I 3 dell'Operazione Drago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I 3 dell'Operazione Drago
I3d'od.png
Una scena del film
Titolo originaleEnter the Dragon
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneHong Kong, USA
Anno1973
Durata89 minuti
Genereazione
RegiaRobert Clouse
SceneggiaturaMichael Allin
ProduttoreRaymond Chow, Fred Weintraub, Paul Heller, Bruce Lee
Casa di produzioneWarner Bros, Concord Production Inc.
FotografiaGilbert Hubbs
MusicheLalo Schifrin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
(EN)

«Don't think. Feel! It is like a finger pointing a way to the moon. Don't concentrate on the finger or you will miss all that heavenly glory!»

(IT)

«Non pensare. Senti! È come un dito che punta alla luna. Non concentrarti sul dito o perderai tutta la gloria del cielo»

(Bruce Lee alias Lee)

I 3 dell'Operazione Drago (Enter the Dragon) è un film del 1973, diretto da Robert Clouse. La pellicola, uscita in prima mondiale il 19 agosto 1973 al Graumann's Chinese Theatre di Los Angeles, ha consacrato il protagonista, Bruce Lee, nell'Occidente.

Nel 2004 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lee, membro del Tempio Shaolin e maestro nelle arti marziali, viene reclutato da un agente del servizio segreto inglese per indagare sui presunti traffici illeciti (di uomini e droga) di un certo Mr. Han, un uomo molto ricco ex membro del Tempio Shaolin, ora corrotto e reietto; questi, ogni tre anni, organizza sulla propria isola un torneo di arti marziali, cui Lee parteciperà sotto copertura per indagare sui traffici dell'uomo e per vendicare la morte della sorella, suicidatasi tempo addietro per sfuggire allo stupro del bodyguard dello stesso Han, O'Hara. Partecipano al torneo altri due contendenti americani, John Roper e Kelly Williams, due ex commilitoni che hanno combattuto assieme in Vietnam. Il primo è in fuga per aver contratto debiti di gioco con la mafia; il secondo è fuggito dagli States dopo aver aggredito due poliziotti razzisti. Nel corso degli eventi che si verificano sull'isola del torneo, Kelly morrà mentre Lee e Roper si uniranno per sgominare Mr. Han.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Questo film è frutto della collaborazione della Warner Bros con la Concord Production di Bruce Lee & Raymond Chow della Golden Harvest Il film costò circa 850.000 dollari, mentre il budget medio dei film di Kung-Fu girati a Hong Kong era di 100.000.

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Lo sceneggiatore Michael Allin aveva scritto un copione che plagiava un po' il Dr. No di James Bond con Sean Connery, ed intitolò il film Blood & Steel. Successivamente la Warner Brothers reintitolò il film Han's Island, ma Lee fece pressioni, in qualità di coproduttore della sua Concord Production Inc., affinché il titolo divenisse Enter the Dragon, che era stato a sua volta il titolo al quale Lee aveva pensato per il suo precedente The Way of the Dragon, noto in Italia come L'urlo di Chen terrorizza anche l'Occidente, del 1972.

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Il ruolo di Kelly doveva essere inizialmente affidato al culturista e attore afro Rokne Tarkington, ma all'ultimo momento fu affidato al campione di Karate Jim Kelly per l'indisponibilità di Tarkington. John Saxon rifiutò inizialmente il copione non credendo nel progetto, Lee poi lo convinse ad accettare ma Saxon preferì un alto salario forfettario (150.000 dollari) alla percentuale sugli incassi offertagli dalla produzione (decisione della quale avrà poi a biasimarsi, visti gli introiti). L'antagonista doveva essere interpretato da Han Ying Chieh, veterano maestro d'armi e caratterista apparso anche nei primi due film di Lee, ma a causa di rancori personali maturati proprio sul set di Dalla Cina con furore, Lee chiamò il più noto Shi Kien, esperto negli stili Kung-Fu del nord e già noto come antagonista nel serial cinematografico Wong Fei Hung. Nel ruolo dell'avversario di Roper appare brevemente Tony Liu, caratterista sotto contratto con la Golden Harvest, apparso anche in Il furore della Cina colpisce ancora e in Dalla Cina con furore.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese furono realizzate quasi tutte su un isolotto di Hong Kong dove maestranze cinesi ricrearono gli ambienti.

