Odessa (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Odessa
city
(EN) City of Odessa
Odessa – Veduta
Il municipio di Odessa nell'aprile 2014
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaEctor
Midland
Amministrazione
SindacoDavid Turner
Territorio
Coordinate31°51′48″N 102°21′56″W / 31.863333°N 102.365556°W31.863333; -102.365556 (Odessa)Coordinate: 31°51′48″N 102°21′56″W / 31.863333°N 102.365556°W31.863333; -102.365556 (Odessa)
Altitudine884 m s.l.m.
Superficie109,33 km²
Abitanti99 940 (2010)
Densità914,11 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale79760-69
Prefisso432
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Odessa
Odessa
Odessa – Mappa
Sito istituzionale

Odessa è un comune (city) degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Ector nello Stato del Texas. La popolazione era di 99.940 abitanti al censimento del 2010, il che la rende la 36ª città più popolosa dello stato. Una piccola parte della città si estende nella contea di Midland. È la principale città dell'area metropolitana di Odessa, che include tutta la contea di Ector. L'area metropolitana è anche una componente della più grande area statistica combinata di Midland-Odessa. Nel 2014, la rivista Forbes ha classificato Odessa come la terza città più piccola in rapida crescita negli Stati Uniti.[1]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 109,33 km², dei quali 108,66 km² di territorio e 0,67 km² di acque interne (0,61% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini di Odessa risalgono all'estensione dei binari della Texas and Pacific Railway attraverso le South Plains nel luglio 1881 e ad una promozione immobiliare da parte della Odessa Land and Townsite Company. Una leggenda locale associa il nome della città a una principessa nativa americana che vagava nel campo ferroviario della Texas and Pacific Railroad. Utilizzata come fermata dell'acqua dalla ferrovia, Odessa probabilmente prese il nome dai lavoratori delle ferrovie che pensavano che la regione assomigliasse alla loro casa di Odessa, in Russia (oggi in Ucraina). Nel 1885 C. W. Rathburn divenne il primo direttore postale dell'ufficio postale appena fondato. L'attuale pianificazione di Odessa ebbe luogo nel 1886; 300 acri del sito della città originale sono ora al centro del centro della città. Odessa divenne capoluogo quando la contea di Ector fu formalmente organizzata nel gennaio del 1891. Nel 1927 fu incorporata come città ed elesse il suo primo sindaco, S. R. McKinney[2].

Odessa era una piccola sonnolenta cowtown fino a quando il primo pozzo di produzione petrolifera della contea fu introdotto nel ranch di W. E. Connell, a circa sedici miglia a sud-ovest di Odessa, il 28 dicembre 1926. La sua produzione limitata di venti barili al giorno non portò boom immediato, ma con l'apertura del Penn Field nel 1929 e del Cowden Field nel 1930, Odessa divenne un affermato centro petrolifero e crebbe rapidamente. Nel 1925, poco prima della scoperta del petrolio, la popolazione di Odessa era di 750 abitanti; nel 1929 era salita a 5.000 abitanti. Mentre la domanda di petrolio crebbe durante la seconda guerra mondiale, la popolazione superò i 10.000 abitanti e Odessa divenne il più grande complesso petrolchimico interno del mondo. Negli anni 1950 e 1960 la popolazione salì a oltre 80.000 abitanti. Il complesso petrolchimico iniziò le sue attività nel 1957-1958 come primo impianto nazionale per la produzione di gomma sintetica, interamente finanziato da privati. L'impianto, una joint venture tra l'El Paso Natural Gas Company e la General Tire and Rubber Company, fu progettato per utilizzare i prodotti di scarto della produzione di gas e petrolio per produrre la gomma. Da questo inizio Odessa si sviluppò come un importante punto di distribuzione e lavorazione nel settore petrolchimico. L'economia della città era a lungo oggetto dei cicli di espansione e riduzione del petrolio dovuti alle fluttuazioni delle richieste mondiali di prodotti petroliferi. Questi cicli, normalmente a intervalli di dieci anni, iniziarono negli anni 1920 con la scoperta del petrolio nell'area. Rendendosi conto che il petrolio è una risorsa non rinnovabile, la leadership di Odessa iniziò a cercare altri mezzi di sostegno per la sua economia. Gli sforzi per aiutare a diversificare la base economica includono la creazione dell'Energy and Economic Diversification da parte della University of Texas of the Permian Basin nel 1990[2].

