L'era glaciale 2 - Il disgelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il videogioco, vedi L'era glaciale 2 - Il disgelo (videogioco).
L'era glaciale 2 - Il disgelo
Eraglaciale2-2006.png
Crash, Ellie, Eddie, Manny, Sid e Diego in una scena del film
Titolo originaleIce Age: The Meltdown
Paese di produzioneUSA
Anno2006
Durata87 min
Rapporto1.85:1
Genereanimazione, avventura, commedia
RegiaCarlos Saldanha
SoggettoPeter Gaulke, Gerry Swallow
SceneggiaturaPeter Gaulke, Gerry Swallow, Jim Hecht
Casa di produzione20th Century Fox
Distribuzione (Italia)20th Century Fox
MusicheJohn Powell
Art directorPeter DeSeve
AnimatoriBlue Sky Studios
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

L'era glaciale 2 - Il disgelo è un film d'animazione del 2006, sequel di L'era glaciale (2002) e secondo film della saga. Nel 2009 è uscito il sequel L'era glaciale 3 - L'alba dei dinosauri. Creato negli Blue Sky Studios e prodotto da 20th Century Fox, L'era glaciale 2 è stato diretto da Carlos Saldanha.

Il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti il 31 marzo 2006; in Italia invece il 21 aprile 2006.

Nel film, come nel primo episodio, appare Scrat: un maldestro scoiattolo perennemente in difesa della sua ghianda.

Il teaser trailer del film è uscito nei cinema americani il 12 aprile 2005.

Il film è ambientato tre mesi dopo gli eventi del primo film, tre anni prima del terzo film, diciannove anni prima del quarto film e ventidue anni prima del quinto film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il mammut Manfred, il bradipo Sid e la tigre smilodonte Diego vivono insieme agli altri animali in un'ampia valle circondata dal ghiaccio, dove Sid ha aperto un parco divertimenti. Tony lo Svelto, un armadillo gigante che si guadagna da vivere facendo il venditore ambulante, rivela a tutti che sta per verificarsi una grande inondazione che allagherà la valle e sarà il preludio della fine del mondo. Inizialmente nessuno gli crede, ma poi Manny, Diego e Sid, durante il salvataggio del bradipo che stava per buttarsi da un'alta parete ghiacciata per dimostrare il suo coraggio, osservano le condizioni del ghiaccio che circonda la valle, constatando che si sta rapidamente sciogliendo. L'era glaciale sembra infatti essersi conclusa e il caldo che è subentrato sta sciogliendo i ghiacci: la valle in cui vivono gli animali è in realtà una conca, che rischia di essere riempita dall'acqua.

Manny, Diego e Sid cercano di mettere in guardia gli altri animali del pericolo, ma non vengono presi sul serio fino a quando un avvoltoio conferma la scoperta dei tre: l'unica speranza di sopravvivenza per gli animali è una barca situata nella parte opposta della conca. L'avvoltoio minaccia inoltre di mangiare tutti quelli che moriranno nel tentativo di mettersi in salvo. Gli animali si mettono immediatamente in marcia verso la barca, avendo a disposizione solo tre giorni di tempo prima che l'inondazione si verifichi.

Durante il viaggio Manny, Diego e Sid incontrano una mammut, Ellie. Manny scopre così di non essere l'ultimo esemplare della sua specie, come tutti credevano e gli rinfacciavano continuamente, e per questo si rallegra, anche se poi rimane stupefatto quando nota che Ellie è fermamente convinta di essere un opossum e si comporta come tale. La mammut, che viaggia insieme ai suoi fratelli Eddie e Crash, due opossum dispettosi e burloni, accetta di unirsi al gruppo di Manny, Diego e Sid su richiesta di quest'ultimo, che vuole avvicinare i due mammut, consapevole del fatto che insieme potrebbero salvare la loro specie.

Attraversando una superficie ghiacciata poco sicura a causa del caldo, il gruppo si imbatte in Tornado e Cretaceo, due rettili marini appena liberatisi dal ghiaccio nel quale erano rimasti ibernati. I due rettili manifestano subito le loro cattive intenzioni e attaccano il gruppo, ma vengono messi in fuga da Manny. Durante lo scontro, viene alla luce la più grande paura di Diego: l'acqua. Nonostante la tigre rifiuti di considerarsi "preda" dell'acqua, Sid lo aiuta incoraggiandolo e spiegandogli come nuotare.

