Aeroporto di Monaco di Baviera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Munich Airport)
Jump to navigation Jump to search
Aeroporto di Monaco di Baviera
Flughafen Muenchen Logo.png
Franz Josef Strauss International Airport (Munich).jpg
Codice IATAMUC
Codice ICAOEDDM
Nome commercialeFlughafen München Franz Josef Strauß
Descrizione
Tipocivile
GestoreFlughafen München GmbH
Gestore torre di controlloDFS
StatoGermania Germania
LandBaviera Baviera
CittàMonaco di Baviera
Posizione28 km dal centro della città
Altitudine453 m s.l.m.
Coordinate48°21′14″N 11°47′10″E / 48.353889°N 11.786111°E48.353889; 11.786111Coordinate: 48°21′14″N 11°47′10″E / 48.353889°N 11.786111°E48.353889; 11.786111
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Germania
EDDM
EDDM
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
08R/26L4 000 mcalcestruzzo
08L/26R4 000 mcalcestruzzo
Statistiche (2015)
Passeggeri in transito40.981.522

L'Aeroporto di Monaco di Baviera (IATA: MUC, ICAO: EDDM), chiamato Franz Josef Strauss International Airport, in tedesco Flughafen München Franz Josef Strauß, è un aeroporto tedesco situato a 28 km nordest di Monaco di Baviera, hub delle compagnie aeree Lufthansa e Star Alliance. Con oltre 34 milioni di passeggeri (nel 2010), è il secondo principale aeroporto in Germania e il settimo in Europa.

Sostituì nel 1992 l'aeroporto di Monaco-Riem.

Nel 2014 è stato nominato miglior aeroporto in Europa e terzo nel mondo da Skytrax.[1]

Terminal[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto ha due terminal, collocati nella zona fra le due piste dello scalo, assieme ad altre aeree, come la zona cargo.

L'Aeroporto di Monaco di Baviera Terminal

Terminal 1[modifica | modifica wikitesto]

Il terminal 1 è la parte dell'aeroporto più vecchia ed è diventato operativo il 17 maggio del 1992. Ha una capacità di 25 milioni di passeggeri annui ed è diviso in cinque moduli contrassegnati con le lettere dell'alfabeto: A, B, C, D ed E. L'ultimo di questi, il modulo E, non ha la struttura necessaria per i voli in partenza, perciò ospita solo i voli in arrivo. Vi è anche una sesta parte, la hall F, edificata vicino al terminal 2, che viene utilizzata per i voli di massima sicurezza diretti verso Israele. Alcuni banchi centrali del terminal 1 si trovano nella zona centrale, denominata Zentralbereich.

Il terminal 1 viene utilizzato dalle compagnie aeree che non fanno parte di Star Alliance, fatta eccezione per la controllata di Lufthansa Germanwings, che usa la Hall D, e la sua consociata Condor, che opera dalla Hall B.

Terminal 2[modifica | modifica wikitesto]

Il tabellone dei voli al terminal 2
La copertura dell'area antistante l'Aeroporto di Monaco di Baviera

Il terminal 2 è entrato in funzione il 29 giugno del 2003. Anch'esso ha una capacità di 25 milioni di passeggeri all'anno. Progettato per fungere da hub per Lufthansa e per le altre compagnie appartenenti a Star Alliance, non è diviso in moduli come il terminal 1 e tutte le strutture si sviluppano attorno a un corpo centrale. A causa delle misure di sicurezza imposte dall'Unione Europea, il terminal è stato dotato di strutture in grado di gestire i passeggeri provenienti da Paesi considerati non sicuri.

Il terminal 2 è il primo terminal in Germania ad essere parzialmente di proprietà di una compagnia aerea, in questo caso Lufthansa.

Satellite (Terminal 2)[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 aprile 2016 è stato inaugurato il nuovo edificio satellite del Terminal 2. È servito da una metropolitana sotterranea che lo collega in meno di un minuto, con il Terminal 1. La nuova struttura, con 27 piazzole di sosta per gli aerei è gestita da Lufthansa insieme alla società aeroportuale, e consente di aumentare la capacità dello scalo di 11 ulteriori milioni di passeggeri l'anno, portando la capacità complessiva del Terminal 2 a 36.000.000 passeggeri l'anno. Anche chi parte dal satellite effettua il check-in e controlli di sicurezza al Terminal 2, considerato uno dei più efficienti d'Europa.

Il nuovo satellite in costruzione

Area cargo[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto ha anche un'area-cargo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) World Airports Awards 2014, su worldairportawards.com. URL consultato l'8 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 3 settembre 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàVIAF (EN149072428 · LCCN (ENn93035334 · GND (DE4303198-5