Marialina Marcucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marialina Marcucci (Barga, 28 gennaio 1954) è un'imprenditrice italiana, ex editore del quotidiano l'Unità.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di un grosso imprenditore toscano, Guelfo Marcucci, attivo nella televisione, nella farmaceutica e nella carta sino alla fine degli anni novanta, nel 1984 fonda Videomusic, attraverso la società Beta Television, di cui diventa presidente. Videomusic inizia come televisione per un target giovane-adulto a carattere musicale, è stata acquistata nel 1995 dal Gruppo Cecchi Gori.[1]

È la sorella del senatore del PD Andrea Marcucci, già deputato liberale del PLI.

Nel novembre del 1988, è l'artefice dell'acquisizione della maggioranza azionaria di Super Channel.[1] In qualità di Managing Director, in cinque anni ha trasformato l'immagine dell'emittente, rivoluzionato il palinsesto e riposizionato il target sul segmento giovani-adulti europei che parlano inglese come seconda lingua. L'emittente è stata acquistata nell'ottobre 1993 dall'americana NBC.

È stata presidente del Gruppo Marcucci Comunicazione, che ha raggruppato varie società europee nel settore televisivo, della trasmissione e dell'interattività:

  • ARTES – società editrice del TG di Videomusic e di Elefante Tv;
  • TELEVISUAL – specializzata nel settore della multimedialità e dell'interratività;
  • SIT – trasmissioni via etere e via satellite;
  • SUPER HELLAS.[1]

Nell'ottobre del 1994 ha fondato, insieme ad Ezio Guaitamacchi, il mensile di musica Jam.

Nel maggio del 1995, dopo essersi dimessa da ogni carica o incarico del Gruppo Marcucci, è stata eletta Consigliere Regionale nella lista di Toscana Democratica e successivamente nominata Vice Presidente ed Assessore alla Cultura, alla Comunicazione e allo Spettacolo della Regione Toscana.[1]

Nel 1999, le viene assegnata la delega anche al Turismo, Alta Tecnologia, Emigrazione e Investimenti nei Beni Culturali.

Nel maggio 2000, al termine del suo mandato, è tornata a svolgere il ruolo di imprenditore, costituendo la società Brama Editrice, editore della testata TIME OUT Roma e TIME OUT MILANO di cui è stata Presidente sino al 2002 e Ultima Srl, società di servizi che opera nel settore della comunicazione.

Dall'aprile 2001 è Membro del Consiglio d'Amministrazione, e dal gennaio 2002 presidente, dell'Unità, quotidiano nazionale di politica, economia e cultura, rilanciato nel 2001 con la direzione di Furio Colombo e sotto la nuova proprietà Nuove Iniziative Editoriali, di cui Marialina Marcucci è socia.

Alla fine del 2001 ha fondato Campus studi del mediterraneo, una fondazione che gestisce, in collaborazione con Atenei italiani ed internazionali, corsi universitari.

Dal 2007 è presidente della Robert Kennedy Foundation of Europe onlus, una fondazione no profit, la cui presidente onoraria è Kerry Kennedy.

Il 6 maggio 2016 è nominata presidente della Fondazione Carnevale di Viareggio, prima donna della storia a ricoprire questa carica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Grasso, pp. 461-462

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]