Il viaggio prosegue e il gruppo sosta presso un luogo in cui Ellie ricorda di essere già stata. La mammut ricorda così la sua storia e si rende conto di non essere un opossum: rimasta orfana dei genitori quando era ancora piccola, Ellie aveva incontrato in quel luogo la madre di Eddie e Crash, che l'aveva adottata. Avendo vissuto tra gli opossum, Ellie non si era mai resa conto di essere un mammut. Manny, innamorato, approccia la femmina in modo goffo, tentando di spiegarle che, essendo probabilmente gli ultimi due mammut rimasti sulla Terra, hanno il dovere di accoppiarsi per salvare la propria specie. Ellie non apprezza queste parole e si allontana arrabbiata. Il gruppo prosegue il cammino anche di notte, ma senza rendersene conto si ritrova su un gruppo di rocce pericolanti circondate da un profondo precipizio, inizialmente nascosto dalla nebbia. Per non litigare e rischiare di precipitare, Manny ed Ellie si riconciliano e collaborano per salvare il gruppo.

Trascorsa la notte, durante la quale Sid viene rapito nel sonno da un gruppo di piccoli bradipi che cercano senza successo di sacrificarlo per scongiurare il disgelo dei ghiacci, il gruppo si rimette in cammino e giunge quasi a destinazione: per poter raggiungere la barca, posta in cima ad una collina, Manny, Eddie, Sid, Diego, Crash e Eddie devono superare una zona piena di geyser che esplodono di continuo. Manny vuole attraversarla per non perdere tempo, mentre Ellie preferirebbe aggirarla per non rischiare la vita: i due mammut discutono e il gruppo si divide. Manny, Sid e Diego riescono a superare i geyser e iniziano a cercare Ellie, chiedendo informazioni agli altri animali che nel frattempo stanno salendo sulla barca, ma la mammut, insieme a Crash e Eddie, è rimasta intrappolata in una grotta.

Intanto, le pareti di ghiaccio della conca iniziano a cedere e l'acqua comincia ad invadere la valle: mentre gli animali si affrettano a salire sulla barca, Eddie e Crash riescono a uscire dalla grotta e raggiungono Manny, chiedendogli aiuto e portandolo da Ellie. Ma mentre Manny cerca con l'ausilio di un tronco di liberare l'ingresso della grotta, l'acqua ha ormai raggiunto il luogo: Crash, Eddie e Sid si trovano in pericolo sui rami di un arbusto in procinto di essere sommerso, ma Diego riesce a superare la sua paura dell'acqua e porta in salvo il bradipo e gli opossum. Nel frattempo, Tornado e Cretaceo raggiungono la grotta, ormai completamente sommersa, in cerca di prede. I due rettili attaccano Manny, ma questi riesce a sconfiggerli: quando Tornado e Cretaceo caricano il mammut, questi si sposta e i due rettili colpiscono il tronco incastrato nell'ingresso della caverna. I macigni che ne bloccavano l'ingresso cadono sui rettili e li schiacciano.

Ellie e Manny si salvano e il gruppo si riunisce al completo, ma si ritrova circondato dall'acqua in cima ad una collina. Intanto, lo scoiattolo Scrat è riuscito dopo mille tentativi a impadronirsi della sua amata ghianda e la usa per scalare una parete ghiacciata e mettersi in salvo. Senza volerlo, tuttavia, Scrat crea una lunga spaccatura nella parete, che si apre in due: l'acqua che aveva allagato la valle vi defluisce e lo scoiattolo viene trascinato via dalla corrente. Manny, Ellie, Diego, Sid, Eddie e Crash si salvano appena in tempo, così come gli altri animali saliti sulla barca, e la situazione ritorna alla normalità. Sotto lo sguardo sorpreso di tutti i presenti, compare anche un grande branco di mammut, che era scappato per sfuggire all'inondazione: la specie di Manny ed Ellie non è dunque estinta come tutti pensavano. Manny, incoraggiato da Diego e Sid, si dichiara in amore ad Ellie, spiegando che i due non sono obbligati a stare insieme, ma questo è semplicemente ciò che entrambi vogliono: a questo punto la mammut lo accetta. Manny ed Ellie non si uniscono ai loro simili, preferendo di rimanere insieme a Sid, Diego, Crash e Ellie, ai quali si ricongiungono.

