Locorotondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo vino DOC, vedi Locorotondo (vino).
Locorotondo
comune
Locorotondo – Stemma Locorotondo – Bandiera
Locorotondo – Veduta
Panorama di Locorotondo
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Città metropolitana Città metropolitana di Bari-Stemma.png Bari
Amministrazione
Sindaco Tommaso Scatigna (Avanti Locorotondo) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate 40°45′N 17°19′E / 40.75°N 17.316667°E40.75; 17.316667 (Locorotondo)Coordinate: 40°45′N 17°19′E / 40.75°N 17.316667°E40.75; 17.316667 (Locorotondo)
Altitudine 410 m s.l.m.
Superficie 48,19 km²
Abitanti 14 265[1] (31-12-2014)
Densità 296,02 ab./km²
Frazioni Lamie di Olimpia, Laureto, San Marco, Crocifisso, Tagaro, Trito, Pentassuglia, Semeraro, ecc. (in tutto 138)
Comuni confinanti Alberobello, Cisternino (BR), Fasano (BR), Martina Franca (TA)
Altre informazioni
Cod. postale 70010
Prefisso 080
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 072025
Cod. catastale E645
Targa BA
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti locorotondesi
Patrono San Rocco - San Giorgio (protettore)
Giorno festivo 16 agosto, 23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Locorotondo
Locorotondo
Locorotondo – Mappa
Posizione del comune di Locorotondo all'interno della città metropolitana di Bari
Sito istituzionale

Locorotondo (U Curdunne in dialetto apulo-barese) è un comune italiano di 14 265 abitanti della città metropolitana di Bari, in Puglia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Locorotondo confina a nord con Fasano (BR) e Alberobello, a ovest e a sud con il territorio di Martina Franca (TA) e a est con Cisternino (BR).

Sorge nella Valle d'Itria dove secoli fa la tradizione vuole scorresse l'omonimo fiume, ma il nome Valle deriva dalla Madonna Odigitria.

Locorotondo conta 146 contrade. Queste hanno nomi curiosi e caratteristici come Pozzomasiello, Francischiello, Macco Macco, Muso Rosso, Uacella e Ficazza Sant'Elia Nunzio.

Le principali frazioni del paese della Valle d'Itria sono: San Marco Sopra e Sotto, Trito, Mancini, Tagaro, Lamie di Olimpia, Crocifisso e Pellegrini.

La frazione San Marco ospita un'altra chiesa a trullo.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

LOCOROTONDO
(1961-2011)
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 10,2 11,2 13,1 17,0 22,1 26,7 29,7 29,1 24,1 19,1 15,4 11,2 10,9 17,4 28,5 19,5 19,1
T. min. mediaC) 4,1 4,0 6,6 9,2 13,2 16,6 17,4 19,2 16,4 11,4 8,3 6,3 4,8 9,7 17,7 12,0 11,1
T. max. assolutaC) 22,6
(1982)
24,0
(1966)
29,4
(1981)
29,4
(1985)
35,0
(1988)
43,0
(1982)
41,6
(1982)
39,6
(1963)
40,0
(1988)
31,6
(1976)
30,0
(1984)
25,0
(1961)
25,0 35,0 43,0 40,0 43,0
T. min. assolutaC) 0,0
(1962)
0,0
(1962)
0,0
(1987)
2,2
(1977)
6,0
(1981)
9,4
(1975)
13,0
(1970)
13,6
(1981)
9,6
(1977)
6,8
(1971)
4,5
(1962)
1,4
(1977)
0,0 0,0 9,4 4,5 0,0
Nuvolosità (okta al giorno) 4,6 4,6 4,2 3,8 3,1 2,3 1,2 1,5 2,5 3,4 3,9 4,4 4,5 3,7 1,7 3,3 3,3
Precipitazioni (mm) 56,3 45,8 44,9 36,9 16,8 4,7 2,4 8,7 41,6 60,8 64,7 65,0 167,1 98,6 15,8 167,1 448,6
Giorni di pioggia 9 8 7 6 3 1 0 1 3 7 7 10 27 16 2 17 62
Umidità relativa media (%) 82 81 80 76 74 72 72 74 76 79 82 82 81,7 76,7 72,7 79 77,5
Eliofania assoluta (ore al giorno) 4,3 5,0 6,1 7,3 9,1 10,2 11,2 10,3 8,5 6,8 5,3 4,1 4,5 7,5 10,6 6,9 7,3
Radiazione solare globale media (centesimi di MJ/) 800 1 107 1 599 2 083 2 532 2 802 2 826 2 540 2 005 1 412 956 722 2 629 6 214 8 168 4 373 21 384
Pressione a 0 metri s.l.m. (hPa) 1 017 1 015 1 015 1 014 1 015 1 016 1 016 1 015 1 017 1 017 1 017 1 017 1 016,3 1 014,7 1 015,7 1 017 1 015,9
Vento (direzione-m/s) W
5,9
SE
6,0
W
5,9
W
5,8
N
5,3
N
4,9
N
5,0
N
4,9
N
5,0
SE
5,1
SE
5,7
W
5,9
5,9 5,7 4,9 5,3 5,5
Chiesa madre di San Giorgio Martire
Campanile della Chiesa madre

