Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sammo Hung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sammo Hung Kam-Bo

Sammo Hung Kam-Bo o Samo Hung (洪金寶) (Hong Kong, 7 gennaio 1952) è un regista, attore ed esperto di arti marziali di Hong Kong.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sammo Hung Kam-Po, il cui nome nella pronuncia pinyin è Hong Jinbao, nasce ad Hong Kong il 7 gennaio 1952, anno del coniglio. Entrato giovanissimo alla China Drama Academy, qui impara le arti marziali e la danza acrobatica. Durante la sua permanenza alla scuola stringe amicizia con Jackie Chan e Yuen Biao, compagni di corso più piccoli entrati successivamente, che chiamerà a collaborare negli anni a venire. Essendo il più "anziano" è anche il primo a finire l'accademia ed entrare a lavorare stabilmente nell'allora prolificissima industria del genere Arti Marziali.

Entrato appena dodicenne a far parte della cinematografia di Hong Kong, Sammo si distingue subito per le sue eccezionali qualità acrobatiche, malgrado la sua robustezza fisica (dovuta ad un incidente occorso quando era studente, che lo aveva costretto a una lunga degenza durante la quale non aveva fatto altro che mangiare prendendo peso). La scelta di Sammo come nome d'arte deriva da un personaggio animato molto amato in Cina, "San Mao" (che in cantonese vuol dire "tre capelli").

Nel 1995 sposa Joyce Godenzi. Da un matrimonio precedente, Sammo ha 4 figli.

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad aver lavorato con i più famosi ed apprezzati registi ed attori del cinema di Hong Kong, alcune collaborazioni illustri meritano di essere sottolineate.

Sammo e Bruce[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1973, ancora ventunenne ma già rispettato nell'ambiente cinematografico, ottiene un piccolo ruolo nel film I 3 dell'Operazione Drago di Robert Clouse, dove interpreta l'avversario di Bruce Lee all'inizio. Nello stesso film è anche stuntman, insieme agli amici Jackie Chan e Yuen Biao, da lui chiamati come in altre occasioni (vedasi Dalla Cina con furore). Il patto stretto con loro e con altri colleghi ai tempi dell'Accademia, li obbliga ad aiutarsi reciprocamente, ed essendo lui l'allievo più anziano e quello che per primo ha trovato impiego finiti gli studi, deve trainare gli altri.

Lo stesso anno, però, Bruce Lee muore, mentre in tutto il mondo è già esplosa da mesi la richiesta di film di arti marziali. Nel 1978 Sammo viene chiamato per il film L'ultimo combattimento di Chen, sempre di Robert Clouse, lavoro messo insieme usando fotogrammi scartati da altri film di Bruce Lee, uniti alle riprese incompiute del Game of Death girato da Lee stesso; per le restanti scene viene usato un sosia. Sammo è sia stuntman che coreografo dei combattimenti per il film, ritagliandosi anche un piccolo ruolo: l'avversario del personaggio di Robert Wall sul ring.

Quasi a parodiare una simile operazione commerciale, Sammo dirige ed interpreta lo stesso anno Enter the Fat Dragon (che già dal titolo cita l'Enter the Dragon di Lee). Il film è una commedia divertita che rielabora gli stereotipi del cinema marziale e dei film di Bruce Lee. In esso, inoltre, Sammo si fa beffe di un sosia di Lee che dimostra di non avere le doti di chi vorrebbe imitare, quasi a criticare l'utilizzo dei sosia tanto in voga all'epoca. Peraltro Hung sa imitare benissimo Lee, al di là della diversità fisica, e lo farà spesso nel corso della sua carriera.

Nel 1981 Sammo prende parte ancora una volta ad un film che sfrutta la fama di Lee: L'ultima sfida di Bruce Lee (The tower of Death/Game of Death II), di cui è co-regista non accreditato. Ha anche raccontato ai suoi amici di aver sfidato e battuto Bruce Lee in un combattimento amichevole negli studi della Golden Harvest, ma non esistono testimoni di tale "evento", fuorché lui. Jackie Chan riporta tale voce nel libro biografico "I'm Jackie Chan-My life in action", con tutti i dubbi del caso, poiché Sammo è noto tra i suoi amici come Big Talker o anche Big Mouth: cioè uno che le spara grosse.

Sammo, Jackie e Biao[modifica | modifica wikitesto]

Con l'inizio degli anni ottanta si forma il trio Sammo-Chan-Biao: i tre amici della China Drama Academy decidono di lavorare insieme in una fortunata serie di film comici a sfondo marziale, la maggior parte dei quali diretti da Sammo stesso.

Dopo successi come Project A - Operazione pirati (1983), Cena a sorpresa (1984) o l'inedito Dragons Forever (1988), il trio si scioglie. Mentre Jackie Chan si crea una carriera personale, e raggiunge il successo internazionale, Sammo e Yuen Biao rimangono nell'area asiatica, anche se con grandi successi.

