Baudouin des Auteus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Baudouin des Auteus, in latino Balduinus de Altaribus (... – ...), è stato un troviero piccardo attivo all'inizio del XIII secolo, probabilmente originario di Autheux, nei pressi di Doullens[1]. I due componimenti poetici a lui attribuiti sono entrambi contesi per quanto concerne la loro autorialità."[2]

La canzone M'ame et mon cors doing a celi viene documentata con due diverse melodie, una nella tradizione del manoscritto della BnF F-Pa 5198 e un'altra nel Chansonnier du Roi e nel Chansonnier de Noailles. La seconda melodia è non-ripetitiva, mentre il componimento poetico è isometrico. L'altra canzone ascritta in alcuni manoscritti a Baudouin è Avril ne mai, froidure ne let tans, ugualmente isometrica, decasillabica, con stanze di otto versi. Sebbene venga anche ascritta a Gace Brulé, l'attribuzione a Baudouin è più verosimile.[3]

Venne una volta suggerito che Baudouin des Auteus fosse lo stesso Baudouin che partecipò in alcuni jeux partis con Teobaldo I di Navarra, ma ciò non è verificabile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) François-Xavier Féghali (1875), "Baudouin des Auteus, ou des Autheux," Dictionnaire des noms, surnoms et pseudonymes latins de l'histoire littéraire du Moyen Age (1100 à 1530), Alfred Franklin, ed. (Paris: Librairie de Firmin-Didot et Cie).
  2. ^ (EN) Theodore Karp, "Baudouin des Auteus," Grove Music Online, Oxford Music Online (url consultato il 20 settembre 2008).
  3. ^ (EN) Theodore Karp (1962), "Borrowed Material in Trouvère Music," Acta Musicologica, 34(3), 98.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie