Maschile singolare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maschile singolare
MaschileSingolare - 2021.png
Giancarlo Commare e Gianmarco Saurino in una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno2021
Durata101 min
Rapporto1,85:1
Generecommedia, drammatico
RegiaAlessandro Guida e Matteo Pilati
SoggettoGiuseppe Paternò Raddusa, Matteo Pilati
SceneggiaturaGiuseppe Paternò Raddusa, Matteo Pilati e Alessandro Guida
ProduttoreMatteo Pilati
Casa di produzioneRufus Film
Distribuzione in italianoPrime Video
FotografiaMichel Franco
MusicheUmberto Gaudino e Jean Michel Sneider
ScenografiaValentina Di Geronimo
CostumiRoberta Blarasin
Interpreti e personaggi

Maschile singolare è un film del 2021 diretto da Alessandro Guida e Matteo Pilati prodotto da Rufus Film in collaborazione con MP Film.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Antonio, giovane architetto disoccupato e insicuro, si trova improvvisamente da solo, senza casa e senza lavoro dopo esser stato lasciato dal marito Lorenzo da cui dipendeva in tutto e per tutto. Trasferitosi in una stanza in affitto nell'abitazione di Denis, giovane gay molto più disincantato e smaliziato, anche grazie al suo aiuto inizia a ricostruire a poco a poco la propria vita, prima trovando lavoro presso il panificio di Luca poi seguendo un severo corso professionale di pasticceria e infine, dopo vari incontri di sesso occasionale, incontrando Thomas, un milanese temporaneamente a Roma con cui inizia una nuova storia d'amore, provocando la gelosia di Luca. Alla morte improvvisa di Denis in seguito a un incidente stradale, Antonio, ormai sicuro e consapevole di sé, messo nuovamente di fronte a una serie di scelte prende una decisione non scontata su cosa fare della propria vita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali del film sono avvenute a Roma nell'arco di tre settimane[2] tra gennaio e febbraio 2020,[3] prima dell'inizio del primo lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito sulla piattaforma Amazon Prime Video il 4 giugno 2021.[4]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto in generale positivamente dal pubblico, sia social[5] che della stampa[6]. In particolare, viene riconosciuta una nuova semplicità e naturalezza, inedita nel cinema italiano, di rappresentare l'amore omosessuale fuori dai cliché e dalle "macchiette" dell'immaginario comune.[7]

Sull'aspetto della tematica LGBT+, altri riconoscono che la novità si legge nell'omosessualità dichiarata dei protagonisti, presentata con una semplicità tale che non caratterizza la trama del film sul filone tematico, ma anzi lo rende più neutro e quindi più accessibile ad un pubblico vasto.[8] Quasi unanimemente, i principali portali ed autori di contenuti per la comunità LGBT+ riconoscono la contemporaneità e la credibilità dei dialoghi e delle vicissitudini che "i 30enni dichiarati incontrano e vivono sulla propria pelle", tipiche del "ragazzo gay che vive in una grande città".[9]

Il film ha ricevuto recensioni prevalentemente positive: spiccano regia, sceneggiatura, interpretazioni, costumi e ambientazioni del set[8][10]. Per Rolling Stone Italia "la "gay dramedy" è ben scritta e recitata"[7], per MYmovies.it "i dialoghi restituiscono una dinamica comunicativa estranea alla comunità etero ma proprio per questo interessante"[11]. Fabio Vittorini su Duels scrive che "la scrittura dichiaratamente parte da 'tipi' noti al grande pubblico italiano dentro ai quali scava per provvederli di un linguaggio peculiare e convincente, in bilico tra luogo comune (...) e sottigliezza, cercando in tutti i modi di contemperare commedia all'italiana e dramedy statunitense, romanzo di formazione e dramma sentimentale"[12]. Tra i difetti sottolineati, il poco spessore di sviluppo delle dinamiche più profonde[13].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]