Nel 1995 torna a lavorare con Jackie Chan coreografando i combattimenti del suo Thunderbolt, e due anni dopo dirige Chan in Mr. Nice Guy. Generalmente Sammo viene ritenuto un regista migliore tecnicamente rispetto a Jackie Chan, anche se i due si alternano in questa veste di film in film. Sul finire degli anni '80 ed i primi '90, a causa di sparatorie (anche gravissime) tra elementi della Mafia Cinese, occorse nel locale di cui Sammo è proprietario, l'attore chiude il night e si sposta per qualche tempo all'estero, soprattutto Canada, in attesa che le acque si calmino. Del resto ad Hong Kong l'osmosi fra cinema e Triadi è continua ed è praticamente impossibile lavorare senza una qualche protezione.

Sammo e Jet[modifica | modifica wikitesto]

Sammo ha collaborato con Jet Li, dirigendolo in Le sette spade della vendetta (1993) e C'era una volta in Cina e America (1997), sesto titolo della serie di Wong Fei Hung che rielabora i film precedenti.

Sammo e Chow[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 dirige le scene d'azione di Kung Fusion di Stephen Chow: anche quest'ultimo infatti è un valido esponente di quella comicità marziale che contraddistingue Sammo.

Martial Law[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 Sammo partecipa ad una serie televisiva statunitense, Martial Law. Il titolo si rifà ad una serie di film di arti marziali statunitensi usciti agli inizi degli anni novanta, ma in Italia la serie è stata intitolata Più forte ragazzi, citando un famoso film con protagonista Bud Spencer e Terence Hill.

Nella serie, uno dei rarissimi telefilm di arti marziali, Sammo interpreta un poliziotto di Shanghai "prestato" alla polizia di Los Angeles. Durante la serie ci sono molte partecipazioni di famosi attori di film di arti marziali, come Mark Dacascos, Billy Blanks, Loren Avedon e Chuck Norris e di marzialisti titolati come Bas Rutten.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore/stuntman/Coreografo[modifica | modifica wikitesto]

Anni '60

(1961) Education Of Love - He Shuang Chan aka "shouquan" (attore bambino)

(1962) Big and little Wong Tin Bar - attore bambino

(1962) The Birth Of Yue Fei - attore bambino

(1962) The Princess and the Seven little Heroes - attore bambino

(1962) Little Dragon Girl Teases White Snake Spirit - attore bambino

(1963) Father and Son - attore bambino

(1963) The Monkey Soldiers Come To The Rescue - attore bambino

(1964) The Crisis - attore bambino

(1964) The Raimbow Pass - attore bambino

(1966) The Eighteen Darts Part. 1 - attore bambino

(1966) The Eighteen Darts Part. 2 - attore bambino

(1966) Come Drink With Me (Le Implacabili Lame Di Rondine D'oro) - assistente del direttore d'azione

(1967) Paragon of Sword and Knife - stuntman

(1967) Dragon Gate Inn - ruolo di supporto

(1968) The Bells of Death - bandito di Tao

(1968) Black Butterfly - ruolo di supporto

(1968) Paragon of Sword and Knife Part. 2 - stuntman

(1968) The Jade Raksha - bandito del maestro Yan (scene eliminate dal montaggio finale)

(1968) Death Valley - spadaccino (scene eliminate dal montaggio finale)

(1969) Raw Courage - ruolo di supporto

(1969) Mad, Mad Sword - Mopan (bandito)

(1969) Dragon Swamp - giocatore alla festa di Jiang

(1969) The Sword Mates - ruolo di supporto

(1969) The Golden Sword - membro della sicurezza del drago d'oro e direttore d'azione

(1969) The Sweet Sword - ruolo di supporto

(1969) Killer Five - ruolo di supporto

(1969) The One Armed Magic Nun - ruolo di supporto

(1969) The Devil Warrior - extra

(1969) Swords Of Mei - ruolo di supporto

(1969) Vengeance is a Golden Blade - sgherro di Long

Anni '70

(1970) Wrath of the Sword - ruolo di supporto

(1970) The Eagle's Claw - ruolo di supporto

(1970) The Iron Buddha - bandito di Xiao e direttore d'azione

(1970) The Crimson Charm - ruolo di supporto

(1970) Brothers Five - membro della sicurezza che scorta Chu e direttore d'azione

(1970) The Twelve Gold Medallions (I Dodici Medaglioni D'oro) - direttore d'azione

(1970) The Golden Knight - bandito del maestro Bao

(1970) A Taste Of Cold Steal - membro della gang della tigre e stuntman

(1970) The Angry River - bandito e direttore d'azione

(1971) The invincible Eight - sgherro che brandisce la frusta e direttore d'azione

(1971) A Touch Of Zen (La Fanciulla Cavaliere Errante) - figlio del comandante Hsu e direttore d'azione

