Maria Rita Parsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Rita Parsi nel 2020

Maria Rita Parsi (Roma, 5 agosto 1947) è una psicologa, psicoterapeuta, docente, saggista e scrittrice italiana.

Attuale componente dell'Osservatorio nazionale per l'infanzia e l'adolescenza[1], già membro del Comitato ONU sui diritti del fanciullo[2], ha al suo attivo la pubblicazione di oltre 100 libri di tipo scientifico, letterario e divulgativo. È presidente della Fondazione Movimento Bambino Onlus, erede di sue esperienze di animazione socioculturali già attive dal 1975.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo percorso professionale ha lavorato come docente, psicopedagogista e psicoterapeuta.

Ha elaborato e messo a punto una "metodologia operativa, applicabile in ambito psicologico, socio-pedagogico e psicoterapeutico denominata psicoanimazione". Ha fondato e dirige la SIPA (Scuola Italiana di Psicoanimazione), istituto di ricerca, ad orientamento umanistico, per lo sviluppo del potenziale umano. Nel 1992 ha dato vita all'Associazione Onlus "Movimento per, con e dei bambini", divenuta dal 2005 Fondazione Movimento Bambino Onlus[3] che opera per la diffusione della Cultura dell'Infanzia e dell'Adolescenza e si batte contro gli abusi e i maltrattamenti dei bambini e dei ragazzi, e per la loro tutela giuridica e sociale.

Partecipa a numerose trasmissioni televisive in qualità di esperta nelle sue discipline; è stata anche tra i conduttori di Junior TV. Collabora come editorialista a molti quotidiani e periodici nazionali; ha scritto e scrive, fra gli altri, per Il Messaggero, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione, Oggi, Starbene, Donna Moderna, Riza Psicosomatica.

Dal 1995 è iscritta come giornalista pubblicista all'Ordine dei Giornalisti del Lazio.

Incarichi istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere al merito della Repubblica - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere al merito della Repubblica
— 1986
  • Nel 2022 ha ricevuto il Premio "Edela" per il suo costante impegno a tutela della dignità delle donne e al fianco dei bambini quale missione di vita.
  • Nel 2021 ha ricevuto il Premio simpatia per la medicina.
  • Nel 2021 ha ricevuto il Premio "Eccellenza Donna" per meriti accademici e professionali e per l’impegno sociale profuso nella difesa dei diritti dei bambini e l’azione psicopedagogica a tutela degli adolescenti e delle relazioni interfamiliari.
  • Nel 2011 ha ricevuto il Premio Hemingway per l'azione psicopedagogica e culturale svolta in tutela dei diritti dei bambini[4].
  • Nel 2009 ha ricevuto il Premio Nazionale Paolo Borsellino per l'impegno, la coerenza e il coraggio nella propria azione sociale contro la violenza e l'ingiustizia, ed in modo particolare per l'impegno profuso in difesa e la promozione dei valori della libertà, della democrazia, della legalità.
  • Nel 2008 ha ricevuto il Premio Internazionale Cartagine, destinato a coloro che hanno contribuito, in Italia e all'estero, allo sviluppo della cultura in diversi settori.
  • Nel 2007 ha ricevuto dal Premio Internazionale “Pio Manzù” la Medaglia della Camera dei Deputati per l'opera a favore dei bambini

