Cronoscalata Fasano-Selva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cronoscalata Fasano-Selva
SportCasco Kubica BMW.svg Automobilismo
TipoCronoscalata
PaeseItalia Italia
ContinenteEuropa Europa
Cadenzaannuale
Formula5.600 metri
Sito Internetwww.fasanoselva.com
Storia
Fondazione1946
Campionato Italiano Velocità Montagna
Coppa Selva di Fasano

La Fasano-Selva è una gara di cronoscalata automobilistica su un percorso di circa 5,6km. Si svolge dal 1946 nel territorio del comune di Fasano (BR) lungo i tornanti della Strada statale 172 dir dei Trulli dir e sulla strada provinciale Vernesina-Selva di Fasano. La partenza è situata alla periferia dell'abitato (a 110 m s.l.m.) e l'arrivo in località Selva di Fasano alla quota di circa 500 m s.l.m.

Conta ad oggi 61 edizioni e fa parte del Campionato Italiano Velocità Montagna di automobilismo.

In origine la partenza era ubicata in piazza Ignazio Ciaia di fronte al Palazzo comunale; il percorso si snodava per due arterie del centro cittadino sino a immettersi sulla Strada statale 172 dei Trulli e raggiungere la Selva di Fasano. Il tracciato fu ridotto a 6.5 km solo nel 1966, per motivi organizzativi e di sicurezza, fino agli attuali 5.6 km negli anni '90.

Negli anni '70 fino al 1983 il tracciato è stato teatro anche di gare motociclistiche; erano ammesse al trofeo motociclette divise per cilindrate e tipo, scooter e sidecar. La Fasano-Selva ha fatto parte del Campionato Italiano Velocità in Salita di motociclismo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione del 1946, vide la luce grazie agli Automobile Club pugliesi che riprendevano l’attività dopo la guerra. Gli AC di Bari e Brindisi progettarono una nuova gara di velocità in salita, da disputarsi lungo i 7 chilometri di tornanti e veloci curvoni che dalla periferia di Fasano conducono alla Selva, luogo di soggiorno estivo di molti abitanti delle due città. Dagli sforzi di Francesco Chieco e Ciccio Apruzzi, valente pilota di quegli anni, riuscirono insieme al loro staff a raccogliere circa trenta adesioni[1].

La 1° Coppa Selva di Fasano vide la luce il 15 settembre di quello stesso anno: il napoletano Sabatino Paganelli fu il primo a scrivere il suo nome nell’albo d’oro, vincendo la gara su Fiat 1100 Sport. Alcuni stop non danneggiarono l'immagine della competizione (nel biennio '57-'58 la corsa si fermò per gli incidenti che in quegli anni stavano rattristando lo sport automobilistico) la cui fama aumentò di anno in anno, nel 1959 la 10ª “Coppa Selva” diventa prova del campionato nazionale, fino al 1967 quando a causa degli immancabili problemi economici si dovette interrompere la cronoscalata per nove anni. Ma nel 1975 intervenne un comitato cittadino (Azienda di Soggiorno e Turismo presieduta da Achille Colucci), che organizzò addirittura una colletta popolare e riportò la gara nel calendario sportivo locale[2][3].

La Coppa Selva di Fasano è diventata nel tempo una tradizione sportiva della Puglia automobilistica. Oggi il tracciato fa parte del Campionato Italiano Velocità Montagna.

L'edizione 2019 non verrà disputata per l'inizio dei lavori di messa in sicurezza della Strada statale 172 dir dei Trulli[4].

Albo d'oro[5][modifica | modifica wikitesto]