(1971) The Shadow Whip - artista marziale dopo Fang

(1971) The Comet Strikes - ruolo di supporto

(1971) Swordman at Large - bandito/rapinatore

(1971) Fast Sword (Furia Gialla) - sgherro e direttore d'azione

(1971) The Lady Hermit - discepolo del demone nero

(1971) The Eunuch - il primo lottatore alla sfida finale

(1971) The Living Sword - ruolo di supporto

(1971) I Six Assassins - stuntman

(1971) A Daugther's Vengeance - ruolo di supporto/sgherro

(1971) The Blade Spares None - ruolo di supporto e direttore d'azione

(1972) Thunderbolt Fist - ruolo di supporto

(1972) Trilogy of Swordmanship - ruolo di supporto

(1972) Lady Whirlwind - fratello di Tiao Tang Niang e direttore d'azione

(1972) Bandits From Shantung - lanciatore di palla e direttore d'azione

(1972) Hapkido - Fan Wei (primo ruolo di rilievo). Direttore d'azione delle coreografie

(1972) The Fuggitive - ruolo di supporto

(1972) The Devil's Miror - batterista dei tamburi della strega

(1972) The Imperial swordman - extra

(1973) Life For Sale - ruolo di supporto e direttore d'azione

(1973) The Rendezvous of Warriors - stuntman

(1973) Enter The Dragon (I 3 Dell'Operazione Drago) - combattente shaolin, stuntman e coordinatore degli stuntman

(1973) The Fate of Lee Khan - direttore d'azione

(1973) Kickmaster (WhenTaekwondo Strikes) - samurai giapponese e direttore d'azione

(1973) Bloody Ring - ruolo di supporto e direttore d'azione

(1973) The Devil's Treasure - kao Hsiung - direttore d'azione

(1973) Ambush - extra

(1974) The Wandering Life - ruolo di supporto

(1974) Ultraman The Frozen Staton - extra

(1974) The Skyhawk - Fei Fei - direttore d'azione

(1974) Village of Tigers - ruolo di supporto

(1974) The Tournament - membro dello staff organizzatore del torneo - direttore d'azione

(1974) The Association - ruolo di supporto e direttore d'azione

(1974) Big Brother - stuntman

(1974) Manchu Boxer - Hashimoto - direttore d'azione

(1974) Games Gamblers play - direttore d'azione

(1974) The Shrine of Ultmate bliss - uomo forte di una gang - direttore d'azione

(1974) The Dragon Tramers - ruolo di supporto

(1975) The Man From Hong kong - Win Chan - direttore d'azione

(1975) Hong Kong Superman - ruolo di supporto

(1975) Winner Take All - ruolo di supporto

(1975) Story of Chinese Goods - Extra

(1975) Kung Fu Stars - ruolo di supporto e direttore d'azione

(1975) The Valiant Ones - Hakatatsu - direttore d'azione

(1975) All In The Familiy - uomo del rickshaw

(1975) The Young Rebel - ruolo di supporto

(1975) Bruce Lee, D-Day at Macao - ruolo di supporto

(1975) My Wacky, My Wacky World - ruolo di supporto

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Coreografo dei combattimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Furia gialla (1971)
  • Mani che stritolano (1972)
  • Il drago di Hong Kong [o Agguato a Hong Kong] (1975)
  • Poliziotto privato: un mestiere difficile (1977)
  • L'ultimo combattimento di Chen (1978)
  • Bambole e botte (1985)
  • Le sette spade della vendetta (1993)
  • Thunderbolt (1995)
  • C'era una volta in Cina e America (1997)
  • Double Team - Gioco di squadra, regia di Tsui Hark (1997)
  • Hong Kong colpo su colpo (1998)
  • The Medallion (2003)
  • Ip Man (2008)
  • Ip Man 2 (2010)
  • Ip Man - The Legend Is Born (2010)

Stuntman[modifica | modifica wikitesto]

  • I 3 dell'Operazione Drago (1973)
  • L'ultimo combattimento di Chen (1978)
  • La gang degli svitati (1985)
  • Una hostess tra le nuvole (2003)

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il cinema della vendetta (1994)
  • Jackie Chan: My Story (1998)
  • Moderni gladiatori (2002)
  • The Art of Action (2002)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario dei film di Kung-Fu-Tutti i titoli usciti in Italia (1987) di Lorenzo De Luca, fanzine.
  • Bruce & Brandon Lee: nel nome del drago (1996) di Lorenzo De Luca, Edizioni Mediterranee
  • Bruce & Brandon Lee: i segreti del cinema di arti marziali (1998), di Stephen Gunn, Sperling&Kupfer (ISBN 882002643088I98)
  • Gli eredi di Bruce Lee (2000), di Lorenzo De Luca, Edizioni Mediterranee (ISBN 88-272-1349-X)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN9453057 · LCCN: (ENno97058057 · GND: (DE122309251 · BNF: (FRcb16633637c (data)