Security (film 2021)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Security
SecurityFilm2021.PNG
Ludovica Martino in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2021
Durata112 min
Generethriller, drammatico
RegiaPeter Chelsom
SoggettoStephen Amidon (dall'omonimo romanzo)
SceneggiaturaPeter Chelsom, Tinker Lindsay, Michele Pellegrini, Amina Grenci e Silvio Muccino
ProduttoreMarco Cohen, Benedetto Habib, Fabrizio Donvito e Daniel Campos Pavoncelli
Casa di produzioneIndiana Production, Vision Distribution
Distribuzione in italianoVision Distribution
FotografiaMauro Fiore
MontaggioCristiano Travaglioli
MusicheAndrea Farri
ScenografiaPaolo Sansoni Baratella
CostumiChiara Maria Massa
Interpreti e personaggi

Security è un film italiano del 2021 diretto da Peter Chelsom e tratto dall'omonimo romanzo di Stephen Amidon.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Forte dei Marmi, piccola e tranquilla cittadina, tutti si conoscono. La notizia del tentato stupro alla giovane Maria Spezi porta a galla segreti e paure inaspettate, sconvolgendo la vita dei suoi cittadini e cambiandola per sempre. Nonostante la confessione di suo padre Walter, uno sbandato con diversi precedenti, la ragazza fornisce un'altra versione dichiarando di aver subito l'aggressione da parte di un ragazzo di cui non ricorda nulla nella villa di Curzio Pilati, ricco imprenditore che sta appoggiando la candidatura a sindaco di Claudia Raffaelli, moglie dell'agente di sicurezza privata Roberto Santini. Il colonnello Mori inizialmente bolla il caso come una normale lite familiare ma Santini la pensa diversamente, inizia ad indagare per conto suo grazie al sistema di videosorveglianza presente in città e sospetta che possa essere coinvolto anche Dario, il figlio della sua amante Elena. Mori interroga nuovamente Maria e il professor Tommasi, ghostwriter del libro di Pilati che ha una relazione segreta con la figlia di Santini, il quale afferma di essere andato via prima del fattaccio e anche lo stesso imprenditore dice a Claudia di non saperne nulla scaricando la colpa su Dario, custode della sua villa. Santini prova a mettere all'angolo Tommasi ma se ne va dopo essere stato colpito in testa con un oggetto. Durante l'interrogatorio Dario racconta di aver avuto dei rapporti sessuali con diverse ragazze in casa di Pilati il quale lo pagava solo per guardare; la sera del fatto però Maria era troppo ubriaca, lui non se la sentiva di forzarla e Pilati ha dato di matto aggredendola dopo che si era addormentata. L'imprenditore ovviamente nega tutto e, parlando con il padre di Maria, dà la colpa a Dario prima di partire. Walter cerca così di aggredire il ragazzo ma Santini lo blocca; all'arrivo dei Carabinieri estrae un coltello e viene ucciso. Santini trova le registrazioni delle telecamere interne della villa di Pilati e capisce che l'uomo ha fatto addormentare Maria per poi aggredirla. Infine l'agente manda in tilt il sistema di videosorveglianza della città rendendo pubblici i filmati di quella sera.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono svolte per sei settimane a Forte dei Marmi.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata distribuita a partire dal 7 giugno 2021, su Sky Italia e Now.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema