Platybelodon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Platybelodon
Stato di conservazione: Fossile
WPHubeiPlatybeladon.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Proboscidea
Famiglia Gomphotheriidae
Genere Platybelodon
Specie
  • P. danovi
  • P. grangeri

Il platibelodonte (gen. Platybelodon) era un parente preistorico dell'elefante vissuto nel Miocene superiore. I suoi resti sono stati rinvenuti in Europa orientale, in Asia, in Africa e forse in Nordamerica.

Una pala per dragare i fiumi[modifica | modifica sorgente]

La caratteristica principale di questo strano proboscidato era rappresentata dal muso: esso era caratterizzato da un insolito sviluppo delle zanne inferiori, estremamente allargate. I due giganteschi denti, larghi e piatti, erano accostati l'uno all'altro e andavano a formare un vero e proprio “badile”. Le zanne superiori, invece, erano piuttosto corte e affiancavano probabilmente quella che doveva essere una proboscide corta e piatta.

Questa straordinaria struttura doveva servire probabilmente a raccogliere quanto più materiale vegetale possibile nelle zone fangose e paludose nei pressi degli specchi d'acqua. Il platibelodonte, quindi doveva passare gran parte del suo tempo "dragando" i fiumi bassi alla ricerca di alghe e di piante.

Parentele ed evoluzione[modifica | modifica sorgente]

Il platibelodonte si è originato nel corso del Miocene da proboscidati poco specializzati come Gomphotherium. L'aumento delle dimensioni (il platibelodonte era grande come un elefante odierno) e la strana specializzazione della mandibola permisero a questo animale di raggiungere un successo evolutivo notevole e di prosperare per svariati milioni di anni.

Una specie primitiva, P. danovi, è conosciuta nella Russia europea, mentre la specie più famosa e più evoluta, P. grangeri, proviene dalla Mongolia. Da notare che altri animali simili, ma probabilmente non strettamente imparentati (ad esempio Gnathobelodon e Amebelodon) si diffusero in Nordamerica più o meno nello stesso periodo, segno che la specializzazione delle zanne "a pala" doveva essere davvero utile.

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Una ricostruzione di platybelodonte è presente nel Parco della Preistoria di Rivolta d'Adda, mentre viene attaccato da un Macairodo, un felino dai denti a sciabola.

Dei platibelodonti sono presenti ne la saga de L'era glaciale, rispettivamente nel secondo, nel terzo e nel quarto.

Platybelodon molare
Statua di platibelodonte

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]