Udacity

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Udacity
sito web
Logo
URLwww.udacity.com
Tipo di sitoE-learning
LinguaInglese
RegistrazioneRichiesta
Commerciale
Creato daSebastian Thrun, David Stavens, Mike Sokolsky
Lanciofebbraio 2012
Stato attualeattiva

Udacity è un'organizzazione educativa che offre corsi online aperti (MOOC).[1][2]

Origine[modifica | modifica wikitesto]

È stata creata nel 2011 da Sebastian Thrun, David Stavens e Mike Sokolsky.[3] Secondo Thrun, l'origine del nome Udacity deriva dal desiderio dell'azienda di essere "audaci per voi, per lo studente"[4].

Corsi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni corso è costituito da diverse unità che costituiscono lezioni video con sottotitoli e con quiz integrati per aiutare gli studenti a capire i concetti e rafforzare le idee, nonché i compiti di follow-up che promuovono un concetto di "imparare facendo".[5] Nei primi mesi di esistenza di Udacity, l'iscrizione per ciascuna classe veniva chiusa alla prima assegnazione di compiti a casa, e conseguentemente i corsi venivano nuovamente offerti. Dal mese di agosto 2012, tutti i corsi sono diventati ad "iscrizione aperta" ovvero gli studenti possono iscriversi a uno o più corsi in qualsiasi istante dal momento che un corso viene lanciato: naturalmente tutte le lezioni e set di esercizi sono disponibili al momento dell'iscrizione e possono, quindi, essere completati al ritmo preferito dello studente.

Certificazione[modifica | modifica wikitesto]

Al termine di un corso, gli studenti ricevono un certificato di completamento indicante il loro livello di realizzazione, firmato dagli istruttori e senza alcun costo. A partire da 24 agosto 2012, attraverso la partnership con società di test elettronici, gli studenti possono scegliere di sostenere un ulteriore test finale per un costo di 89 dollari: questo per consentire che l'attestato venga riconosciuto anche dai datori di lavoro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Varuni Khosla, Udacity to focus on individual student projects, in The Economic Times. URL consultato il 22 agosto 2020.
  2. ^ (EN) Steve Lohr, Remember the MOOCs? After Near-Death, They’re Booming, in The New York Times, 26 maggio 2020. URL consultato il 22 agosto 2020.
  3. ^ (EN) Marco della Cava, Online pioneer Udacity lands $105 million round and a $1 billion valuation, su USA TODAY. URL consultato il 22 agosto 2020.
  4. ^ (EN) Homepage di Sebastian Thrun, su robots.stanford.edu. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  5. ^ (EN) Udacity: Creating A More Engaging MOOC, su InformationWeek. URL consultato il 22 agosto 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]