Mycroft Holmes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mycroft Holmes
Mycroft Holmes, illustrazione di Sidney Paget
Mycroft Holmes, illustrazione di Sidney Paget
Universo Sherlock Holmes
Autore Arthur Conan Doyle
1ª app. in L'avventura dell'interprete greco
Ultima app. in L'avventura dei progetti Bruce–Partington
Sesso Maschio
Professione impiegato governativo
Parenti

Sherlock Holmes (fratello)

Mycroft Holmes è un personaggio immaginario dei racconti di Arthur Conan Doyle, fratello maggiore di sette anni del famoso detective Sherlock Holmes. In possesso di capacità deduttive persino maggiori di quelle del fratello minore, Mycroft è tuttavia incapace di svolgere il lavoro tanto caro al fratello a causa della sua pigrizia.

« ...non ha ambizioni né energia. Non uscirà mai fuori di casa per verificare le sue soluzioni. Preferirà considerarle sbagliate anziché prendersi la briga di dimostrare a se stesso di aver ragione. Più e più volte mi sono occupato di un suo problema, e ho ricevuto una spiegazione che in seguito è risultata corretta. Ma era assolutamente incapace di risolverlo dal punto di vista pratico... »
(Sherlock Holmes, parlando di suo fratello ne L'avventura dell'interprete greco)

Nonostante le storie di Doyle non chiariscano con precisione quale esatta posizione Mycroft Holmes svolga all'interno del governo britannico, Sherlock Holmes dice che "occasionalmente egli è il governo britannico . . . l'uomo più indispensabile nel paese." Apparentemente il suo contributo consiste nello svolgere il compito di calcolatore umano: "le conclusioni di tutti i dipartimenti vengono passate a lui, che, come punto di raccolta ed elaborazione, ne trae l'equilibrio. Tutti gli altri uomini sono specialisti, ma la sua specializzazione è l'onniscienza (L'avventura dei progetti Bruce-Partington).

Mycroft sembra sia stato menzionato in almeno tre delle storie di Doyle, ne L'avventura dell'interprete greco, La casa vuota e L'avventura dei progetti Bruce–Partington. Nonostante in questi racconti s'impegni occasionalmente nell'aiutare il fratello, nel complesso rimane un risolutore di problemi sedentario, che fornisce le sue soluzioni apparentemente non basandosi su alcuna prova e delegando a Sherlock tutti i particolari pratici del caso. In effetti, nonostante il suo talento deduttivo, la mancanza di senso pratico di Mycroft rappresenta un pesante handicap: ne L'avventura dell'interprete greco il suo metodo d'approccio al caso per poco non costa la vita al cliente.

Mycroft passa la maggior parte del suo tempo al Diogenes Club, di cui è cofondatore. Durante il periodo di assenza del fratello, ricomparso poi nella raccolta Il ritorno di Sherlock Holmes, Mycroft provvide all'appartamento al 221 B di Baker Street.

Influenza culturale[modifica | modifica sorgente]

Mycroft Holmes mentre si incontra con suo fratello Sherlock.

Il personaggio è stato ritratto molte volte in adattamenti delle storie di Holmes per il cinema, la televisione e la radio. In un programma radiofonico degli anni cinquanta, Sherlock Holmes aveva la voce di John Gielgud, mentre il suo vero fratello, Val Gielgud, dava la voce a Mycroft.

Mycroft Holmes fu fonte d'ispirazione per il nome del silenzioso assistente del conduttore di quiz del programma radiofonico Brain of Britain, trasmesso da BBC Radio 4. La frase "Mycroft is shaking his head" divenne famosa tra gli ascoltatori. Ian Gillies (che divenne noto come Mycroft) morì nel 2002 e fu rimpiazzato da un personaggio conosciuto come "Jorkins".

Nel film La vita privata di Sherlock Holmes, diretto da Billy Wilder nel 1970, è invece Christopher Lee a vestire i panni di Mycroft. Tra il 1991 ed il 1992, Lee vestirà invece i panni di Holmes per due film tv nei quali Mycroft è interpretato dall'attore Jerome Willis.

L'attore Charles Gray interpretò Mycroft sia nel film Sherlock Holmes: soluzione sette per cento (Herbert Ross, 1976), sia in quattro dei 41 episodi costituenti la celebre serie televisiva Le avventure di Sherlock Holmes, prodotto dalla Granada Television tra il 1984 e il 1994.

Nel film tv The Royal Scandal, diretto nel 2001 da Rodney Gibbons, Mycroft è interpretato da R.H. Thomson. Nel film di Guy Ritchie Sherlock Holmes - Gioco di ombre (2011) è interpretato da Stephen Fry.

Il personaggio di Mycroft è apparso anche nella serie Sherlock del 2010 e due anni dopo nella seconda stagione della stessa.

Mycroft e il Diogenes Club svolgono un ruolo importante nel romanzo Anno Dracula di Kim Newman.

Nel secondo volume del fumetto La Lega degli Straordinari Gentlemen di Alan Moore, Mycroft Holmes compare come leader dell'intelligence britannica sotto il nome in codice di "M" (un riferimento ai romanzi di James Bond di Ian Fleming).

Mycroft fu inoltre fonte d'ispirazione per il nome di un personaggio in La Luna è una severa maestra di Robert A. Heinlein, in cui "Mycroft" è l'equivalente di Mike, un computer Mark 4 H.O.L.M.E.S. (acronimo di "High-Optional, Logical, Multi-Evaluating Supervisor").

Mycroft è anche il nome del progetto volto ad integrare svariati motori di ricerca all'interno dei browser Mozilla Firefox e Internet Explorer.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Giallo Portale Giallo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giallo