Scena dopo la fine

Scrat sta vivendo un'esperienza di pre-morte e si ritrova nel paradiso degli scoiattoli. Qui ci sono ghiande in abbondanza, ma lo scoiattolo è attirato soprattutto da una ghianda gigante, che però non riesce a raggiungere: poco prima che possa toccarla, Scrat viene allontanato dal paradiso da un'improvvisa folata di vento e si risveglia sulla Terra. Sid lo ha rianimato, salvandogli la vita, ma Scrat si infuria per non poter più toccare la ghianda gigante e insegue il bradipo picchiandolo.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Manny è un burbero e scontroso mammut che ha però un cuore d'oro: il suo malanimo è dettato dal fatto che la sua famiglia è stata uccisa dagli uomini in una battuta di caccia, e crede poi di essere l'ultimo membro della sua specie. Alla fine lui ed Ellie diventano compagni per la vita.
  • Sid è il membro fondatore del branco. È un Megalonyx (bradipo) imbranato e chiacchierone, ma buono e molto leale. È l'unico del branco capace di accendere un fuoco. In questo film è venerato da una tribù di piccoli bradipi come Re Fuoco e aiuta Diego a superare la sua paura dell'acqua.
  • Diego è una tigre dai denti a sciabola; all'inizio, scontroso e diffidente, cercava con il suo branco di catturare il bambino salvato e preso in custodia da Manny e Sid, per poi divenirne gradualmente grande amico. Ha una naturale fobia dell'acqua che supera quando decide di salvare i suoi amici.
  • Scrat è uno scoiattolo che tenta con tutte le sue forze di portare al sicuro la sua ghianda, a cui è molto affezionato, ma non ci riesce a causa di spiacievoli inconvenienti che lo fanno finire quasi sempre in situazioni molto brutte.
  • Crash e Eddie sono due fratelli opossum; simpatici e burloni, i due sono inseparabili e si divertono, con dispetti e battute di spirito, a far arrabbiare Sid, Diego e Manny.
  • Ellie è una mammut femmina che però crede di essere un opossum (e si comporta come se lo fosse): Manny dovrà faticare parecchio per convincerla di essere una "vera" mammut.
  • Tony "lo Svelto" è un armadillo gigante: la sua attività principale consiste nel tentare di truffare gli altri animali vendendo improbabili congegni, per esempio una semplice cannuccia per respirare sott'acqua che viene spacciata come strumento per affrontare e sopravvivere allo scioglimento dei ghiacci e alla conseguente inondazione. Il suo lato buono è che è sempre ottimista. Alla fine anche lui si salverà dall'inondazione.
  • Tornado e Cretaceo: gli antagonisti principali del film. Sono due rettili marini ibernati risvegliati dal disgelo che mangeranno Stu, ossia l'assistente di Tony lo Svelto. Cercheranno più volte di mangiarsi il gruppo dei protagonisti, ma verranno sempre sconfitti da Manny.
  • Gli uccelli del malaugurio: gli antagonisti secondari del film. Formano uno stormo di avvoltoi che, mentre il loro capo si prende la premura di avvertire gli animali dell'imminente disastro, si impegnano a celebrare le virtù del cibo che potrebbero ricavare dalle carcasse degli animali morti.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio italiano[modifica | modifica wikitesto]

Leo Gullotta, Claudio Bisio e Pino Insegno hanno ripreso i loro rispettivi ruoli e sono affiancati da Roberta Lanfranchi, Francesco Pezzulli e Lee Ryan.

Edizione Home Video

Il film è uscito in DVD in Italia l'11 settembre 2006, disponibile in versione disco singolo e disco doppio lo stesso giorno è stato messo in vendita il cofanetto che contiene i primi due film più altri due dischi di contenuti extra. A marzo 2007 è stata messa in commercio la versione del secondo film ad alta definizione.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo film d'animazione dell'Era Glaciale riesce a ottenere il record di incasso internazionale battendo di quasi il doppio l'incasso ottenuto dal primo film; infatti il sequel ha incassato a livello internazionale 660.940.780 $, contro i 383.250.000 $ incassati dal primo film. Negli USA il secondo film batte l'incasso ottenuto dal primo film incassando circa 195.330.621 $; lo stesso accade anche in Italia dove secondo il film d'animazione incassa nelle sale circa 18.614.284 €,[1] più del doppio del primo film.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha avuto recensioni miste da parte della critica. Sul sito Rotten Tomatoes ha una valutazione del 57%, e su Metacritic ha un punteggio del 58 su 100, tuttavia è stato accolto molto positivamente dal pubblico e dai fan del primo film.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: L'era glaciale 3 - L'alba dei dinosauri.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Anche in questo film la maggior parte degli animali apparsi viveva in un periodo o un luogo diverso da quelli del film. Per esempio, Tony lo svelto è un armadillo gigante, animale tutt'ora vivente e sudamericano. Il gastornis, uccello simile a uno struzzo, è invece vissuto circa 50 milioni di anni fa. Il platybelodon, elefante preistorico, viveva in Asia 15-10 milioni di anni fa. Il baptornis era un uccello contemporaneo ai dinosauri, vissuto circa 85-80 milioni di anni fa. Appaiono anche alcuni piranha, che sono sudamericani, e i mini-bradipi, endemici delle isole del Centro America.

Ci sono anche creature inventate, le talpe-riccio ("molehog"). Per quanto riguarda gli errori sull'aspetto degli animali, i castori e i cervi di questo film presentano un corno, rispettivamente sulla testa e sul muso. Gli opossum, invece, hanno una colorazione striata marrone e beige anziché tutta grigia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]