Sântimbru (Alba)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sântimbru
comune
Sântimbru – Stemma
Sântimbru – Veduta
La chiesa calvinista ungherese
Localizzazione
Stato Romania Romania
Regione Wappen Großfürstentum Siebenbürgen.png Transilvania
Distretto Actual Alba county CoA.png Alba
Amministrazione
Sindaco Ioan Iancu Popa[1]
Territorio
Coordinate 46°08′00″N 23°39′00″E / 46.133333°N 23.65°E46.133333; 23.65 (Sântimbru)Coordinate: 46°08′00″N 23°39′00″E / 46.133333°N 23.65°E46.133333; 23.65 (Sântimbru)
Altitudine 216 m s.l.m.
Superficie 44,28[2] km²
Abitanti 2 963[3] (1o gennaio 2009)
Densità 66,92 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 517675
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Sântimbru
Sântimbru
Sântimbru – Mappa
Posizione di Sântimbru nel distretto di Alba
Sito istituzionale

Sântimbru (in ungherese Marosszentimre oppure Szentimre, in tedesco Emerichsdorf, Emrichsdorf oppure Sankt Emerich), è un comune rumeno di 2.963 abitanti, situato nel distretto di Alba, nella regione storica della Transilvania. È formato da un insieme di cinque villaggi: Coșlariu, Dumitra, Galtiu, Sântimbru, Totoi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo dell'invasione mongola, nel XIII secolo, la zona era principalmente abitata da una stirpe sassone condotta in Romania da re ungheresi, popolazione che rifiutò la dominazione turca. Fino al XVIII secolo nel comune viveva una maggioranza di ungheresi, fino a quando iniziarono a stabilirsi gruppi di rumeni.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel XV secolo venne costruita da János Hunyadi (Iancu de Hunedoara) l'attuale chiesa riformata, al posto di una chiesa preesistente risalente al XII secolo, andata distrutta nel 1442 nel corso di una battaglia contro i turchi che si svolse nella zona. All'interno conserva frammenti di affreschi del XV-XVI secolo. Uno di essi si raffigura un Gesù piangente per Gerusalemme, una rappresentazione artistica molto rara. Nel 2008 la chiesa è stata quasi completamente restaurata, anche se sulla collina di fronte spicca una nuovissima chiesa ortodossa rumena.

La chiesa ortodossa rumena
L'altra chiesa ortodossa

Vita economica[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo dimora di una stirpe di foderatori, oggi la città è sede di diverse fabbriche di mattoni, e importante centro per la produzione di foraggio e il pollame.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'impero austro-ungarico la città era sede di una scuola cattolica. Ora, al suo posto vi sono dei palazzi popolari, una biblioteca, una discoteca, e un cinema.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RO) Sito ufficiale del distretto di Alba (PDF), cjalba.ro. URL consultato il 06 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2007).
  2. ^ (RO) Scheda su ghidul primariilor, ghidulprimariilor.ro. URL consultato il 06 ottobre 2010.
  3. ^ (RO) Dati al 1 gennaio 2009 forniti dall'Institutul National de Statistica (XLS), insse.ro. URL consultato il 06 ottobre 2010.
Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romania