Portale:Ohio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Portale Ohio
Seal of Ohio.svg
Seal of Ohio.svg




WIKIPEDIA
PORTALE OHIO
Ohio
Flag of Ohio.svg

L'Ohio è uno Stato federato degli Stati Uniti d'America. Fu il primo e più orientale tra gli Stati del Midwest ammessi nell'Unione in base alla Northwest Ordinance. Deve il suo nome al fiume omonimo, che limita il confine meridionale dello Stato.

Ohio è una parola irochese che significa "bel fiume"/"bella terra".

La sua capitale è Columbus, sede di aziende commerciali ed industriali.

L'economia dello Stato si basa su importanti insediamenti agricoli ed industriali; in particolare Cleveland, la più grande area metropolitana dell'Ohio, è considerata la capitale mondiale dello pneumatico.

Lo stato risulta essere il 34º stato più esteso, ma il 7° per popolazione, e il 9° più densamente popolato, tra tutti i 50 stati USA.

Leggi la voce...
Geografia
Cuyahoga River.jpg

Il Cuyahoga è un fiume dell'Ohio nordorientale, negli Stati Uniti, noto per essere "il fiume che ha preso fuoco", stimolando il movimento ambientalista alla fine degli anni sessanta. Il suo nome è la parola irochese che significa "fiume tortuoso".

Il Cuyahoga nasce ufficialmente presso Burton, nella contea di Geauga, dalla confluenza di due corsi d'acqua denominati "East Branch Cuyahoga River" e "West Branch Cuyahoga River" (cioè "lato orientale" e "occidentale" del Cuyahoga). Da qui scorre verso sud fino a Cuyahoga Falls, dove si gira verso nord: passa attraverso il Cuyahoga Valley National Park, nella contea di Summit e nella contea di Cuyahoga, e poi attraversa Indipendence, Valley View, Cuyahoga Heights, Newburg Heights e infine Cleveland, sfociando nel Lago Erie. Il bacino del Cuyahoga, vasto 2100 km2, si estende su sei contee.

Il fiume è una formazione geologica relativamente giovane, formato dall'avanzamento e il ritiro delle lastre di ghiaccio durante l'ultima era glaciale. Il ritiro finale dei ghiacciai, avvenuto circa 10.000 o 12.000 anni fa, causò un cambiamento nel sistema di drenaggio vicino Akron, portando il fiume, che scorreva verso sud, a dirigersi verso nord; il fiume poi scavò il suo corso attorno alle morene, creando l'odierna tortuosità: dei circa 50 km originari, il fiume si allungò fino ai 160 km.

Leggi la voce...
Biografie
Neil Armstrong pose.jpg

Neil Alden Armstrong (Wapakoneta, 5 agosto 1930Cincinnati, 25 agosto 2012) è stato un astronauta e aviatore statunitense, primo uomo a posare piede sulla Luna il 20 luglio 1969. Prima di diventare un astronauta, Armstrong fu ufficiale nella United States Navy e partecipò alla Guerra di Corea. Dopo la guerra, conseguì una laurea di primo livello presso la Purdue University e servì come pilota collaudatore presso il National Advisory Committee for Aeronautics, dove effettuò più di 900 voli. Successivamente completò gli studi alla University of Southern California.

Partecipante ai programmi Man in space soonest della U.S. Air Force, con il quale gli statunitensi si proponevano di vincere la corsa allo spazio nei confronti dei sovietici, e del Boeing X-20 Dyna-Soar, per lo sviluppo di uno spazioplano, Armstrong entrò a far parte del NASA Astronaut Corps nel 1962. Il suo primo volo spaziale fu in qualità di comandante nella missione Gemini 8: uno dei primi civili a divenire astronauta. Durante questa missione, Armstrong e il pilota David Scott effettuarono il primo aggancio fra due navi spaziali in orbita.

La sua seconda e ultima missione spaziale lo vide comandante, nel luglio del 1969, dell'Apollo 11, che realizzò il primo allunaggio con uomini a bordo del Programma Apollo. Nella missione, insieme a Buzz Aldrin, Armstrong effettuò un'attività extraveicolare sul suolo lunare per 2 ore e mezza, mentre il terzo membro dell'equipaggio, Michael Collins, era rimasto in attesa sul modulo di comando in orbita intorno alla Luna. Al ritorno sulla Terra, ad Armstrong, così come ai suoi due compagni di missione Collins e Aldrin, fu conferita la Medaglia presidenziale della libertà dal presidente Richard Nixon. Ricevette inoltre la Congressional Space Medal of Honor nel 1978 da Jimmy Carter e la Medaglia d'oro del Congresso nel 2009.

Leggi la voce...
Città
Giorcescincinnati8.jpg

Cincinnati è una città nel sud ovest dell'Ohio, Stati Uniti d'America. Sorge sul fiume Ohio ed è capoluogo della contea di Hamilton.