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Animazione in borgata, Savelli, 1976.
  • Lo scarico, Savelli, 1978 (tradotto in tedesco: Abfall, Rowohlt, 1979).
  • Leggere per fare, Agnelli Giunti - Bemporad, 1982. (libro di testo per le elementari, curato da Lucio Lombardo Radice)
  • Album. Tracce fotografiche di Margherita, Savelli, 1982.
  • La principessa degli specchi. Tecnica di approccio psicoanimatorio al corpo, Organizzazioni Speciali, 1984.
  • Il piacere e il dolore, Riza, 1985.
  • I quaderni delle bambine, Arnoldo Mondadori Editore, 1990.
  • Sessualità, Riza, 1991.
  • Il pensiero bambino, Mondadori, 1991.
  • Il mondo creato dai bambini, Mondadori, 1992.
  • I perché del sesso, Riza, 1992.
  • I quaderni delle donne, Mondadori, 1994.
  • L'amore violato, Mondadori, 1996.
  • Il mondo creato dai bambini attraverso il disegno, Riza, 1996.
  • Le mani sui bambini, Mondadori, 1998.
  • Giocare con le maschere, Riza, 1998.
  • Trilogia della città di R., Oscar Mondadori, 1999.
  • L'amore dannoso, Mondadori, 1999.
  • Fragile come un maschio, Mondadori, 2000.
  • S.O.S. Pedofilia. Parole per uccidere l'orco, Baldini & Castoldi, 2000.
  • Chat ti amo, Giunti, 2000.
  • Più furbi di Cappuccetto Rosso, Oscar Mondadori, 2000.
  • Manuale anti-ansia per genitori, Editore Piemme, 2000.
  • Cuore di mostro, Mondadori, 2002.
  • L'alfabeto dei sentimenti, Oscar Mondadori, 2003.
  • Amori imperfetti, Mondadori, 2004.
  • Bambini ombra, bambini in ombra, Edizioni Interculturali, 2004.
  • Dove dormono i bambini, Edizioni Interculturali, 2005.
  • La natura dell'amore, Mondadori, 2005.
  • I bambini delle scuole italiane parlano di politica, Edizioni Loto Comunicazione, 2005.
  • Adolescenti e futuro: il cuore a sud, Edizioni Interculturali, 2006.
  • Manuale di psicologia e psicoterapia umanistica, Franco Angeli Editore, 2006.
  • Onora il figlio e la figlia, Salani Editore, 2006.
  • Gilles il primo, Editore Coccole e Caccole, 2006.
  • Il galletto senza cresta, Coccole e Caccole, 2006.
  • La mente creativa. Dare anima all'anima. Modelli umanistici di psicoterapia, Franco Angeli Editore, 2006.
  • Coaching creativo, Franco Angeli Editore, 2006.
  • Onora il figlio e la figlia, Salani Editore, 2006. parte della collana I garanti.
  • Il cervello dipendente, Salani Editore, 2007. parte della collana I garanti.I garanti.
  • Un bambino maleducato, Salani Editore, 2007. parte della collana I garanti.
  • Single Per Sempre, Mondadori 2007.
  • Promiscuità, Editrice Compositori, 2008.
  • Alle spalle della luna , Mondadori, 2009.
  • L'immaginario prigioniero, i nativi digitali, la carta di Alba", Oscar Mondadori, 2009.
  • Zahra e il Natale, Compositori, 2009.
  • L'oppio dei popoli, Piemme, 2009.
  • I percorsi del coaching creativo, Franco Angeli, 2009.
  • Ingrati, Mondadori, 2011.
  • Bambini, Viator, 2011.
  • Creare soluzioni, Edizioni De Vecchi, 2011.
  • Felice-mente. La felicità al tempo delle escort, La Compagnia della Stampa, 2011.
  • L'assassinio di Margherita Lessure, Viator, 2012.
  • Doni. Miracoli quotidiani di gente comune, Mondadori, 2012.
  • La felicità è contagiosa, Piemme, 2012.
  • Amarli non basta, Mondadori, 2013.
  • L'isola delle cacche, Coccole Books, 2014.
  • Maladolescenza. Quello che i figli non dicono, Piemme, 2014.
  • Manifesto della psicologia umanistica ed esistenziale, Franco Angeli, 2014.
  • Le parole dei bambini, ascoltarli per capirli, Mondadori, 2014.
  • Maladolescenza. Quello che i figli non dicono, Pickwick Piemme, 2015.
  • I maschi son così. Penelope si è stancata, Piemme, 2016.
  • Single per sempre. Storie di donne libere e felici, Oscar Mondadori, 2016.
  • Generazione H, Piemme, 2017.
  • La principessa degli specchi, Franco Angeli, 2017.
  • Luigina cuor di rabbia, Coccole Books, 2017.
  • Se non ti amo più, Mondadori, 2017.
  • Felici si può, Pagine, 2018.
  • Manifesto contro il potere distruttivo, Chiarelettere, 2019.
  • Stjepan detto Jesus, il figlio, Salani, 2020.
  • La principessa degli specchi, Coccole Books, 2020

Testi per ragazzi[modifica | modifica wikitesto]

  • I chacrini, Salani Editore (2010)

Poesie[modifica | modifica wikitesto]

  • Per rivederti ancora, Pagine, 2021.

Testi teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Raccontacelo tu
  • Il balilla Vittorio
  • Il monumento alla Macchina
  • Rosa di sangue
  • D come Donna

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha scritto il soggetto e contribuito alla stesura della sceneggiatura della miniserie TV Professione vacanze, (1986), che aveva per protagonista Jerry Calà
  • Ha partecipato come giudice al programma di intrattenimento Verdetto finale trasmesso su Rai 1
  • Ha condotto sul canale nazionale Junior TV il programma televisivo Zero Zero Carbonella, dedicato ai giochi di psicoanimazione

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha condotto il programma Mondi a confronto per la serie I bambini si ascoltano di Rai Radio 2 (1977)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sara De Carli, Insediato il nuovo Osservatorio per l'infanzia e l'adolescenza, su Vita, 10 aprile 2020. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  2. ^ (ZH) Elezione di Maria Rita Parsi al Comitato ONU per i Diritti del Fanciullo, su esteri.it. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  3. ^ La Fondazione ha fulcri in Italia e all'estero, per la diffusione del pensiero e dell'arte dei bambini, per la formazione dei formatori, per la tutela giuridica e sociale dei minori, contro gli abusi e i maltrattamenti, e la crescita culturale dei ragazzi, dei genitori, degli insegnanti, degli operatori socio-sanitari e della comunicazione.
  4. ^ ALBO D'ORO | 36ª Edizione del Premio Hemingway 19 / 23 GIUGNO 2019 - LIGNANO, su premiohemingway.it. URL consultato il 26 dicembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN73059966 · ISNI (EN0000 0000 2985 4633 · SBN CFIV043411 · LCCN (ENn93000536 · GND (DE1057740217 · WorldCat Identities (ENlccn-n93000536