Oltre due ore di ciak girati furono poi tagliati e perduti nella sala di montaggio. La versione DVD oggi circolante del film contiene anche il "cappello" inedito di Lee che parla con l'abate del tempio (Roy Chiao) spiegando la sua concezione delle Arti Marziali; questa scena è totalmente assente nelle versioni per le sale circolanti nel 1973. Nella scena in cui Lee affronta lo sfregiato O'Hara, Lee venne incindentalmente ferito dai cocci di bottiglia branditi dall'avversario (il campione di Karate Robert Wall). L'incidente provocò ritardi e una momentanea tensione fra Lee e Wall, che gli stuntmen cinesi sul set accusavano di aver deliberatamente ferito Lee. Lee fu anche morso dal cobra nella scena notturna, ma fortunatamente il rettile era stato deprivato delle ghiandole velenifere. Comunque la primissima scena che Lee girò è quella in cui, arrivato sull'isola, prende possesso della sua stanza e chiede di vedere May Ling. Per alcuni giorni disertò il set con vari pretesti, per far pesare la sua importanza in un braccio di ferro con la produzione americana (ma anche con Raymond Chow, suo socio nell'impresa).

Fu Lee a volere Lalo Schifrin come compositore, giacché Schifrin aveva composto anche la sigla del serial Mission Impossibile, del quale Lee usava a volte ascoltare il 45 giri mentre si allenava per darsi più carica. Alcuni spezzoni di Enter the Dragon, appositamente ridoppiati e rimontati, sono visibili anche nel sequel apocrifo Tower of Death/Game of Death II/L'ultima sfida di Bruce Lee del 1980.

Post-produzione[modifica | modifica wikitesto]

In fase di montaggio oltre due ore di registrazioni sono andate perse.[2]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Questo film è l'ultimo che Lee riuscì a completare pur non riuscendo mai a vederlo; l'attore morì in circostanze misteriose il 20 luglio 1973, un mese prima dell'uscita americana della pellicola, in prima mondiale a Los Angeles il 19 agosto 1973; a Hong Kong uscirà in settembre generando malcontento poiché il pubblico locale non accettava che l'ultimo film di Lee fosse uscito prima in USA che in Asia (per di più Raymond Chow fece rialzare il biglietto di ingresso da 5 a 8 dollari di HK per l'occasione); fu il successo che il "piccolo drago di Hong Kong" cercava in Occidente e che lo avrebbe reso immortale; gli appassionati del genere lo considerano ancora oggi uno dei migliori mai realizzati, per la bravura di Lee non solo nelle sue scene, ma anche per la coreografia che egli curò di persona. Ne fu anche coproduttore, cosceneggiatore non accreditato e diresse alcune scene aggiuntive con la troupe cinese dopo che la troupe americana ebbe finito.

L'incasso in prima uscita fu di oltre 8 milioni di dollari in America, saliti a 91 con le riedizioni e gli incassi sommati negli altri paesi.

Il film uscì in Italia il 23 dicembre 1973, con un incasso in prima visione di 334 milioni di lire. È stato rieditato nelle sale italiane per l'ultima volta nel 1981. È considerato dal Los Angeles Times "Il Via col Vento del genere Kung-Fu". Nell'estate 2016 è stato diffuso un fake sul web riportante l'anniversario dell'uscita del film come 26 luglio 1973 a Hong Kong in prima mondiale, cinque giorni dopo la morte di Lee. Inspiegabilmente tale falsità è stata accreditata anche da siti qualificati come l'Hong Kong Movie Database e Wikipedia stesso nella versione inglese ed è rimbalzata su numerosi siti italici, generando una disinformazione sulla reale distribuzione mondiale del film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Librarian of Congress Adds 25 Films to National Film Registry, Library of Congress, 28 dicembre 2004. URL consultato il 7 gennaio 2012.
  2. ^ 24 curiosità su i 3 dell'operazione drago, su darkarynland.blogspot.it. URL consultato il 2 dicembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN225065748 · LCCN (ENn87915272 · GND (DE7734475-3
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema