Marguerite (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marguerite
Titolo originaleMarguerite
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia, Repubblica Ceca, Belgio
Anno2015
Durata129 minuti
Generecommedia, drammatico
RegiaXavier Giannoli
SoggettoXavier Giannoli
SceneggiaturaXavier Giannoli, Marcia Romano
ProduttoreArtemio Benki, Olivier Delbosc, Marc Missonnier
Distribuzione (Italia)Movies Inspired
FotografiaGlynn Speeckaert
MontaggioCyril Nakache
ScenografiaVéronique Melery
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Marguerite è un film del 2015 diretto da Xavier Giannoli.

Il film ha come protagonista Catherine Frot ed è liberamente ispirato alla vita di Florence Foster Jenkins. È stato presentato in concorso alla 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia il 4 settembre.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Francia, 1921. Amanti della musica e della cultura si riuniscono a una grande festa a casa di Marguerite Dumont, una ricca mecenate che da sempre è appassionata di musica e canto, ma che nessuno conosce approfonditamente. La signora canta piena di buone intenzioni per i propri ospiti, non rendendosi conto di quanto sia effettivamente stonata. Il pubblico formato da amici e membri di una associazione musicale la sopporta e la usa per poter avere i suoi soldi.

Un giovane rivoluzionario e il suo amico giornalista entrano in contatto con lei e la convincono a esibirsi in pubblico. La prima esibizione viene interrotta dalla polizia in quanto ritenuta sovversiva, ma Marguerite ha intenzione di riprovarci e prende lezioni di canto da un tenore italiano, che ha un disperato bisogno di soldi, il quale si installa in casa sua con i suoi sodali. Nonostante la silenziosa opposizione del marito, che preferisce stare con la sua amante piuttosto che con la moglie, arriva il giorno dell'esibizione, che però si interrompe bruscamente: Marguerite ha sforzato troppo le sue corde vocali e viene ricoverata d'urgenza.

Durante la convalescenza la donna parla al medico del suo passato di grande artista internazionale, un passato che esiste solo nella sua mente, e lui decide di incidere una sua esibizione per aiutarla a comprendere la realtà. Il marito, inizialmente favorevole, all'ultimo momento cambia idea, ma arriva troppo tardi: riascoltando la sua voce, Marguerite, sconvolta e consapevole di essere stata presa in giro da tutti, viene colta da un infarto che la porta alla morte.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer in italiano del film è stato diffuso sul sito de la Repubblica il 15 agosto 2015.[1]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Marguerite", a Venezia 72 l'ossessione di una sublime stonata, repubblica.it, 15 agosto 2015. URL consultato il 24 aprile 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema