Orgyia antiqua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Orgia
Orgyia anttiqua 6 beentree.jpg
Orgyia antiqua
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Lepidoptera
Sottordine Glossata
Infraordine Heteroneura
Divisione Ditrysia
Superfamiglia Noctuoidea
Famiglia Erebidae
Sottofamiglia Lymantriinae
Tribù Orgyiini
Genere Orgyia
Specie O. antiqua
Nomenclatura binomiale
Orgyia antiqua
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Orgyia recens
Phalaena gonostigma

Nomi comuni

Bombice antico

Larva

Il bombice antico o orgia (Orgyia antiqua (Linnaeus, 1758)), è un lepidottero defogliatore polifago, appartenente alla famiglia Erebidae, diffuso in Eurasia e America Settentrionale; è infestante delle pomacee, drupacee, latifoglie ornamentali e forestali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Allo stadio adulto è caratterizzato da un dimorfismo sessuale: i maschi sono alati, con le ali anteriori di colore ocraceo rugginoso più o meno scuro e con una evidente macchia biancastra presso il margine dorsale; l'apertura alare è di circa 30–35 mm, mentre le femmine presentano un abbozzo alare dorsale molto atrofizzato; il corpo è di colore grigiastro intenso. Le larve sono pelose, abbastanza vistose per la loro tipica colorazione; presentano sul dorso 4 ciuffi di peli, compatti e colorati di giallastro o biancastro e nella parte terminale del dorso presentano tubercoli aranciati o rossastri, da cui partono radi ciuffi di peli biancastri. In posizione craniale partono due lunghi ciuffi di setole nerastre, simili a corna; un ciuffo analogo si evidenzia nella parte terminale dell'addome.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Ciclo biologico[modifica | modifica wikitesto]

L'Orgia sverna come uovo; i primi adulti compaiono in giugno e compiono, in media, 2-4 generazioni all'anno.

Danni[modifica | modifica wikitesto]

Il danno è provocato dalle stesse larve, che determinano profonde erosioni sia sulle foglie, con danno indiretto per la riduzione della superficie fotosintetizzante, sia sui frutti, per le erosioni superficiali che assomigliano a quelle dei ricamatori.

Metodi di lotta[modifica | modifica wikitesto]

L'Orgia è un insetto non molto frequente nei frutteti, in cui si applicano tecniche di difesa contro gli altri fitofagi che svolgono il ciclo nello stesso periodo in cui essa è attiva. La sua presenza può però, a volte, divenire troppo numerosa e pertanto occorrono interventi specifici. Si possono effettuare monitoraggi preventivi mediante trappole sessuali, da porre in frutteto nelle prime due decadi di giugno. Nel caso si debba intervenire, si effettuano trattamenti con:

Tra i nemici dell'Orgia vanno ricordati i Ditteri Tachinidi (Exorista) parassitoidi delle larve.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Capinera, J. L. (Ed.), Encyclopedia of Entomology, 4 voll., 2nd Ed., Dordrecht, Springer Science+Business Media B.V., 2008, pp. lxiii + 4346, ISBN 978-1-4020-6242-1, LCCN 2008930112, OCLC 837039413.
  • (EN) Kükenthal, W. (Ed.), Handbuch der Zoologie / Handbook of Zoology, Band 4: Arthropoda - 2. Hälfte: Insecta - Lepidoptera, moths and butterflies, in Kristensen, N. P. (a cura di), Handbuch der Zoologie, Fischer, M. (Scientific Editor), Teilband/Part 35: Volume 1: Evolution, systematics, and biogeography, Berlino, New York, Walter de Gruyter, 1999 [1998], pp. x + 491, ISBN 978-3-11-015704-8, OCLC 174380917.
  • (EN) Scoble, M. J., The Lepidoptera: Form, Function and Diversity, seconda edizione, London, Oxford University Press & Natural History Museum, 2011 [1992], pp. xi, 404, ISBN 978-0-19-854952-9, LCCN 92004297, OCLC 25282932.
  • (EN) Stehr, F. W. (Ed.), Immature Insects, 2 volumi, seconda edizione, Dubuque, Iowa, Kendall/Hunt Pub. Co., 1991 [1987], pp. ix, 754, ISBN 978-0-8403-3702-3, LCCN 85081922, OCLC 13784377.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]