostra dell'artigianato fasanese, che si svolge, da poco meno di sessant'anni (tranne che un breve periodo di interruzione), durante il mese di agosto e della durata di poco meno di un mese.

Presso la Casina Municipale di Selva di Fasano, in passato frequentata da grandi nomi della musica leggera e dello spettacolo come Mina, Johnny Dorelli, Lucio Battisti (all'epoca, chitarrista del gruppo gli Svitati del pianista Leo di Sanfelice), Peppino Di Capri, Ornella Vanoni, Massimo Ranieri, Caterina Caselli, Nada, Peppino Gagliardi, Iva Zanicchi, Orietta Berti, Achille Togliani, Rosanna Fratello, Albano, Mia Martini, Drupi, Patti Pravo, Franco Califano, I Ricchi e Poveri, John Foster (Paolo Occhipinti), Antoine, Lara Saint Paul, Fred Bongusto, Teddy Reno, le gemelle Kessler, Aba Cercato, Alighiero Noschese, Renzo Arbore, I Cugini di Campagna, ecc.,) nel decennio 1965 - 1975, per tutta la durata delle stagioni estive, ha suonato, con la sua orchestra e il suo cantante Jimmy Roty, Fausto Papetti; durante l'estate, nella tradizione turistico-musicale, vengono organizzate numerose serate danzanti e di spettacolo aperte al pubblico.

Il 6 agosto, in Viale San Donato di Selva di Fasano, si svolge la tradizionale festa religiosa in onore del medesimo Santo, con luminarie e bancarelle, in occasione della quale la Santa Messa è celebrata in una chiesetta realizzata in una grotta carsica (Grotta di San Donato), posta nelle immediate vicinanze del Viale, dal quale si può apprezzare il panorama costituito da terreni costellati di alberi di ulivo, dalla città di Fasano vista dall'alto, e dallo sfondo del mare Adriatico.

In via Della Salita della Selva di Fasano esiste il Parco Botanico San Donato (Santo Patrono che viene festeggiato il 6 agosto presso la chiesa rupestre), posto a monte della omonima gravina, presso il quale si giunge seguendo le indicazioni del SIT – Sistema Informatico Territoriale; si tratta di un'area verde nella quale vi sono tutte le essenze tipiche della macchia mediterranea.

È aperta tutto l'anno la "Farmacia della Selva" con sede in viale Toledo, Piazzetta Don Vito, alle spalle del Bar Rino.

Sono attive tutto l'anno, con diverse iniziative, due associazioni locali di promozione turistica.

Strutture di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il Minareto[modifica | modifica wikitesto]

Realizzato nel 1918 da Damaso Bianchi, pittore fasanese, servendosi di manodopera giunta appositamente dall'Africa, molto probabilmente dalla Tunisia, come pure gran parte dei materiali usati. Un minareto simile a molti minareti dei paesi musulmani, con il caratteristico balconcino dal quale, cinque volte al giorno, si leva il canto del muèzzin, che modula le 'sure' che, dal Corano, predicano l'insegnamento del Profeta. La singolare costruzione fu destinata a residenza estiva familiare. Ora il parco è un contenitore culturale per convegni, conferenze, mostre d'arte e concerti di proprietà della Regione Puglia, ma affidato al Comune di Fasano.

Oltre a diversi alberghi con piscine accessibili al pubblico, bed and breakfast, ristoranti e pizzerie, al civico n.2 della Strada Panoramica di Selva di Fasano, esiste, da tempo, la struttura denominata "Trullo dell'Immacolata" che offre la veduta panoramica della distesa di ulivi secolari sino al mare Adriatico, e che svolge attività di accoglienza per anziani, casa di riposo per anziane, e casa per ferie.

In viale Panoramica n.10 vi è una sede della Aeronautica Militare.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1946 vi si svolge la cronoscalata automobilistica in salita Fasano-Selva[2].

La località ha una radicata tradizione tennistica: presso i tre campi da tennis comunali, di cui uno coperto, ubicati alle spalle della Casina municipale, gestiti dal locale Tennis Club, si disputa da circa trent'anni un torneo di rilievo nazionale, e, nel mese di agosto, da oltre quaranta anni, un torneo amatoriale di doppio, denominato "Giallo dell'Amicizia", contraddistinto dall'abbinamento casuale degli atleti di ciascuna coppia.

Note[modifica | modifica wikitesto]