Aeroporto di Berlino-Tegel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aeroporto di Berlino-Tegel
TXL Logo.svg
Berlin-Tegel from the air.jpg
Veduta dell'aeroporto
Codice IATATXL
Codice ICAOEDDT
Nome commercialeFlughafen Berlin-Tegel Otto Lilienthal
Descrizione
TipoCivile
GestoreBerliner Flughafen GmbH (BFG)
Gestore torre di controlloDFS
StatoGermania Germania
LandFlag of Berlin.svg Berlino
Posizione8 km dal centro di Berlino
Altitudine AMSL39 m
Coordinate52°33′40″N 13°17′22″E / 52.561111°N 13.289444°E52.561111; 13.289444Coordinate: 52°33′40″N 13°17′22″E / 52.561111°N 13.289444°E52.561111; 13.289444
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Germania
EDDT
EDDT
Sito web
Piste
Orientamento (QFU)LunghezzaSuperficie
08L/26R3 023 m
08R/26L2 424 m
Statistiche
Passeggeri in transito20.688.016 (2015)
Sistema aeroportuale di Berlino
15-02-27-Flug-Berlin-Düsseldorf-RalfR-DSCF2458b-07.jpg

L'Aeroporto di Berlino-Tegel (IATA: TXLICAO: EDDT) (in tedesco: Flughafen Berlin-Tegel) intitolato a Otto Lilienthal, è il principale scalo aereo di Berlino, in Germania. Si trova a Tegel, a circa 8 km a nord-ovest dal centro cittadino, a pochi chilometri di distanza dall'omonimo lago Tegeler See.
Nel 2014 ne era prevista la chiusura per il 2017[1][2] (poi rimandata[3]), in vista del completamento dei lavori per il nuovo aeroporto di Berlino-Brandeburgo, il quale diventerà l'unico scalo aeroportuale della città di Berlino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aerostazione

L'aeroporto fu costruito nel 1948, durante il blocco di Berlino, per sussidiare il [Aeroporto di Berlino-Tempelhof|Tempelhof]] durante il ponte aereo.

Aperto dal 1960 al traffico civile, fu dotato nel 1974 di una nuova moderna aerostazione.

Con la futura costruzione dell'Aeroporto di Berlino-Brandeburgo, presso l'attuale scalo di Schönefeld, Tegel, come già successo per Tempelhof nel 2008, doveva essere chiuso il 3 giugno 2012 ma rimarrà attivo almeno fino all'inaugurazione del nuovo aeroporto, o fino alla fine di ulteriori lavori di ampliamento per far fronte all'aumento del traffico aereo degli ultimi anni.[3]

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto è direttamente collegato all'autostrada urbana (A 111).

La linea autobus TXL collega l'aeroporto e Alexanderplatz passando per l'Hauptbahnhof e Beusselstrasse, mentre l'X9 e la linea 109 collegano l'aeroporto e la stazione Zoologischer Garten. L'X9 passa per la fermata Ernst-Reuter-Platz della linea U2, mentre il 128 collega alla linea U6 (fermata Kurt-Schumacher-Platz) e sempre X9 e 109 alla linea U7 (fermate Jungfernheide e Jakob-Kaiser-Platz) e con le linee della S-Bahn S41 e S42 (stazioni Beusselstraße e Jungfernheide).

Un progetto di prolungamento della linea U5 fino all'aeroporto, risalente agli anni cinquanta, non verrà verosimilmente completato nel prossimo futuro: i lavori per il prolungamento della linea, ripartiti nel 2010, termineranno indicativamente nel 2019 (inglobando l'attuale linea U55), ma solo per il tratto dalla Alexanderplatz alla Hauptbahnhof.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Mehdorn verschiebt Verkündung des BER-Termins, in Berliner Morgenpost, 14 ottobre 2014.
  2. ^ (EN) Berlin airport will cost €8 billion and open in 2017, in The Local, 1 aprile 2014.
  3. ^ a b I tempi di costruzione del nuovo aeroporto di Berlino-Brandeburgo, si sono prolungati al punto tale che l'aumento del traffico aereo nel frattempo renderanno il nuovo scalo non più sufficientemente capace secondo il progetto iniziale. Si è cercato di ricorrere a lavori di ampliamento in itinere, ma si necessiterà comunque di un ulteriore prolungamento dell'attività dello scalo di Tegel fino alla realizzazione di un nuovo terminal, o il riadattamento ed inglobamento dell'attuale scalo di Schönefeld come terminal aggiuntivo al contiguo scalo di Berlino-Brandenburg. Vedi: (DE) Gerd Appenzeller, Der BER braucht ein zweites Terminal, in Tagesspiegel, 20 settembre 2014.
  4. ^ Gerd Appenzeller, Berlino, la nuova U5 costerà 92 milioni di euro in più, in Il Mitte, 25 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN124314176 · LCCN (ENn78037940 · GND (DE4352488-6