Salvatore Magnasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salvatore Magnasco
arcivescovo della Chiesa cattolica
BustoSalvatoreMagnascoPart.jpg
Busto di mons. Magnasco nella Cattedrale di Genova
Template-Metropolitan Archbishop.svg
Incarichi ricoperti
Nato 1º gennaio 1806, Portofino
Ordinato presbitero 1828[1]
Nominato vescovo 22 maggio 1868 da papa Pio IX (poi beato)
Consacrato vescovo 28 giugno 1868 dal cardinale Gustav Adolf von Hohenlohe-Schillingsfürst
Elevato arcivescovo 27 ottobre 1871 da papa Pio IX (poi beato)
Deceduto 12 gennaio 1892, Genova

Salvatore Magnasco (Portofino, 1º gennaio 1806Genova, 12 gennaio 1892) è stato un arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque il 1° gennaio 1806 a Portofino.

Studiò presso il seminario di Genova ed ebbe come professore Antonio Maria Gianelli. Venne ordinato presbitero nel 1828 a Savona.

Fu professore di teologia speculativa nel seminario di Genova.

Nominato vescovo titolare di Bolina ed ausiliare per l'arcidiocesi di Genova il 7 maggio 1867 da papa Pio IX, fu consacrato vescovo dal cardinale Gustav Adolf von Hohenlohe-Schillingsfürst, coconsacranti gli arcivescovi Paolo Brunoni e François Marinelli.

Tra il 1869 ed il 1870 partecipò ai lavori del Concilio Vaticano I.

Il 27 ottobre 1871 fu eletto arcivescovo di Genova.

Morì nel capoluogo ligure il 12 gennaio 1892, poco dopo aver compiuto 86 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Data incerta

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Bolina Successore BishopCoA PioM.svg
Guy Ignatius Chabrat, P.S.S. 22 maggio 1868 - 27 ottobre 1871 Ignazio Persico, O.F.M.Cap.
Predecessore Arcivescovo metropolita di Genova Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Andrea Charvaz 27 ottobre 1871 - 12 gennaio 1892 Tommaso Reggio
Controllo di autorità VIAF: (EN59889710 · LCCN: (ENn98077795 · SBN: IT\ICCU\SBLV\205514 · ISNI: (EN0000 0000 6143 4524 · GND: (DE119227118 · BAV: ADV11031732 · CERL: cnp00550582