Malus sieversii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Malus sieversii
Botanischer Garten Berlin-Dahlem 10-2014 photo08 Malus sieversii.jpg
Un esemplare di Malus siversii nell'Orto botanico di Berlino
Classificazione scientifica
Dominio Eukarya
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Sottofamiglia Maloideae
Genere Malus
Specie M. sieversii
Nomenclatura binomiale
Malus sieversii
(Ledeb.) M.Roem.

Malus sieversii (Ledeb.) M.Roem. è una pianta della famiglia delle Rosacee[1], nativa delle montagne dell'Asia centrale.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il fiore è formato da cinque petali di color bianco con sfumature rosa. Malus sieversii raggiunge anche i 5-12 metri[2] di altezza e il fusto gli 80 cm di diametro. La chioma si estende sino a due metri di diametro e produce mele particolarmente grosse e gustose.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Originaria del Kazakistan, questa specie è la madre di tutte le mele: è la mela più antica del mondo, la progenitrice di tutte le specie attualmente esistenti. Questa pianta ha origini che si perdono nel tempo; nel 1929 il biologo sovietico Nikolai Vavilov ne ha rintracciato dei fossili in Kazakistan, ai piedi delle Montagne Celesti del Tian Shan, ai confini con la Cina.

Questi frutti sono riusciti a sopravvivere fino ad oggi essendo particolarmente resistenti agli agenti patogeni ed atmosferici, tanto da crescere indisturbati senza l'aiuto di pesticidi e altre sostanze chimiche. Lo stesso United States Agricultural Research Service ha studiato le sue caratteristiche per cercare di individuare informazioni genetiche da poter riutilizzare nelle colture moderne.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Malus sieversii, in The Plant List. URL consultato il 26 luglio 2016.
  2. ^ Ha 65 milioni di anni ma non li dimostra: ecco la mela più antica del mondo, su tuttogreen.it. URL consultato il 26 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]