MOOC

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MOOC poster mathplourde.jpg

I MOOC (Massive Open Online Courses, in italiano: Corsi online massivi aperti) sono dei corsi online aperti pensati per una formazione a distanza che coinvolga un numero elevato di utenti. I partecipanti ai corsi provengono da varie aree geografiche e accedono ai contenuti unicamente via web. L'accesso ai corsi non richiede il pagamento di una tassa di iscrizione e permette di usufruire dei materiali degli stessi.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'acronimo MOOC è stato utilizzato per la prima volta nel 2008 nel corso "Connectivism and Connective Knowledge" del professor George Siemens della Athabasca University. I corsi MOOC si sono diffusi su scala mondiale a partire dall'autunno 2011. Nell'autunno 2011 la Stanford University ha erogato gratuitamente un corso post laurea di intelligenza artificiale al quale si sono iscritti circa 160.000 studenti provenienti da 190 paesi[3][4].

Ambienti e piattaforme[modifica | modifica wikitesto]

Khan Academy: creato nel 2006 da Salman Khan.
Coursera: creato nel 2011 dai professori Andrew Ng e Daphne Koller dell'Università di Stanford.
Udacity: creato nel 2011 da Sebastian Thrun, David Stavens, e Mike Sokolsky.
EdX: creato dal Massachusetts Institute of Technology e dall' Università di Harvard.
Iversity: creato da Jonas Liepmann e Hannes Klöpper.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Stampa, Corsi universitari online e gratuiti. URL consultato il 30 giugno 2013.
  2. ^ Adiscuola
  3. ^ (EN) Time U.S., MOOC Brigade: Will Massive, Open Online Courses Revolutionize Higher Education?.
  4. ^ Luciano Canova, L’acronimo dimenticato nella riforma del sistema educativo, lavoce.info.