Aeroporto di Berlino-Schönefeld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Berlino-Schönefeld
Schoenefeld Landsat.jpg
Veduta aerea di Schönefeld
Codice IATA SXF
Codice ICAO EDDB
Nome commerciale Flughafen Berlin-Schönefeld
Descrizione
Tipo Civile
Gestore Berlin Airports
Gestore torre di controllo DFS
Stato Germania Germania
Land Flag of Brandenburg.svg Brandeburgo
Posizione 24 km dal centro di Berlino
Altitudine AMSL 47 m
Coordinate 52°22′48″N 13°31′21″E / 52.38°N 13.5225°E52.38; 13.5225Coordinate: 52°22′48″N 13°31′21″E / 52.38°N 13.5225°E52.38; 13.5225
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Germania
EDDB
EDDB
Sito web www.berlin-airport.de/
Piste
Orientamento (QFU) Lunghezza Superficie
07L/25R 3 000 m
sarà eliminata
07R/25L 3 000 m
sarà allungata e diventerà la 07L/25R di Brandenburg
Statistiche (2015)
Passeggeri in transito 8.526.268

[senza fonte]

L'Aeroporto di Berlino-Schönefeld (Flughafen Berlin-Schönefeld) è uno dei due aeroporti operativi della capitale federale tedesca.

Posizione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova a sud-est della città, a circa 24 km dal centro, ai confini fra Berlino e il Land del Brandeburgo. Buona parte della struttura è sita nel comune di Schönefeld, nel circondario del Dahme-Spreewald.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Aperto al traffico civile nel 1947, fu fino al 1990 l'aeroporto di Berlino Est, e il maggiore della Repubblica Democratica Tedesca.

Fu, quindi, hub, fino al 1990, della compagnia aerea della Germania Est Interflug. Prima del 1990 altri operatori principali dell'aeroporto, oltre alla Compagnia di Stato, furono l'Aeroflot e altre compagnie principali dell'Europa dell'Est. Partirono allora voli diretti principalmente nei paesi comunisti, ma anche verso paesi occidentali come l'Italia.

Durante il periodo comunista i controlli di frontiera furono eseguiti molto accuratamente. Nel caso in cui un passeggero era diretto in Occidente doveva superare tre checkpoint di polizia. Il primo era quello della polizia di frontiera che timbrava i passaporti in uscita, il secondo era quello della sicurezza che controllava i bagagli di ogni singolo passeggero e l'ultimo era quello della Stasi, che interrogava uno a uno i passeggeri prima di partire. Le sessioni di interrogazione potevano variare da 5 a 45 minuti a discrezione delle guardie di frontiera ed erano eseguiti quasi sempre con la macchina della verità. Durante il periodo della DDR, furono arrestate ai controlli di emigrazione più di 3.000 persone per il reato di emigrazione illegale delle quali circa 630 erano persone straniere a cui, talvolta, veniva addizionato il reato di spionaggio.

È attualmente il secondo aeroporto della capitale tedesca.

Sistema aeroportuale di Berlino

Il progetto Berlin-Brandenburg International[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Aeroporto di Berlino-Brandenburg.

L'aeroporto è in fase di notevole ampliamento, con lo scopo di portare la capacità complessiva a 27-30 milioni di passeggeri annui, tramite la realizzazione di un nuovo terminal, l'abbandono della pista settentrionale e la costruzione di una nuova pista più a sud di quelle esistenti.[1]

L'ampliamento prevede anche la chiusura degli aeroporti di Tegel e Tempelhof, quest'ultimo effettivamente chiuso il 30 ottobre 2008.[2]

Al termine dei lavori, l'aeroporto sarà ribattezzato Flughafen Berlin Brandenburg International Willy Brandt (BER).

Il nuovo aeroporto avrebbe dovuto essere inaugurato il 3 giugno 2012,[3] ma per problemi infrastrutturali l'apertura è stata rinviata al 27 ottobre 2013. Il ritardo dell'inaugurazione ha causato grandi disagi alle compagnie Air Berlin e Lufthansa.

Dopo continui posticipi a causa di grossolani errori di progettazione,[4] l'ultima previsione per la inaugurazione è in una data imprecisata del 2017.[5][6]

Compagnie aeree e destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Terminal A[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio del Terminal A

Terminal B (easyJet Terminal)[modifica | modifica wikitesto]

Terminal C[modifica | modifica wikitesto]

Il terminal C, in precedenza utilizzato per i voli sensibili dalle compagnie aeree israeliane, è usato ora dai voli privati per eventi speciali.

Terminal D[modifica | modifica wikitesto]

  • Germania Condor (Agadir, Antalia, Corfù, Dalaman, Fuerteventura, Heraklion, Hurghada, Kos, Larnaca, Las Palmas de Gran Canaria, Palma di Maiorca, Sharm el-Sheikh, Tenerife-Sud, Zurigo)
  • Germania Eurowings (Bastia, Bucarest-Băneasa, Colonia/Bonn, Heraklion, Istanbul-Sabiha Gökçen, Monaco di Baviera, Mosca-Vnukovo, Pristina, Smirne, Spalato, Stoccolma-Arlanda, Stoccarda, Zara, Zagabria, Zweibrücken, Dublino, Varna, Tel Aviv, Ragusa, Oslo-Gardermoën, Stavanger, Burgas, Bergen, Antalia, Oslo-Rygge, Lisbona, Reykjavík, Vienna, Minsk, Malaga, Sarajevo, Malta, San Pietroburgo-Vulkovo, Monastir, Algeri, Il Cairo)

Collegamenti con Berlino[modifica | modifica wikitesto]

Treno

L'aeroporto è collegato al centro della città dalla ferrovia urbana S-Bahn (linee S45 e S9), alla stazione ferroviaria Berlin-Schönefeld Flughafen. È inoltre collegato dai treni regionali RE7 ed RB14 denominati Airport Express che consentono di raggiungere il centro di Berlino in soli 28 minuti. Un'altra possibilità per raggiungere il centro della città dall'aeroporto (e viceversa) è tramite la linea X7, chiamata "JetExpressBus", che collega Schönefeld alla stazione della metropolitana di Rudow (linea U7).

Treni regionali e a lunga percorrenza collegano l'aeroporto con altre città della Germania orientale.

Autobus

I collegamenti con le città circostanti, così come con altri quartieri di Berlino, sono assicurati da autolinee.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Berlin's new airport is already too small, The Local, 2 maggio 2014. URL consultato il 30 maggio 2014.
  2. ^ (EN) Thank you Tempelhof, berlin-airport.de, 3 novembre 2008.
  3. ^ Alex Webb e Chris Reiter, Berlin’s New Airport Opening Delayed as Fire Safety Fixed, Bloomerg, 8 maggio 2012.
  4. ^ (EN) Berlin's Delayed Brandenburg Airport Has an Incredible 66,000 Problems, Jaunted, 4 settembre 2013.
  5. ^ (DE) Mehdorn verschiebt Verkündung des BER-Termins, in Berliner Morgenpost, 14 ottobre 2014.
  6. ^ (EN) Berlin airport will cost €8 billion and open in 2017, in The Local, 1 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN309826292 · LCCN: (ENn2014044616