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Questo comune ha avuto molti nomi prima di quello attuale. Inizialmente si chiamava Casale San Giorgio (in onore del santo patrono), poi Casale Rotondo, successivamente Luogorotondo e solo nel 1834 fu chiamato Locorotondo. Il toponimo richiama la caratteristica forma del centro storico, un insieme di piccole case bianche disposte su anelli concentrici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nascita del comune di Locorotondo risale intorno all'anno 1000; situato anticamente ai piedi della collina, successivamente in cima, Locorotondo fu ampliato dopo un miracolo di san Giorgio Martire, così la devozione del popolo fece costruire una cappella al Santo, che verso l'inizio del Seicento fu proclamato patrono del paese. Al 1645 risale la prima edizione del Dono, che fino allo scorso secolo era la consegna di un cero e di una corona di fiori alla Sacra Immagine del Santo Patrono; successivamente la cerimonia si trasformò nella consegna delle chiavi d'oro della città al Santo nel giorno del 22 aprile (la cerimonia esiste ancora oggi). Nel 1790 il popolo voleva una nuova chiesa più grande, così sopra le macerie della cappella di San Giorgio fu costruita la maestosa chiesa madre per volontà del signore benefattore Vitantonio Montanaro, che chiesa la progettazione dell'edificio attuale all'architetto barese Giuseppe Gimma, dedicata sempre al Santo Patrono e della Madonna della Grega (la festa liturgica cade il 26 di agosto)e del quale sono ospitate alcune reliquie.[senza fonte]

La grande devozione di San Rocco si deve al fatto che il santo passò da Locorotondo e liberò il popolo dalla peste. Nel 1700 circa fu costruita la preziosa statua del santo pellegrino con le offerte della gente, qualche anno dopo venne costruita la chiesa al Santo, nel 1787 fu proclamato primo santo patrono di Locorotondo, dal 1897 nasce la fiera di san Rocco tra le più antiche della Puglia, che si tiene ancora oggi nei giorni della festa patronale di san Rocco, nel 1957 nasce la gara pirotecnica dedicata a San Rocco, tra le più antiche del Sud Italia.

