Monte Reixa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Reixa
Reixa Rocche Gatti san Nicolo Tassara A10.JPG
Monte Reixa, visto da Voltri. Nella foto, in alto con la vetta un po' a sinistra. Si vedono anche: la "Rocca dei Gatti", sotto il Reixa; il campanile di "San Nicolò"; viadotti della A10 e A26
StatoItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
ProvinciaGenova Genova
Altezza1 183 m s.l.m.
CatenaAppennino ligure
Coordinate44°27′02.82″N 8°40′01.15″E / 44.450783°N 8.666986°E44.450783; 8.666986Coordinate: 44°27′02.82″N 8°40′01.15″E / 44.450783°N 8.666986°E44.450783; 8.666986
Altri nomi e significatimonte Reisa
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Reixa
Monte Reixa

Il monte Reixa è un rilievo dell'Appennino ligure occidentale che si innalza alle spalle del litorale tra Genova Voltri e Arenzano. Su alcune carte topografiche è indicato come monte Reisa.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sorge sullo spartiacque appenninico principale, al confine tra le province di Savona e Genova: la vetta è il punto incontro dei territori comunali di Genova e Arenzano e Sassello.[1] Si tratta di un rilievo tondeggiante, poco eminente, a copertura prativa fino in vetta.

Dal punto di vista geologico, l'intera montagna appartiene al gruppo dei calcescisti con pietre verdi di Voltri, risalente al Giurassico-Cretaceo, ed in particolare al sottogruppo delle ofioliti di monte Beigua. Si tratta principalmente di serpentinite e serpentinoscisto (serpentine di Capanne di Marcarolo), con affioramenti di eclogiti anfiboliche, anfiboliti e prasiniti (anfiboliti eclogitiche di Vara) sul versante nord-occidentale[2][3].

La vetta occidentale del monte Reixa (1183 m s.l.m.) costituisce la massima elevazione sul livello medio del mare dei comuni di Genova ed Arenzano,[4] ed è anche il tratto in cui la dorsale principale alpino-appenninica misura la minore distanza dalla linea di costa (5,7 km in linea d'aria).

Dal suo versante settentrionale nasce il torrente Orba, principale affluente del fiume Bormida e subaffluente del Tanaro.

Il Reixa è incluso nel Parco naturale regionale del Beigua, il più esteso della Liguria.

Parte della sua dorsale è percorsa dalla strada del passo del Faiallo. Il passo è anche caposaldo di tappa dell'Alta via dei Monti Liguri, che passa a breve distanza dal Reixa senza però raggiungerne la vetta.[5]

Accesso alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

Il pilastrino di vetta e, sullo sfondo, il porto di Genova

Per le caratteristiche della montagna, l'accesso alla vetta del monte Reixa è un itinerario escursionistico senza particolari difficoltà.

La via di accesso più rapida è dal passo del Faiallo, con un breve tratto a piedi. È possibile inserire la vetta del Reixa in itinerari più lunghi, ad anello, partendo da diverse località del comune di Genova (ad esempio Sambuco o Fabbriche) e percorrendo anche tratti dell'Alta Via.[6][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Si veda la cartografia IGM sul Portale Cartografico Nazionale (PCN)
  2. ^ Carta Geologica d'Italia 1:100.000 - foglio n. 82 - Genova[collegamento interrotto]
  3. ^ B. Messiga, G.B. Piccardo e A. Mazzucotelli: Le prasiniti del gruppo di Voltri: le caratteristiche petrografiche e chimiche, Rendiconti Società Italiana di Mineralogia e Petrologia, 33, 549-581, 1977
  4. ^ indettaglio.it - Comune di Genova
  5. ^ Alta Via dei monti Liguri - sezione V Archiviato il 10 ottobre 2008 in Internet Archive.
  6. ^ gulliver.it - anello del monte Reixa da Sambuco[collegamento interrotto]
  7. ^ quotazero.com - anello del monte Reixa da Fabbriche

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]