Purple Rain (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Purple Rain
Purple Rain film.png
Prince in una scena del film
Titolo originale Purple Rain
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1984
Durata 111 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, musicale
Regia Albert Magnoli
Sceneggiatura Albert Magnoli e William Blinn
Produttore Robert Cavallo, Stephen Fargnoli e Joseph Ruffalo
Casa di produzione Warner Bros.
Fotografia Donald E. Thorin
Montaggio Albert Magnoli e Ken Robinson
Musiche Michel Colombier, John L. Nelson e Prince
Scenografia Ward Preston e Anne D. McCulley
Interpreti e personaggi
Premi
Oscar mini icon.png Oscar alla migliore colonna sonora (originale con canzoni) 1985

Purple Rain (Purple Rain) è un film del 1984 diretto da Albert Magnoli e scritto da Magnoli e William Blinn. Nel cast è da annoverare la presenza di Prince, che ne curò anche la colonna sonora. Il film incassò all'uscita negli USA circa 68,4 milioni di $ e aveva totalizzato al 2009 un incasso stimato intorno ai 140 milioni di $.

Nel 1990 ne è uscito il sequel, Graffiti Bridge.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

"The Kid" è un giovane cantante di colore che si esibisce in un night club in competizione con altre due band. Egli è affiancato, nelle esibizioni canore e nell'animazione dei balli, dalla sua band nominata "The Revolution". A questa vita notturna soddisfacente se ne affianca una familiare deprimente, a causa dei suoi genitori litigiosi e violenti.

Incontrata la cantante Apollonia, si sente attratto da lei e ne è ricambiato, ma la donna gli confessa di volersi esibire con un gruppo funk rivale, capeggiato da Morris, il quale ostenta in maniera sprezzante e provocatoria la propria volontà di distruggere Kid nel successo e nell'amore.

La carriera di Kid appare a questo punto in declino. Ma un ennesimo litigio dei genitori, finito con l'ospedalizzazione del padre a causa di un tentato suicidio, determina una riflessione da parte di Kid e la conseguente decisione di prendere in considerazione un pezzo scritto dalle ragazze della sua band, che porterà alla composizione della mitica Purple Rain, restituendogli successo, stima e amore.

Location[modifica | modifica wikitesto]

Girato interamente a Minneapolis negli Stati Uniti, in alcune scene si possono vedere vari monumenti come il "Centro IDS", la "Corte di Cristallo", (che si trova all'interno dello stesso Centro), o il leggendario nightclub First Avenue.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il film è commentato dalla colonna sonora omonima curata da Prince and The Revolution. Dalla colonna sonora sono usciti due singoli che si sono posizionati in vetta alle classifiche, "When Doves Cry" e la canzone di apertura "Let's Go Crazy", così come "Purple Rain", che ha raggiunto la posizione numero due. Il film ha vinto un Oscar alla migliore colonna sonora. La colonna sonora ha venduto oltre 15 milioni di copie solo negli Stati Uniti, e 25 milioni in tutto il mondo. Il film ha anche coinciso con gli album di spin-off dei The Time, Ice Cream Castle e le Apollonia 6 per il loro album omonimo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. "Let's Go Crazy" – Prince and the Revolution
  2. "Jungle Love" – The Time
  3. "Take Me with U" – Prince and the Revolution featuring Apollonia
  4. "Modernaire" – Dez Dickerson and the Modernaires
  5. "The Beautiful Ones" – Prince and the Revolution
  6. "When Doves Cry" – Prince
  7. "Computer Blue" – Prince and the Revolution
  8. "Darling Nikki" – Prince and the Revolution
  9. "Sex Shooter" – Apollonia 6
  10. "The Bird" – The Time
  11. "Purple Rain" – Prince and the Revolution
  12. "I Would Die 4 U" – Prince and the Revolution
  13. "Baby I'm a Star" – Prince and the Revolution

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]