Il 16 ottobre del 1860 viene trovato un antico quadro nelle campagne del paese della Vergine Maria, immerso di catene, tante che tra la mano destra e la mano sinistra della Madonna rimane il segno di una catena, così nasce il culto della Madonna della Catena, qualche anno dopo viene costruito una chiesa nella campagna dove venne ritrovato il quadro, successivamente la Chiesa viene denominata in Basilica Minore di Maria S.S. della Catena, si unisce al culto della Madonna, quello dei santi Cosma e Damiano, grazie alla forte devozione della vicina Alberobello. Infatti le due statue che raffigurano i Santi Medici somo identiche a quelle di Alberobello che sono pratoni.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa Madre di San Giorgio Martire del XVIII secolo, costruita tra il 1790 e il 1825. Al suo interno si trovano bassorilievi in pietra risalenti al XIV secolo. C'è anche la cripta dove si svolgono incontri di catechesi e si conservano statue minori ed l'Assunta.
  • Parco Basile-Caramia.
  • Palazzo DeBernardis.
  • Centro storico con le tipiche "Cummerse" (case con tetto a spioventi costruite con pietre a secco).
  • Il trullo (tipica abitazione rurale della Valle d'Itria). Da visitare il Trullo nella contrada Marziolla, il più antico trullo pugliese (1509).
  • Chiesa della Madonna della Greca il cui primo riferimento documentario risale al 1520, anche se appare evidente la sua origine più remota.
  • Cinema Auditorium Comunale.
  • Cantina Sociale del vino "Locorotondo DOC".
  • Torre dell'Orologio del 1819
  • Villa Comunale ed il sottovilla.
  • Parco Giochi Comunale.
  • Via Nardelli (meglio nota come "Lungomare" poiché si affaccia sulla Valle d'Itria).
  • Ecomuseo della Valle d'Itria.
  • Chiesa di San Rocco del 1710 (dove all'interno è venerata la statua processionale di San Rocco patrono).
  • Chiesa di Maria Addolorata (chiamata dal popolo di San Gaetano) del 1728.
  • Chiesa di Santa Maria Annunziata(chiamata dal popolo di Santa Lucia) del 1813.
  • Basilica Minore dei Santi Cosma e Damiano e della Madonna della Catena, del 1866.
  • Chiesetta di Sant'Antonio da Padova del 1697.
  • Chiesetta di San Nicola di Bari del 1582.
  • Chiesetta della Beata Vergine Maria del Soccorso del 1642.
  • Contrada Serafino dalla quale è possibile ammirare un panorama mozzafiato che degrada fino al mare.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gli stranieri residenti nel comune sono 449. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[3]:

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Detti e proverbi[modifica | modifica wikitesto]

"I femmene d'U Curdunne tennene u cuel tunne tunne. Manghe u litte sapene fè ca s volene ammaretè." (trad. "Le donne di Locorotondo hanno il sedere tondo tondo. Nemmeno il letto sanno fare, che si vogliono sposare.")

"Addò arrive, chiande u zippe." (trad. "Dove arrivi pianta il ramo.")

"Ce s'avande da sule, jè nu fasule." (trad. "Chi si vanta da solo è un fagiolo.")

Media[modifica | modifica wikitesto]

Tele Locorotondo, attiva dal 1987 in tutta la valle d'Itria, si occupa di informazione locale, sport, cultura e spettacolo. Nel 1987 nasce Radio Centro ascoltabile in tutta la Valle D'Itria. Il mensile Paese Vivrai è stato fondato nel 1999 e Il Gazzettino della Valle d'Itria Sport nel 2012. Esiste inoltre Teletrullo, attiva dal 1980 ad Alberobello.

Cucina[modifica | modifica wikitesto]

  • Gnumeredd Suffuchet (Involtini soffocati)
  • Carne al fornello,carni miste arrostite nei forni delle macellerie
  • Orecchiette con un caratteristico sugo di carni miste, spesso di coniglio, ben diverso dal ragù
  • I Fev (Le Fave)
  • La Cottiè (Cotoletta con mozzarella e funghi)
  • Galletto castrato al forno
  • Calzone di carne e cipolla
  • A' Cialled' (Insalata di pane e acqua)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

A Locorotondo sono state effettuate numerose riprese cinematografiche tra cui:

Si sono effettuate anche le riprese di varie fiction comiche pugliesi tutte per Telenorba come:

  • Very Strong Family 6 con Emanuele De Nicolò e Donata Frisini, più celebri come Manuel & Kikka nel 2000;
  • Catene 4 con Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli nel 2004.

Persone legate a Locorotondo[modifica | modifica wikitesto]

Festa patronale di San Giorgio Martire e della Madonna della Greca[modifica | modifica wikitesto]

La festa di San Giorgio Martire (fino al 1786 patrono del paese) e della Madonna della Greca, protettori di Locorotondo, si tiene ogni anno nei giorni 21, 22, 23 e 24 aprile.

Si inizia con il triduo 20,21,22 (in passato si svolgeva addirittura la novena). Durante la festa, le vie cittadine ,soprattutto il corso via Nardelli vengono illuminate da luminarie e si tengono vari spettacoli pirotecnici, concerti bandistici e fiere di vario tipo. Tra gli eventi degni di nota ci sono la cerimonia del dono il 22 aprile, ovvero la consegna delle chiavi del paese a San Giorgio da parte del sindaco, e la processione serale del 23 aprile che attraversa le vie principali del paese e a cui segue il lancio di un pallone aerostatico.

