Riserva naturale orientata Laghetti di Marinello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Riserva naturale orientata
Laghetti di Marinello
Reserve of the Lakes of Marinello - View from the New Sanctuary of the Madonna del Tindari (1598), Tindari, Sicily, Italy, August 2018 (48531568987).jpg
Tipo di areaRiserva naturale regionale
Codice WDPA178908
Codice EUAPEUAP1108
StatiItalia Italia
RegioniSicilia Sicilia
ProvinceMessina Messina
ComuniPatti
Superficie a terra401,25 ha
Provvedimenti istitutiviD.A. 745/44 del 10.12.98
GestoreProvincia di Messina
Mappa di localizzazione

Coordinate: 38°08′39.84″N 15°02′32.28″E / 38.1444°N 15.0423°E38.1444; 15.0423

La riserva naturale orientata Laghetti di Marinello è un'area naturale protetta situata nel comune di Patti, in provincia di Messina. La riserva occupa oltre 400 ettari ed è stata istituita nel 1998.[1]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Panorama della riserva orientata e del Santuario della Madonna Nera.

Situata sotto il promontorio del Santuario di Tindari, l'area lagunare di Marinello è sottoposta a molte variazioni morfologiche del territorio che, modificando la costa, creano laghetti del litorale salmastri.

Il trasporto sulla costa di sabbia e ghiaia è dovuto all'approfondimento del fondale marino, dovuto all'azione, in questo caso, del Mar Tirreno.

L'origine dei Laghetti Marinello è fatta risalire al 1877, dopo l'"elezione" dell'Istituto idrografico della Marina, il quale sosteneva l'inesistenza della formazione sabbiosa che già era presente. Sulle pareti prospicienti sono presenti diverse grotte.

  • Lago Marinello;
  • Lago Mergolo della Tonnara;
  • Lago Porto Vecchio;
  • Lago Fondo Porto;
  • Lago Verde;
  • Lago Nuovo.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei laghetti della laguna.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Tra le specie dell'ittiofauna segnalate nella riserva merita una menzione il ghiozzetto macrocefalo (Millerigobius macrocephalus) un piccolo ghiozzo che vive a modeste profondità sui fondali fangosi del laghetto "Verde", in passato erroneamente identificato come Buenia affinis. Altre specie ittiche presenti sono l'anguilla, il latterino capoccione, il cefalo bosega, il ghiozzo nero, il ghiozzetto minuto, la bavosa pavone e il pesce ago, a cui si aggiungono, negli ambienti a salinità marina, il grongo, la spigola e la mormora[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  2. ^ Laghetti di Marinello - Ittiofauna [collegamento interrotto], in Area dello stretto. URL consultato il 16 maggio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]