Anno Vincitore Vettura
1946 Italia Sabatino Paganelli FIAT 110Sp Partenope
1947 Italia Giovanni Rocco Alfa Romeo 2300C Partenope
1949 Italia Roberto Vallone Ferrari 2000 Marzotto
1950 Italia Emilio Ricciardi Lancia Paganelli
1951 Italia Giovanni Bracco Ferrari Marzotto
1952 edizione non disputata
1953 Italia Franco Bordoni Gordini 2000
1954 Italia Aurelio Lorenzetti OSCA 1100
1955 Italia Attilio Buffa Maserati 2000
1956 Italia Edoardo Lualdi Gabardi Ferrari 2500
1957 - 1958 non disputata per scelta degli organizzatori
1959 Italia Nino Todaro Ferrari 2500
1960 Italia Elio Lenza Ferrari 2500
1961 Italia Nino Todaro Maserati 2000
1962 Italia Gianfranco Stanga OCSA 1500
1963 Italia Mariano Moselli FIAT Abarth 1000
1964 Italia "Noris" Porsche 904
1965 Italia Domenico Scola FIAT Abarth 2000
1966 Italia "Johnny Walker" Ferrari LM
1967 - 1974 non disputata a causa di problemi economici
1975 Italia Paolo Gargano Alfa Romeo 33T
1976 Italia Gabriele Ciuti Osella PA 4
1977 Italia Achille Soria Osella PA 5
1978 Italia Mauro Nesti Lola
1979 Italia Angelo Guarini Osella PA 6
1980 Italia Mauro Nesti Lola
1981 Italia Mauro Nesti Lola
1982 Italia Mauro Nesti Lola
1983 Italia Mario Casciaro Lola
1984 Italia Claudio Calella Lola
1985 Italia Claudio Calella Lola
1986 Italia Ezio Baribbi Osella
1987 Italia Ezio Baribbi Osella
1988 Italia Ezio Baribbi Osella
1989 Italia Antonio Ritacca Osella
1990 Italia Ezio Baribbi Osella PA 9
1991 Italia Pasquale Irlando Osella Bmw
1992 Italia Pasquale Irlando Osella Bmw
1993 Italia Fabio Danti Lucchini P93 Alfa Romeo
1994 Italia Pasquale Irlando Osella Bmw
1995 Italia Pasquale Irlando Osella Bmw
1996 Italia Pasquale Irlando Osella Bmw
1997 Italia Oronzo Pezzolla Osella Bmw
1998 Italia Maurizio Arfè Osella Bmw
1999 Italia Pasquale Irlando Osella Bmw
2000 Italia Pasquale Irlando Osella Pa20/S Bmw
2001 Italia Simone Faggioli Osella Bmw
2002 Italia Simone Faggioli Osella Bmw
2003 Italia Simone Faggioli Osella Pa20/S Bmw
2004 Italia Pietro Ballatori Osella Pa 21 Honda
2005 Italia Denny Zardo Osella Pa 21 Honda
2006 Italia Simone Faggioli Osella Pa 21 Honda
2007 Italia Simone Faggioli Osella Pa 21 Honda
2008 Italia Simone Faggioli Osella PA 27 Bmw
2009 Italia David Baldi Osella FA 30 Zytek
2010 Italia Michele Camarlinghi Osella PA 30 Zytek
2011 Italia Simone Faggioli Osella FA 30 Zytek
2012 Italia Simone Faggioli Osella FA 30 Zytek
2013 Italia Francesco Leogrande Osella FA 30 Zytek
2014 Italia Christian Merli Osella PA 2000 Honda
2015 Italia Simone Faggioli Norma M 20 FC Zytek
2016 Italia Omar Magliona Norma M20 FC
2017 Italia Domenico Scola jr Osella FA 30 Zytek
2018 Italia Omar Magliona Norma M20 FC

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gli anni ruggenti della Fasano-Selva, su osservatoriooggi.it, 25 giugno 2015.
  2. ^ LA STORIA DELLA PIÙ LONGEVA CRONOSCALATA PUGLIESE, su fasanoselva.com.
  3. ^ Il decennio di Irlando, su osservatoriooggi.it, 4 giugno 2012.
  4. ^ A NOVEMBRE SARÀ APERTO IL CANTIERE PER L'ALLARGAMENTO DELLA SS 172 DIR, su canale7.tv, 16 ottobre 2018.
  5. ^ ALBO D'ORO COPPA SELVA DI FASANO, su fasanoselva.com.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Zino Mastro, Fasano-Selva…la storia continua, Fasano, Faso Editore, 2017.
  • Zino Mastro, 50 volte Fasano-Selva, Fasano, 2007.
  • Nicola Carlone, Storia della Fasano-Selva motociclistica. Quando correva Agostini, Fasano, Schena Editore, 2000. ISBN 8882291936.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]