Le tre scuole superiori del sistema scolastico della contea di Ector - Odessa, Permian e Career Center - si trovano ad Odessa. Le scuole superiori di Odessa e Permian furono ampiamente conosciute per la loro abilità nel gioco del football americano; la Odessa High vinse il campionato statale Texas per le scuole superiori nel 1946, e la Permian High lo vinse nel 1965, 1972, 1980, 1984, 1989 e 1991. I più alti bisogni educativi sono serviti dall'Odessa College, un college della comunità di due anni fondato nel 1946 sotto la guida di Murry Fly e dell'University of Texas of the Permian Basin, che iniziò le lezioni nel 1973. L'assistenza medica in città è fornita dal Medical Center Hospital, un ospedale e struttura didattica per i programmi di residenza del Texas Tech Regional Academic Health Center; l'Odessa Regional Hospital (ex Women's and Children's Hospital), una struttura medica per la gestione ostetrica, ginecologica, e pazienti pediatrici; e il Permian Basin Rehabilitation Center per la parola, l'udito e la terapia ortopedica[2].

Fin dalla sua origine, Odessa è cresciuta da un punto di spedizione del bestiame a un centro urbano influente. Nel 2000 l'area entro i confini della città era poco meno di 4.000 acri e la popolazione era di 90.943 abitanti. L'approvvigionamento idrico di Odessa proviene dai laghi del fiume Colorado integrato da pozzi nelle contee di Ward ed Ector. L'annuale Sand Hills Hereford and Quarter Horse Show and Rodeo è il primo rodeo dell'anno per chi segue il circuito dei rodei. Odessa ospita l'unico museo negli Stati Uniti dedicato esclusivamente all'ufficio della presidenza (dedicato nel 1965) e ad una replica autentica del Globe Theatre di Shakespeare, il Globe of the Great Southwest, situato nel campus dell'Odessa College. Odessa vanta la più grande lepre americana dalla coda bianca del mondo, la cui abitazione temporanea si trova di fronte all'edificio dell'amministrazione dell'Ector County Independent School District; il Meteor Crater a Odessa, uno dei più grandi crateri conosciuti della nazione; e la famosa CaChamber of Commerce Chuck Wagon Gang, fondata nel 1940, che funge da ambasciatrice di buona volontà per Odessa. Migliaia godono della grigliata servita da questo gruppo composto da uomini d'affari e professionisti che donano i loro servizi. Il Permian Basin Oil Show è un evento biennale organizzato presso l'Ector County Coliseum e comprende oltre 600 espositori di prodotti petroliferi. I musei e i teatri di Odessa includono la Permian Playhouse, l'Art Institute for the Permian Basin e la White-Pool House. Quest'ultimo, costruito nel 1887, è elencato nel National Register of Historic Places ed è un punto di riferimento storico registrato del Texas e un punto di riferimento archeologico del Texas[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 99.940 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dal 75,37% di bianchi, il 5,74% di afroamericani, lo 0,96% di nativi americani, l'1,12% di asiatici, lo 0,1% di oceanici, il 14,18% di altre razze, e il 2,54% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano il 50,63% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Joel Kotkin, America's Fastest-Growing Small Cities, in Forbes, 3 settembre 2014. URL consultato l'8 febbraio 2018.
  2. ^ a b c d (EN) «Odessa, Texas» dall'Handbook of Texas online, TSHA-Texas State Historical Association
  3. ^ American FactFinder, United States Census Bureau. URL consultato l'8 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas