Mike Jones (wrestler)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Jones
Fotografia di Mike Jones
Nome Michael "Mike" Jones
Ring name Curly Bill[1]
Lucius Brown
Mike Jones[1]
Mr. Jones
Shane[1]
Soul Train Jones[1]
Vincent[1]
Virgil[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Nashville
13 giugno 1962
Altezza dichiarata 180 cm
Peso dichiarato 110 kg
Allenatore Afa Anoa'i[2]
Debutto 1985
Federazione WWF/E
WCW
Progetto Wrestling

Michael "Mike" Jones (Nashville, 13 giugno 1962) è un wrestler ed ex manager di wrestler statunitense. È noto soprattutto per il periodo trascorso in WWF/E negli anni ottanta e novanta dove interpretava il personaggio di Virgil, la guardia del corpo di "The Million Dollar Man" Ted DiBiase. Lottò anche nella World Championship Wrestling.

Carriera nel wrestling professionistico[modifica | modifica wikitesto]

Championship Wrestling Association (1985–1987)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una promettente carriera come dilettante, Jones iniziò a lottare nel wrestling professinistico con il ring name "Soul Train" Jones nella Championship Wrestling Association di Memphis, Tennessee nel 1985. Ebbe dei feud con Chick Donovan e Big Bubba. Fece anche un'apparizione nella ICW con la gimmick di Soul Train Jones.[3]

World Wrestling Federation (1987–1994)[modifica | modifica wikitesto]

Trasferitosi nella World Wrestling Federation (WWF), in principio debuttò in qualità di wrestler jobber con il nome di "Lucius Brown", perdendo un match contro "Mr. Wonderful" Paul Orndorff.[3]

Adottò l'identità di "Virgil" nell'estate del 1987, presentandosi come assistente e bodyguard di "Million Dollar Man" Ted DiBiase. Il suo nome d'arte, ideato da Bobby Heenan, era una presa in giro dell'allora campione della World Championship Wrestling (WCW) Virgil Runnels, meglio conosciuto come Dusty Rhodes.[4] Virgil si occupava di portare il denaro che DiBiase gettava alla folla o infilava in bocca all'avversario sconfitto in segno di sfregio.[5] Inoltre spesso interferiva nei match in aiuto del suo "padrone".

Tuttavia, dopo qualche tempo Virgil si stufò di essere costantemente umiliato da DiBiase e si ribellò a lui, colpendolo con la sua stessa cintura da un milione di dollari alla Royal Rumble del gennaio 1991, diventando automaticamente un beniamino del pubblico.[5] Dopo aver stretto amicizia con Roddy Piper, che si occupò anche del suo allenamento, Virgil sconfisse DiBiase per conteggio fuori dal ring a WrestleMania VII e lo schienò il 26 agosto 1991 a SummerSlam aggiudicandosi la preziosa Million Dollar Belt.[6][7] Perse poi la cintura restituendola a DiBiase nel novembre seguente per colpa di un'interferenza da parte di Repo Man. L'episodio portò a un incontro di coppia al ppv This Tuesday in Texas, dove Repo Man e DiBiase sconfissero Virgil e Tito Santana.[8]

A WrestleMania VIII, Virgil fece coppia con Big Boss Man, Sgt. Slaughter, e Jim Duggan per sconfiggere Nasty Boys (Brian Knobbs e Jerry Sags), Repo Man, e The Mountie. Virgil schienò Knobbs.[9] Successivamente venne impiegato principalmente come sparring partner designato a mettere in mostra il talento di nuovi lottatori sui quali puntava la federazione, perdendo contro Nailz a SummerSlam e Yokozuna alle Survivor Series.[10][11] Tuttavia, Virgil ebbe l'occasione di sfidare Bret Hart per il titolo WWF Championship il 21 novembre 1992 durante una puntata di WWF Superstars. Dopo una violenta contesa, Virgil venne costretto a cedere per dolore da Hart che lo imprigionò nella sua mossa di sottomissione Sharpshooter. Dopo il match, i due (entrambi face) si strinsero la mano. Virgil lasciò la WWF nel 1994. La sua ultima apparizione ebbe luogo alla Royal Rumble di quell'anno dove sostituì Kamala come partecipante alla rissa reale.

World Championship Wrestling (1996–2000)[modifica | modifica wikitesto]

Debuttò in WCW con il nome "Vincent" nel 1996, dove svolse la funzione di "capo della sicurezza" per la stable nWo. Questa volta il suo ring name era un ironico rimando a quello del proprietario della WWF Vince McMahon.[3] Jones riscosse un successo alquanto modesto al suo arrivo nella federazione, vincendo qualche match poco importante a WCW Saturday Night. Combatteva raramente, preferendo apparire come assistente di membri dell'nWo come Scott Norton e Scott Steiner. La prima vittoria di Vincent in un ppv WCW avvenne a Starrcade 1997, dove in coppia con Scott Norton e Randy Savage sconfisse The Steiner Brothers e Ray Traylor. Il prossimo match in pay-per-view arrivò nel novembre 1998, dove Vincent partecipò alla World War 3 Battle Royal, ma senza successo. Divenne parte della fazione nWo Hollywood quando la stable si divise in due e rimase membro dell'nWo fino alla dissoluzione finale del gruppo nel 1999.[3] L'unico incontro singolo combattuto da Vincent in WCW in pay-per-view ebbe luogo a Uncensored 1999, dove perse. Alla fine del 1999, Jones cambiò ring name in "Shane", ennesima canzonatura, questa volta del figlio di Vince McMahon, Shane McMahon. Durante questo periodo Jones fece spesso coppia con Curt Hennig e Harris Brothers, lottando sotto la direzione del misterioso "Powers That Be" (Vince Russo). Alla fine del 1999, Jones si unì ai West Texas Rednecks adottando il nome "Curly Bill" ma la fazione si sciolse poco tempo dopo.[12] L'ultimo ruolo interpretato in WCW fu quello di "Mr. Jones", manager di Ernest "The Cat" Miller, ma venne presto rimpiazzato da una valletta chiamata Ms. Jones. Negli ultimi giorni della WCW, Jones iniziò a lottare con il suo vero nome.

