Richard de Fournival

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Richard de Fournival (Amiens, 10 ottobre 1201Amiens, 1 marzo 1260 (?)) è stato un poeta e scienziato francese. È noto tra i trovieri soprattutto per il suo Bestiario d'amore.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Richart de Fornival nacque ad Amiens nel 1201, figlio del medico personale di Filippo Augusto (re di Francia tra il 1165 e il 1123), Roger de Fournival. Fu uomo di immensa cultura ed erudizione. I suoi interessi erano smisurati: ebbe interessi matematici, alchimistici, astronomici, nonché filosofici e letterari. Esercitò anche la chirurgia, dopo aver ricevuto l'autorizzazione del Papa Gregorio IX. Ebbe anche una fortunata carriera religiosa: prima cappellano, divenne poi cancelliere della chiesa di Amiens. Raccolse una delle biblioteche più importanti del suo tempo, che costituisce il nucleo più antico dell'attuale biblioteca della Sorbona. È ricordato principalmente nella storia della letteratura: padroneggiava, infatti, sia il latino che il francese, sia la prosa che i versi.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Latine[modifica | modifica sorgente]

  • Biblionomia: è un catalogo contenente ben 162 volumi di una biblioteca reale, ulteriore prova della vasta cultura scienfico-filosofica di Richart[1]
  • De vetula (attribuita)
  • Nativitas: un'autobiografia astrologica che testimonia la grande cultura dell'autore in tale campo (scritta non dopo il 1239)
  • De Arte Alchemica

Volgari[modifica | modifica sorgente]

  • Amistiés (attribuita): è un trattato sull'amore, ispirato a Pietro di Blois, De amicitia christiana
  • Consaus d’amours: trattato sull'amore in forma di risposta fittizia a lettere della sorella. Consta di una parte teorica e di una narrativa[2]; ha molte consonanze col Bestiaires d'amour, tra le quali l'uso di exempla zoologici[3]
  • Commens d'amours: trattato di seduzione utile al fins amans; è una raccolta di exempla di derivazione letteraria classica e romanzesca
  • Liriche: Sono 21 canzoni (3 di dubbia attribuzione[4]). Le prime 16 canzoni sono di tipo cortese[5], seguite da 2 jeux-partis fra Richart e Gautier.[6]
  • Puissance d'amours (attribuita): dialogo tra il discepolo innamorato e il proprio maestro; vi si trova un'ispirazione cappellaniana

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ secondo questa tesi di Birkenmajer e Glorieux dovrebbe identificarsi con la biblioteca di Richart a Amiens, prima biblioteca pubblica d'Europa. I 162 volumi poi sarebbero finiti in cataloghi di altre biblioteche, alla morte dell'autore: oggi si ha certezza di manoscritti appartenuti a Richart, conservati alla Bibliothèque Nationale
  2. ^ ispirata al De amore di Andrea Cappellano
  3. ^ elementi importanti ai fini della dimostrazione di autenticità, vd. Speroni,Il «Consaus d'amours»
  4. ^ si tratta di una canzone alla vergine, di una canzone di crociata e di una chanson de femme
  5. ^ in contraddizione con la natura dell'amore nel Bestiario, nelle liriche non c'è traccia di metafore animali
  6. ^ vedi Lepage L'oeuvre lyrique de Richard de Fournival

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Per approfondire la biografia di Richart:

  • P. Paris, Notice sur la vie et les ouvrages de Richard de Fournival, Bibliothèque de l'Ecole des Chartes, 2, 1840-1841, pp. 32–56.
  • L'oeuvre lyrique de Richard de Fournival, ed. crit. Lepage, Ottawa, ed. de l'Université d'Ottawa 1981, Introduction pp. 9–12

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 88928483 LCCN: n82020141