Statua di San Rocco intronizzata nella Chiesa Madre, in occasione della festa patronale.

Festa patronale di San Rocco[modifica | modifica wikitesto]

La festa religiosa più importante del paese è quella di San Rocco, patrono di Locorotondo dal 1787. La festa inizia il 6 agosto con la novena nella chiesa dedicata al santo e termina il 17 agosto.

Il 15 agosto si svolge la fiera di Ferragosto. In serata nella chiesa di San Rocco la messa vigiliare e a seguire la processione con i simulacri della Vergine Maria Assunta in cielo e di San Rocco che dalla chiesetta a lui dedicata viene portato nella chiesa madre.

Il 16 agosto la mattina alle ore 4:00 la banda gira in paese, giorno dedicato a San Rocco, le celebrazioni hanno il culmine con la processione solenne. A mezzanotte gara di fuochi pirotecnici la cui prima edizione risale al 1957.

L'ultimo giorno dei festeggiamenti (17 agosto) il simulacro dalla chiesa madre, in pomeriggio attraversando gran parte della zona periferica del paese, ritorna nella chiesetta dedicata allo stesso San Rocco e si bacia il reliquario. A conclusione dei festeggiamenti "Saga di fuochi pirotecnici" a mezzanotte.

Le feste patronali di San Giorgio e San Rocco sono organizzate dal Comitato Feste Patronali Locorotondo presente dal 1984, dal Comune di Locorotondo e dalla Parrocchia di San Giorgio Martire e dal gruppo Ministranti.

Tradizioni religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Riti Religiosi della Settimana Santa, processione dei sacri misteri nel venerdì Santo sera; e concerto di marce funebri.
  • Festa Patronale di San Giorgio martire e della Madonna della Greca, 21,22,23 e 24 aprile
  • Processione di Santa Lucia martire e vergine, 6 luglio;
  • Festa della Santa Famiglia in Contrada Lamie di Olimpia, prima domenica di agosto;
  • Processione di Santa Maria Assunta insieme a San Rocco 15 agosto sera;
  • Festa Patronale di San Rocco, 14,15, 16 e 17 agosto;
  • Festa del Crocifisso, in Contrada Crocifisso, terza domenica di settembre;
  • Processione di Madonna del Pozzo in Contrada Lamie di Olimpia, quarta domenica di settembre;
  • Processione della Madonna Addolorata, 15 settembre;
  • Festa di San Marco evangelista e della Maddalena, in Contrada San Marco Sopra e Sotto il 22 luglio;
  • Festa minore dei Santi Medici e Martiri Cosma e Damiano e della Madonna della Catena, 16 ottobre e domenica successiva a tale data.

Eventi e Sagre[modifica | modifica wikitesto]

  • Sagra d' A' Cialled' (acqua e pane), ultima domenica di giugno nella Contrada San Giuseppe. Organizzata dall'Associazione Il Paese delle Contrade;
  • Palio delle contrade, primo sabato e domenica di luglio. Organizzata dall'Associazione Il Paese delle Contrade;
  • La Galvalcata - Rievocazione storica della giostra "du Iardidd" (del gallo), ultimo sabato di luglio. Organizzata dall'Associazione Culturale Santa Famiglia con sede nella contrada Lamie D'Olimpia;
  • Sagra dei Gnumeredde suffuchet (Involtini soffocati), prima domenica di agosto. Organizzata dalla Pro Loco di Locorotondo;
  • Sagra del Fungo Porcino, seconda domenica di agosto. Organizzata dal Gruppo Micologico "Walter Zinzi" di Locorotondo;
  • Un Libro nel Centro Storico: presentazione di vari libri nel Centro storico di Locorotondo, si tiene durante l'estate;
  • Sagra del Vino Novello e delle Caldarroste, seconda domenica di novembre. Organizzata dalla Pro Loco di Locorotondo e dalla Cantina Sociale.

° Gara del "balcone Fiorito", luglio-agosto, con premiazione a conclusione della festa patronale di San Rocco ad agosto.

In Quaresima nel centro città vengono appese dei pupazzi dette "quarantane" ,che è il simbolo del periodo quaresimale.

Dal 2016 si è costituito il gruppo folkloristico di Locorotondo.