Ritiro (2000)[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della fuoriuscita dalla WCW, Jones si ritirò dal wrestling, e prese ad insegnare matematica in una scuola superiore a Pittsburgh, in Pennsylvania.[13]

Ritorno nella World Wrestling Entertainment (2010)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata del 17 maggio 2010 di Monday Night Raw trasmessa da Toronto, Ontario, in Canada, Jones ritornò in WWE rispolverando la gimmick del bodyguard Virgil, questa volta ai servigi di Ted DiBiase Jr., figlio di The Million Dollar Man.[14] Nel corso di una puntata di Raw, Virgil e DiBiase lottarono in coppia contro Big Show e Mark Feuerstein. Dopo che Virgil fu schienato e perse il match, DiBiase ficcò un biglietto da 100 dollari nella bocca di Virgil e se ne andò schifato dal ring abbandonandolo.[15] La settimana seguente DiBiase prima si scusò con Virgil, ma poi lo licenziò rimpiazzandolo con Maryse.[16]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

Wrestler assistiti[modifica | modifica wikitesto]

Tag team e stable assistite[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • New Jack City Wrestling
    • NJCW Heavyweight Championship (1)[19]
  • United States Wrestling League
    • USWL Intercontinental Championship (1)[19]

1 = Il Million Dollar Championship non è in titolo ufficialmente riconosciuto dalla WWE.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h Virgil, Online World of Wrestling. URL consultato il 2009-11-14.
  2. ^ a b Virgil, WWE. URL consultato il December 13, 2013.
  3. ^ a b c d Pope, Kristian, Virgil (1980s–2000s) in Tuff Stuff – Professional wrestling field guide, Iola, Wisconsin, KP Books, 2005, pp. 473, ISBN 0-89689-267-0.
  4. ^ Ted DiBiase: The Million Dollar Man, p.156, Ted DiBiase with Tom Caiazzo, Pocket Books, New York, NY, 2008, ISBN 978-1-4165-5890-3
  5. ^ a b c Brian Shields, Superstars Bios: Ted Dibiase in Main event – WWE in the raging 80s, 4th, Pocket Books, 2006, pp. 133–135, ISBN 978-1-4165-3257-6.
  6. ^ 2008 Wrestling Almanac & Book of Facts in Wrestling's Historical Cards: WrestleMania VII, Kappa Publishing, 2008, p. 119.
  7. ^ 2008 Wrestling Almanac & Book of Facts in Wrestling's Historical Cards: SummerSlam 1991, Kappa Publishing, 2008, p. 119.
  8. ^ WWF This Tuesday in Texas results/info, Pro Wrestling History. URL consultato il 2011-12-07.
  9. ^ 2008 Wrestling Almanac & Book of Facts in Wrestling's Historical Cards: WrestleMania VIII, Kappa Publishing, 2008, p. 120.
  10. ^ SummerSlam 1992 results, WWE. URL consultato il 2011-12-06.
  11. ^ Survivor Series 1992 results, WWE. URL consultato il 2011-12-06.
  12. ^ RD Reynolds and Randy Baer, Wrestlecrap – the very worst of pro wrestling, ECW Press, 2003, pp. 211, ISBN 1-55022-584-7.
  13. ^ Brett Hoffman, Where Are They Now? Virgil, WWE, 28 gennaio 2007. URL consultato il 13 dicembre 2013.
  14. ^ David Stephens, Raw Results – 5/17/10, WrestleView, 2010-05-17. URL consultato il 2010-08-05.
  15. ^ David Stephens, Raw Results – 6/14/10, WrestleView, 2010-06-14. URL consultato il 2010-08-05.
  16. ^ David Stephens, Raw Results – 6/21/10, WrestleView, 2010-06-21. URL consultato il 2010-08-05.
  17. ^ Royal Duncan & Gary Will, AWA International Heavyweight Title in Wrestling Title Histories, 4th, Archeus Communications, 2006, pp. 31, ISBN 0-9698161-5-4.
  18. ^ Royal Duncan & Gary Will, AWA Southern Tag Team Title in Wrestling Title Histories, 4th, Archeus Communications, 2006, pp. 185–189, ISBN 0-9698161-5-4.
  19. ^ a b Royal Duncan & Gary Will, Wrestling Title Histories, 4th, Archeus Communications, 2006, ISBN 0-9698161-5-4.
  20. ^ Virgil « Wrestlers Database « CAGEMATCH - The Internet Wrestling Database
  21. ^ http://www.100megsfree4.com/wiawrestling/pages/pwi/pwi500yr.htm [collegamento interrotto]