Maria Adriana Prolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Adriana Prolo

Maria Adriana Prolo (Romagnano Sesia, maggio 1908Romagnano Sesia, 20 febbraio 1991) è stata una storica del cinema italiana, il suo nome è legato alla stagione pionieristica del cinema, quale fondatrice del Museo nazionale del cinema di Torino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ultima di tre sorelle di un'agiata famiglia borghese dai forti interessi culturali, si laurea giovanissima in storia e letteratura presso la Facoltà di Magistero a Torino e comincia a lavorare presso la Biblioteca Reale. Lì comincia le sue appassionate ricerche, frequentando anche corsi di biblioteconomia, archivistica e paleografia. Nell'ambito dei suoi studi poetici e letterari pubblica nel 1937 il Saggio sulla cultura femminile subalpina dalle origini al 1860.

Maria Adriana Prolo

A partire dall'articolo "Torino cinematografica prima e durante la guerra", da lei pubblicato nel 1938 sulla rivista "Bianco e nero" e dedicato soprattutto alle case di produzione torinesi e ai periodici di cinema dell'epoca, si sviluppò sempre più il suo interesse per il cinema.

La prima idea di costituire un museo del cinema risale al 1941, quando iniziò un lavoro di raccolta e di conservazione dei documenti e dei materiali del cinema torinese. Nel 1953 si costituì l'Associazione Culturale Museo del cinema che si proponeva di "raccogliere, conservare ed esporre al pubblico tutto il materiale che si riferisce alla documentazione e alla storia delle attività artistiche, culturali, tecniche e industriali della cinematografia e della fotografia"[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maria Adriana Prolo, treccani.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN66606578 · BNF: (FRcb13179061k (data)