Nokia 105

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nokia 105
2013 Nokia 105 - 04.jpg
Caratteristiche tecniche
ProduttoreNokia
RetiGSM
DisponibilitàMarzo 2013
Sistema operativoNokia S30
AntennaIntegrata
MultimediaRadio FM
InputTastiera alfanumerica
AlimentazioneBatteria Nokia BL-5CB al litio da 800 mAh
Schermo1,4"
Risoluzione128×128 pixel
Peso70 g
TouchscreenAssente
PredecessoreNokia 103
SuccessoreNokia 105 Classic
 

Nokia 105 è un telefono cellulare GSM rilasciato per la prima volta nel 2013, commercializzato e prodotto da Nokia, poi da Microsoft e attualmente da HMD Global.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Nokia 105 con la torcia accesa

Nokia 105 è un featurephone economico, realizzato da Nokia. È stato presentato per la prima volta al Mobile World Congress nel 2013 e venduto a partire da marzo 2013. Nokia dichiara che il Nokia 105 offre fino a 35 giorni in standby con una singola carica e fino a 12,5 ore di conversazione. Inoltre, include una torcia e offre la possibilità di ascoltare la radio FM collegando gli auricolari tramite il jack da 3,5 mm.[1]

Sistema operativo

Menu principale Nokia 105 (2013)
Il Nokia 105 in versione ridisegnata del 2017.

Nokia 105 è basato sul sistema proprietario di Nokia, chiamato S30 o Series 30.

Successori[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015, Microsoft Mobile ha rilasciato il "Nuovo Nokia 105" e il "Nuovo Nokia 105 Dual SIM", entrambi con oltre un mese di durata della batteria in stand-by da una singola carica e maggiore spazio di archiviazione rispetto al suo predecessore.[2]

Una versione completamente ridisegnata è stata annunciata da HMD Global il 17 luglio 2017.

Più tardi, un altro modello è stato annunciato da HMD Global il 24 luglio 2019, noto come Nokia 105 "4th Edition", che ha apportato cambiamenti minori nel software


Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edwin Kee, Nokia 105: Rugged And Dirt Cheap., in Übergizmo, 25 February 2013.
  2. ^ Benjamin Snyder, Microsoft Just Unveiled a New Phone That’s Ridiculously Cheap., in TIME Magazine, 3 June 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]