Eventi musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • Locus Festival: festival nato nel 2001, con vari concerti musicali durante l'estate di artisti nazionali e internazionali;
  • Natale in musica: settimane precedenti al Santo Natale nel Centro Storico.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Agricoltura[modifica | modifica wikitesto]

Il vino Locorotondo ha avuto la denominazione di origine controllata. Negli ultimi anni l'economia vitivinicola ha compiuto un deciso passo indietro, a causa del continuo espianto dei vigneti in tutto il territorio.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Locorotondo è uno dei maggiori centri turistici della Valle d'Itria e fa parte della Terra dei Trulli. Nel giugno del 2001 viene inserito nella associazione Italiana "I borghi più belli d'Italia" (unico paese scelto della provincia di Bari), e dal 2010 aderisce all'associazione "Bandiera Arancione" del Touring Club Italiano che viene scelto tra i primi 10 paesi più belli del Sud Italia.[senza fonte]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Strade provinciali della città metropolitana di Bari.

Locorotondo è collegata al resto della Puglia tramite la stazione ferroviaria delle Ferrovie del Sud Est dal 1905 e ai servizi di trasporto automobilistico offerti dalla suddetta società e dalle Autolinee Lorusso, che dal 2004 fa parte del Co.Tr.A.P.. Le stazioni ferroviarie attigue sono Alberobello e Martina Franca.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 agosto 1985 25 luglio 1990 Marco Conte Democrazia Cristiana Sindaco [4]
25 luglio 1990 28 giugno 1994 Giuseppe Campanella Democrazia Cristiana Sindaco [4]
28 giugno 1994 21 novembre 1994 Alfonso Magnatta Comm. pref. [4]
21 novembre 1994 30 novembre 1998 Giuseppe Petrelli Alleanza Nazionale Sindaco [4]
30 novembre 1998 27 maggio 2003 Giuseppe Petrelli Alleanza Nazionale Sindaco [4]
27 maggio 2003 15 aprile 2008 Ubaldo Amati Lista civica di centro-sinistra Sindaco [4]
15 aprile 2008 23 giugno 2010 Giorgio Petrelli Lista civica Sindaco [4]
29 maggio 2011 6 giugno 2016 Tommaso Scatigna Il Popolo della Libertà Sindaco [4]
6 giugno 2016 in carica Tommaso Scatigna Lista civica di centro-destra Sindaco [4]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

A Locorotondo sono presenti più società e gruppi sportivi impegnati in vari settori: atletica leggera, pallavolo, ciclismo, calcio, ecc. Pallavolo femminile milita in Serie D, pallavolo maschile in Serie B/2.

Atletica[modifica | modifica wikitesto]

La società di riferimento per l'atletica è l'Alteratletica Locorotondo che nasce dall'unione di alcuni membri dei passati gruppi sportivi locali, ovvero l’Atletica Cantina Sociale Locorotondo e l’ARCI-UISP. Gli atleti che compongono la società, per la maggior parte appartenenti al settore assoluto femminile, partecipano a competizioni sia a livello regionale che a livello nazionale e internazionale, conseguendo importanti risultati anche in manifestazioni di rilievo come i Campionati Italiani di Atletica Leggera e i Campionati Mondiali di Atletica Leggera.

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del calcio locorotondese risalgono agli anni trenta, ma la prima partecipazione ufficiale ad un campionato è del 1948. Da allora la squadra locale ha partecipato con relativa continuità ai campionati dilettantistici regionali, partecipando anche al campionato di Serie D, sfiorando la Serie C con un 4º posto nel campionato 2000-01 (fonte enciclopedia wikipedia serie D). Ultimo campionato disputato in Serie D anno 2001-02 con la retrocessione in Eccellenza Puglia. Dal 2003, a causa del trasferimento in altra città del titolo sportivo, la denominazione sociale è cambiata più volte. Al 2016, la squadra di calcio si chiama Virtus Locorotondo 1948 e milita nel campionato di prima categoria.

Manifestazioni sportive[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 30 marzo 2014 si sono svolti i Campionati Italiani di Marcia su strada Individuali e di Società.
  • Il venerdì 12 maggio 2017 passerà ad Locorotondo per poi fare tappa ad Alberobello.rol

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN239585788
Puglia Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Puglia