Ha diversi soprannomi, come "The Queen City", "The Queen of the West", "The Blue Chip City", "The City of Seven Hills" e "Cincinnata". Qualche volta il suo nome è abbreviato in "Cincy", "Cinci", "Cinti" oppure "The 'Nati".

Secondo il censimento del 2000, Cincinnati aveva una popolazione di 331.285 abitanti, che ne facevano la terza città dell'Ohio. Considerando l'area urbana, che si estende anche nel Kentucky e nell'Indiana, i residenti superano i due milioni. La città è sede di molte grosse società commerciali come Procter & Gamble, Kroger, Federated Department Stores (proprietaria di Macy's e Bloomingdale's), Chiquita Brands International, Great American Insurance Company, U.S. Playing Card Company e Fifth Third Bank.

Per i cattolici il santo patrono della città è San Roberto Bellarmino.

Definita da sempre la prima città dell'Ohio, Cincinnati vive della rivalità con Cleveland, anche in campo sportivo, specie nell'NFL. A tal proposito basti citare il popolare coro "In Ohio only Cincinnati" oppure "Cincy, the one n' only", usato soprattutto nelle partite di College Football.

Leggi la voce...
Storia
Treaty of Greenville.jpg

La guerra indiana del Nord-Ovest (1785–1795), nota anche come guerra di Piccola Tartaruga, fu una guerra combattuta tra Stati Uniti d'America ed una confederazione di numerose tribù di nativi per il controllo del Territorio del nord-ovest. Seguì secoli di conflitti per questo territorio, prima tra le tribù native e poi con le alleanze tra tribù ed europei: Francia, Gran Bretagna ed i loro coloni.

Con il trattato di Parigi (1783) che aveva posto fine alla guerra di indipendenza americana, la Gran Bretagna aveva ceduto agli Stati Uniti d'America il "controllo" del Territorio del nord-ovest, allora occupato da numerose tribù di nativi americani. Nonostante il trattato, i britannici mantennero fortezze e leggi che sostenevano i nativi del territorio. Il presidente George Washington guidò lo United States Army a bloccare le ostilità tra nativi e coloni, forzando la sovranità statunitense sul territorio. L'U.S. Army, composto soprattutto da reclute non addestrate subì molte sconfitte, compresa quella della campagna di Harmar (1790) e la sconfitta di Saint Clair (1791), a vantaggio dei nativi. Circa 1000 soldati furono uccisi e gli Stati Uniti patirono più perdite dei propri avversari.

Dopo il disastro di Saint Clair Washington ordinò ad un eroe della guerra di indipendenza, il generale "Mad" Anthony Wayne, di organizzare ed addestrare un gruppo d combattimento. Wayne assunse il comando della neonata Legion of the United States alla fine del 1793. Guidò i propri uomini nella decisiva vittoria della battaglia di Fallen Timbers nel 1794. Le tribù sconfitte furono obbligate a cedere agli statunitensi gran parte del territorio, compresa buona parte dell'odierno Ohio, tramite il trattato di Greenville del 1795.

Leggi la voce...
Natura
LakeErie-2.jpg

Il Lago Erie è uno dei cinque maggiori laghi della zona dei Grandi Laghi nell'America settentrionale, che comprende alcuni dei più estesi laghi d'acqua dolce del mondo. Lo stesso lago Erie è il tredicesimo lago al mondo per superficie, anche contando laghi d'acqua salata come il Mar Caspio ed il Lago d'Aral. Esso copre circa 24 000 km², con una profondità media di 19 metri, per cui contiene "solo" 483 km cubi d'acqua (il più vasto dei Grandi Laghi, il Lago Superiore, ha un volume di oltre 12.000 km cubi).

Il principale immissario del lago Erie è il fiume Detroit (che proviene dal Lago Huron), mentre il suo unico emissario è il fiume Niagara, che conduce al Lago Ontario, sul quale si trovano le famose cascate. Il collegamento con il lago Ontario è assicurato anche dal canale Welland, che permette alle navi di superare la differenza di livello delle cascate.

Essendo il meno profondo dei Grandi Laghi, (quindi con relativamente minori quantità di acqua) e per i massicci insediamenti industriali nelle sponde Sud, il lago Erie divenne estremamente inquinato negli anni sessanta e settanta, tanto che tutti i pesci morirono. Nel 1969 l'"incendio" del fiume Cuyahoga tributario del lago Erie, mise a nudo la situazione: l'inquinamento dovuto alle industrie di Cleveland e di altre città dell'Ohio era talmente elevato che la superficie del fiume, (sulla quale giacevano enormi quantità di residui oleosi) prese fuoco.

Leggi la voce...
Immagine in evidenza


Portali collegati
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America